Lista Discussioni

Crea Discussione

Aggiorna

Utenti Filtrati

Utenti Bannati

Notifiche

Mio Profilo

Cerca

Danieli & C. (DAN)

- 07/1/2018 09:17
GIOLA N° messaggi: 27355 - Iscritto da: 03/9/2014
Grafico Intraday: Danieli & C Risp NcGrafico Storico: Danieli & C Risp Nc
Grafico IntradayGrafico Storico
Grafico Intraday: Danieli & CGrafico Storico: Danieli & C
Grafico IntradayGrafico Storico

 

 MULTINAZIONALE ITALIANA

 

 



Lista Commenti
9 Commenti
1
1 di 9 - 07/1/2018 09:19
GIOLA N° messaggi: 27355 - Iscritto da: 03/9/2014
Danieli, il gruppo dell’acciaio punta al cambio di mentalità sull’Industria 4.0

Il gruppo Danieli è attivo in due ambiti aziendali sinergici, il Plant Making (Danieli Team) e lo Steel Making (ABS). Con sede principale in Italia ed un fatturato di 2.500 milioni di euro, il Gruppo ha circa 10.000 dipendenti che operano principalmente in Italia, Germania, Svezia, Austria, Francia, Olanda, Spagna, UK, USA, Brasile, Russia, Tailandia, Cina, India e Giappone.

Danieli, così come le altre aziende manifatturiere italiane, di fronte a un periodo di stagnazione del mercato dell’acciaio si trova a dover affrontare nuove sfide d’innovazione tanto a livello di Gruppo quanto a livello di singole Business Unit.

«La prima di queste sfide arriva certamente dal cliente, che chiede velocità e innovazione, nonché una partnership sempre più stretta per gestire la dinamicità e competitività del mercato mondiale», spiega Auri Mason, Head of Demand Management – Direzione Strategic Organization & IT di Danieli. «Altre sfide sono quelle dettate dall’innovazione tecnologica: la capacità computazionale sta aumentando in maniera esponenziale e ciò offre delle straordinarie opportunità per lavorare sulla sensoristica, sulla robotica e sull’intelligenza artificiale».

Per poter affrontare queste sfide già nel 2016 Danieli ha avviato il progetto di change management “Metamorfosi 2”, affidato ad Alessandro Trivillin (Amministratore Delegato di Danieli), Camilla Benedetti (Responsabile delle Risorse Umane) e Alexander Stewart (Executive Vice President Information & Communication Technology). «La Direzione ICT, che si è sempre fatta promotrice dell’innovazione in azienda, sta puntando molto sul cambiamento culturale per sensibilizzare i propri clienti interni su questi temi», spiega il Manager. «Con questo obiettivo, e con quello costante di supporto al Business, sono state lanciate alcune iniziative di digitalizzazione dell’intero Gruppo, per poter spianare la strada all’innovazione pervasiva», aggiunge Daniele Brandolin, ICT Demand Manager di Danieli.

«Nell’ambito della cybersecurity, per esempio, lo sforzo è stato quello di rendere consapevoli i dipendenti sui comportamenti che possono provocare rischi; non esistono strumenti sicuri al 100% e solo con questa azione di sensibilizzazione possiamo ottenere i risultati desiderati».

Sul tema della customer experience è stata avviata l’iniziativa “Easy Workplace”, un ambizioso progetto che si pone come obiettivo la semplificazione dell’esperienza utente con il proprio workplace, sfruttando le potenzialità degli strumenti Office 365 e migliorando la collaborazione e comunicazione tra i dipendenti. Pressante è anche il tema dell’ERP, fortemente ingessato dalle customizzazioni del passato; il progetto in questo ambito ha come obiettivo di rendere i processi più snelli e le risposte al Business più rapide. Mentre il nuovo CRM permetterà all’ICT di essere maggiormente customer-centric e di rivedere quindi i processi commerciali.

In quanto azienda manifatturiera, Danieli ha sempre fatto innovazione di prodotto e negli ultimi anni ha portato avanti interessanti iniziative come il DIA (Danieli Innovation Award), che vede tutti i dipendenti concorrere nel proporre nuove idee. Queste iniziative interne hanno come obiettivo da un lato di valorizzare il capitale umano come punto di partenza dell’innovazione, dall’altro stimolare l’innovazione nelle singole Business Unit. «Ora stiamo abbracciando l’Open Innovation per evitare di essere autoreferenziali e per trovare nuove opportunità all’esterno, presso startup o centri di ricerca, mettendoci sempre in discussione», spiega Brandolin, che conclude: «Nei prossimi anni ci focalizzeremo sulla ricerca di nuove idee per l’innovazione tecnologica, come nel caso dell’Intelligenza artificiale, su contaminazioni di Gruppo e su idee e processi ispirati da startup, con l’obiettivo della realizzazione concreta di prodotti e applicazioni innovativi».

danieli-ufficio-azienda-170519132928.jpg
2 di 9 - 07/1/2018 09:26
GIOLA N° messaggi: 27355 - Iscritto da: 03/9/2014
Danieli & C., nuovo ordine dalla Cina

Huai'an Special Steel, Hebei Jingye Iron e Steel Co. Ltd. hanno scelto Danieli Corus per la progettazione, la fornitura e la supervisione dell'installazione dei sistemi di controllo dei processi basati su Sublance per i loro impianti di produzione di acciaio BOF. Mediobanca: notizia positiva, anche se le dimensioni dell'ordine dovrebbero essere modeste

di Francesca Gerosa

Huai'an Special Steel Co. Ltd, Hebei Jingye Iron e Steel Co. Ltd. hanno scelto
Danieli Corus per la progettazione, la fornitura e la supervisione dell'installazione dei sistemi di controllo dei processi basati su Sublance per i loro impianti di produzione di acciaio BOF. La notizia è stata pubblicata ieri sul sito di Danieli & C. Il valore del contratto e la tempistica della consegna non sono stati resi noti.

Huai'an Special Steel fa parte del gruppo Shagang. Negli ultimi anni, questo gruppo ha acquistato diversi sistemi di controllo di processo BOF di Danieli Corus, incluso uno per sostituire un sistema poco efficiente da un fornitore europeo concorrente. Basandosi sull'elevata qualità e affidabilità dell'apparecchiatura e sulla continua e forte performance degli esperti di Danieli Corus in loco presso gli stabilimenti BOF di Shagang, Danieli Corus è stata selezionata per questo prossimo progetto.

Il sistema per Hebei Jingye sarà implementato in tutti e tre i 180 convertitori del suo impianto di produzione di acciaio numero 2. Questi ordini portano il numero totale di quelli di Danieli Corus Sublance Systems a 127, di cui 79 installati nella Repubblica popolare cinese dal 2000. "L'aggiudicazione di ordini dalla Cina è sempre una notizia positiva considerando il piano di riduzione della capacità deciso dal governo", affermano stamani gli analisti di Mediobanca Securities.

Infatti, secondo il sito web del settore SMM, la Cina vuole evitare qualsiasi aggiunta di capacità di produzione di acciaio nel 2018 dal momento che il governo punta a raggiungere il livello più alto del suo obiettivo di riduzione della capacità. Più nel dettaglio, il ministero dell'Industria e dell'Information Technology cinese ha dichiarato che vieterà il lancio di nuove strutture per la produzione di acciaio quest'anno.

Il più grande Paese siderurgico al mondo ha raggiunto l'obiettivo di ridurre la capacità di acciaio di 50 milioni di tonnellate nel 2017, oltre a eliminare progressivamente altre 120 milioni di tonnellate di capacità di prodotti di acciaio illeciti a bassa tecnologia. Il governo cinese ha anche intenzione di raggiungere l'obiettivo di riduzione della capacità 2016-2020, ovvero di eliminare fino a 150 milioni di tonnellate, in anticipo rispetto al previsto, nel 2018.

Comunque "la notizia del nuovo contratto è positiva per l'azienda, anche se le dimensioni dell'ordine dovrebbero essere modeste. Manteniamo il nostro rating outperform e il target price a 26,20 euro sul titolo Danieli ", concludono a Mediobanca.

69uva
https://www.milanofinanza.it/
3 di 9 - 11/1/2018 14:32
GIOLA N° messaggi: 27355 - Iscritto da: 03/9/2014
Danieli brilla tra le mid cap italiane

Inizio d'anno con il botto per la mid cap Danieli, che ha segnato una netta sottoperformance tra le azioni del settore capital goods italiano negli ultimi 3 anni. Oggi Kepler Cheuvreux la promuove a buy, ieri Mediobanca ha confermato un giudizio outperform

di Roberta Castellarin

Inizio d'anno con il botto per la mid cap Danieli & C., che oggi si sta apprezzando del 3,18% a 22,7 euro dopo il +4% di ieri. A contribuire all'apprezzamento del titolo oggi è arrivata la promozione da hold a buy da parte di Kepler Cheuvreux, con un prezzo obiettivo che passa da 20 a 24,8 euro.

"Vediamo vari elementi positivi in aumento per Danieli , che invece ha segnato una netta sottoperformance tra le azioni del settore capital goods italiano negli ultimi 3 anni alla luce di un'evoluzione negativa del business, di un calo del portafoglio ordini e di una guidance deludente 2017-2018 fornita a ottobre", sottolineano gli analisti di Kepler Cheuvreux.

In particolare, potrebbe essere la divisione legata all'acciaio a fare meglio della parte alta della guidance, ma anche la divisione che si occupa della produzione di impianti potrebbe registrare una maggior redditività e free cash flow, che si tradurrebbe in un capex meno compresso.

Le stime di eps sono state alzate dal broker del 6% per il 2018, del 7% per il 2019 e dell'8% per il 2020. "Questo, abbinato a maggiori multipli di settore, ci porta a un nuovo target price a 24,8 euro. Upgrade a buy, dunque", conclude Kepler Cheuvreux.

Ieri Mediobanca Securities ha confermato la raccomandazione outperform sul titolo e il prezzo obiettivo a 26,2 euro, evidenziando che secondo quanto emerso dal sito della società, Nucor Corporation ha scelto la tecnologia di Danieli per la realizzazione di un impianto in Sedalia, Missouri. Per gli analisti si tratta di una notizia "positiva". Nel dettaglio Nucor Corporation ha scelto la tecnologia della multinazionale di Buttrio per la realizzazione di un impianto in Sedalia (900 miglia ad Est di Kansas City) in Missouri.

6bc-0
https://www.milanofinanza.it
4 di 9 - 13/1/2018 12:39
GIOLA N° messaggi: 27355 - Iscritto da: 03/9/2014
Danieli & C., Imi cauta dopo l'accordo tra Mef e Iran

Per Banca Imi (rating hold) l'intesa siglata tra Invitalia e le banche iraniane, Bank of Industry and Mine e Middle East Bank, può contribuire alla realizzazione dei progetti oggetto dei precedenti accordi siglati dal gruppo italiano, ma l'importo di 5 mld di euro è limitato

di Marco Sasso

Banca Imi resta cauta su Danieli & C. dopo l'accordo tra il Mef e l'Iran. Gli analisti della banca d'affari hanno confermato la raccomandazione hold e il prezzo obiettivo a 23,6 euro sull'azione in seguito all'annuncio della firma di un master credit agreement siglato ieri tra Invitalia Global Investment, partecipata interamente dal ministero dell'Economia e delle Finanze e le banche iraniane Bank of Industry and Mine e Middle East Bank. L'accordo definisce i termini e le condizioni generali per la regolamentazione dei futuri contratti di finanziamento tra la società e le banche iraniane per un importo fino a 5 miliardi di euro, finalizzati al finanziamento di progetti e partnership da realizzare congiuntamente da imprese italiane e iraniane.

Già alla fine di gennaio 2016, hanno ricordato gli analisti, Danieli ha annunciato la firma di alcuni accordi con l'Iran relativi a nuovi ordini da firmare con diverse società del Paese per un valore complessivo di circa 3,7 miliardi di euro, volti alla fornitura di macchine e impianti per la produzione di acciaio e alluminio. Il gruppo siderurgico italiano ha dunque costituito una joint venture, denominata Persian Metallic, per la produzione di circa 6 milioni di tonnellate l'anno di pellet da utilizzare per l'alimentazione di impianti di riduzione diretta.

"Riteniamo che l'accordo annunciato ieri possa contribuire alla realizzazione dei progetti relativi ai precedenti accordi che sono stati bloccati da problemi di finanziamento", hanno spiegato gli esperti di Banca Imi. "Tuttavia", hanno concluso, "notiamo che il valore totale dell'accordo tra Invitalia e le banche italiane di 5 miliardi di euro sia limitato, in quanto distribuito su diversi progetti e settori".

Promozione ottenuta ieri da Kepler Cheuvreux. La banca d'affari ha, infatti, alzato il rating da hold a buy e il prezzo obiettivo da 20 a 24,8 euro dopo aver rivisto al rialzo le proprie stime sull'utile per azione per i prossimi tre anni, con un miglioramento del 6% per il 2018, del 7% per il 2019 e dell'8% per il 2020. "Vediamo vari elementi positivi in aumento per Danieli ", hanno spiegato gli analisti di Kepler Cheuvreux, "che invece ha segnato una netta sottoperformance tra le azioni del settore capital goods italiano negli ultimi tre anni alla luce di un'evoluzione negativa del business, di un calo del portafoglio ordini e della guidance 2017-2018 deludente fornita a ottobre".

6c0ql
https://www.milanofinanza.it
5 di 9 - 10/2/2018 12:27
GIOLA N° messaggi: 27355 - Iscritto da: 03/9/2014
Nuovo ordine dalla Cina per Danieli & C.

Secondo il sito web della società, Wälzholz ha firmato un contratto con la società italiana per un progetto di espansione del suo stabilimento di Taicang, dove si producono nastri di acciaio ad alte prestazioni, ad alto contenuto di carbonio e a bassa lega. Mediobanca: un ordine positivo per la divisione di produzione di impianti del gruppo il cui momentum migliora

di Francesca Gerosa

Nuovo ordine dalla Cina per Danieli & C. Secondo il sito web della società, Wälzholz ha firmato un contratto con la società italiana per un progetto di espansione del suo stabilimento di Taicang (Suzhou, provincia di Jiangsu), dove si producono nastri di acciaio ad alte prestazioni, ad alto contenuto di carbonio e a bassa lega.

Secondo il contratto, Danieli è responsabile della completa attrezzatura chiavi in mano, a partire dal design e dalla produzione fino all'attività di montaggio e messa in opera. Il valore del progetto e i tempi della consegna non sono stati divulgati.

"Si tratta di un ordine positivo per la divisione di produzione di impianti del gruppo il cui momentum sembra migliorare", commentano gli analisti di Mediobanca Securities che sull'azione Danieli mantengono un rating outperform e un target price a 26,20 euro.

6lnxg
https://www.milanofinanza.it
6 di 9 - 02/12/2018 10:18
GIOLA N° messaggi: 27355 - Iscritto da: 03/9/2014
DANIELI...1-2-3 LOW JOE ROSS...LONG DA 15,84 €

9e5j9
7 di 9 - 23/12/2018 10:05
GIOLA N° messaggi: 27355 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: giola - Post #6 - 02/Dic/2018 09:18DANIELI...1-2-3 LOW JOE ROSS...LONG DA 15,84 €

9e5j9



LONG CHIUSO...FORTISSIMA RESISTENZA POSTA IN AREA 15,2 € CIRCA!


9ln50
9 di 9 - 03/1/2019 09:31
barasso N° messaggi: 630 - Iscritto da: 05/10/2008
.
9 Commenti
1
Titoli Discussi
BIT:DANR 9.31 1.3%
BIT:DAN 14.10 1.0%
La tua Cronologia
BIT
DAN
Danieli & ..
Registrati ora per visualizzare questi strumenti nella tua watchlist streaming.

Il Monitor ADVFN ti permette di visualizzare fino a 110 titoli ed è completamente gratuito.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V: D:20201021 16:20:47