Lista Discussioni

Crea Discussione

Aggiorna

Utenti Filtrati

Utenti Bannati

Notifiche

Mio Profilo

Cerca

Giappone: Espolosione Centrale Nucleare! Ora Solo Green Power?? (EGPW)

- 12/3/2011 09:50
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006

Giappone: esplosione nella centrale di Fukushima, incubo nucleare

12.03.2011 09:00

Due reattori danneggiati. Crolla una diga: 1.800 case distrutte (il video). Scossa di magnitudo 8.9. L'ultimo bilancio delle vittime: oltre 1.400.

Era giustificato l'allarme, diffusosi fin dalle prime ore di ieri, sulla centrale nucleare di Fukushima. Due reattori sono stati, infatti, danneggiati dal fortissimo terremoto. E ora si teme la fusione del nucleo. Le autorità "smorzano" le preoccupazioni, ma l'incubo nucleare (in un paese che ha conosciuto le tragedie di Hiroshima e Nagasaki) è ben presente.
Stamattina, poco prima delle 9 (ora italiana), si è sentita un'esplosione nella centrale, seguita da una nuvola di fumo.
L'esplosione è stata confermata dai dirigenti della centrale, che parlano anche di alcuni feriti.
L'Agenzia giapponese sulla sicurezza nucleare ha rilevato anche la presenza di cesio radioattivo in prossimità della centrale. E' alta la probabilità che sia già in atto una fusione nucleare.
La rilevazione del cesio radioattivo, annunciata dall'Agenzia, è di solito associata con gli elementi del combustibile e rappresenta un segnale di allarme, in quanto potrebbe essere rilasciato, ad esempio, per problemi al nocciolo del reattore. 45.000 persone che vivono nei dintorni della centrale sono già state evacuate.

Ieri sera il primo allarme sulla centrale

La conferma dei danni alla centrale e del possibile pericolo nucleare sono arrivati, nella tarda serata italiana, dall'emittente ufficiale nipponica Nhk. Si parla anche di una fuga radioattiva già in atto.

 

ora vogliano solo ENERGIA VERDE!!!!!!!!



Lista Commenti
96 Commenti
   4 
61 di 96 - 27/3/2011 19:26
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
La vita relativamente breve di Enel Green Power (debutto il 4 novembre scorso a 1,55 euro) impedisce di fare ipotesi sul destino a lungo termine del titolo, tuttavia è evidente come negli ultimi mesi i prezzi abbiano disegnato un trend positivo. La linea che sostiene la tendenza dai minimi di fine novembre transita in area 1,66 euro e può essere utilizzata come base per la costruzione di un canale rialzista il cui lato superiore, a 1,87 euro circa, fornisce il primo target per il rialzo in atto. Oltre questi livelli i prezzi potrebbero puntare poi fino al test dei 2 euro in tempi relativamente brevi. Solo sotto il citato supporto di 1,66 vi sarebbe un concreto rischio di inversione al ribasso. Interessante notare come in termini di forza relativa Enel GP si dimostri vincente nei confronti di Enel da più di un mese. Questa tendenza positiva del grafico di forza relativa sembra in grado di proseguire anche nel medio periodo grazie alla recente rottura di una resistenza rilevante.

OK!!!

62 di 96 - 28/3/2011 09:50
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
Elezioni in Germania: vince la rivoluzione verde

28 marzo 2011 09:31

Si sono svolte domenica le elezioni della Regione di Baden-Wurttemberg, lo Stato federato piu' ricco di tutta la Germania con una popolazione di quasi undici milioni di persone. Con Lombardia, Catalogna e Rhône-Alpes è uno dei cosiddetti quattro motori dell'Europa.

Governato da sempre dalla CDU di Angela Merkel, la Regione passerà ora sotto la guida di una coalizione guidata dai Verdi, il partito ecologista tedesco, che già hanno fatto sapere “punteremo su sole e vento” .
63 di 96 - 28/3/2011 16:21
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
L'eolico nipponico resiste al sisma e tiene accese le luci in Giappone dopo il terremoto

La situazione nella centrale nucleare di Fukushima, seriamente danneggiata per via del terremoto e del conseguente tsunami che si è abbattuto sul nord est del Giappone la settimana scorsa, continua a tenere il mondo col fiato sospeso e lo stato nipponico in deficit di energia.

Tokio rischia, come abbiamo visto, il black out per via dell’interruzione della produzione di corrente da parte delle varie centrali atomiche che si sono bloccate al momento del sisma. Anche qui in Italia, in un primo momento, quando ancora non era evidente la gravità della situazione, il fronte nuclearista aveva provato, soprattutto nelle parole di Chicco Testa, a portare le centrali atomiche giapponesi che, pur obsolete di 40 anni avevano resistito ad un terremoto di magnitudo 9, come esempio della sicurezza della tecnologia nucleare. Ad una settimana dalla catastrofe anche le voci più convinte dell’energia atomica non parlano più o comunque si sono prese “un momento di riflessione”.

PAZZESCO!!!!!
64 di 96 - 28/3/2011 17:17
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
ENEL GREEN POWER +3,7% Festeggia la vittoria dei Verdi tedeschi

Websim - 28/03/2011 16:33:24

Oggi salgono tutte le società europee dell'energia da fonti rinnovabili, dopo lo straordinario successo elettorale dei Verdi nel Land tedesco del Baden-Wuerttemberg. L'improvvisa inversione a U del cancelliere tedesco Angela Merkel, che a pochi giorni dal voto ha detto di non essere più a favore del nucleare, non le è bastato a evitare lo sfacelo del suo partito, la Cdu. L'atomo spaventa gli europei che sono disposti a fare sacrifici per avere energia pulita.

Inoltre Enel Green Power ha annunciato oggi di avere dato il via ai lavori per la costruzione di un nuovo impianto idroelettrico in Costarica, tra le province di Alajuela e San José. Chucas, questo il nome dell'impianto, con una capacità installata di 50 MW, produrrà a regime circa 219.000.000 kWh all'anno - i consumi annuali di oltre 81 mila famiglie - evitando così ogni anno l'emissione in atmosfera di oltre 150 mila tonnellate di CO2.
La società delle rinnovabili di Enel prevede di completare l'impianto nella prima metà del 2013, portando la capacità installata nel Paese a 74 MW.

"Dopo l'impianto idroelettrico di Palo Viejo in Guatemala, attualmente in costruzione - ha dichiarato l'amministratore delegato di Enel Green Power, Francesco Starace - questo secondo impianto testimonia la crescita di Enel Green Power in America Latina e nella tecnologia idroelettrica, che costituisce uno degli assi portanti della crescita in questo continente".
Enel Green Power è presente in Centro e Sud America con la controllata Enel Green Power Latino America che gestisce 33 impianti da fonti rinnovabili in Messico, Costa Rica, Guatemala, Nicaragua, Panama, El Salvador, Cile e Brasile, per una capacità installata totale di 669 MW.

Websim S.p.A.
65 di 96 - 12/4/2011 15:29
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
15:20

+++Riduce i guadagni Enel G.P. (+0,50% a 2,05 euro) dopo un avvio di seduta molto tonico, con massimo intraday a 2,092 euro.
"Quando cresce l'emergenza per l'allarme nucleare in Giappone, di riflesso il titolo sale", ha commentato un esperto.+++
66 di 96 - 12/4/2011 15:33
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
Ultime notizie

Disastro nucleare Giappone, massimo livello di pericolo.

Fukushima, martedì 12 aprile 2011 15:30

E' ufficiale, il livello di classificazione dell'incidente nucleare avvenuto a Fukushima è 7, ossia livello massimo. Pertanto, da oggi, il disastro Fukushima è esattamente pari a quello di Chernobyl, il più grave che sia mai accaduto.
La Tepco, società che gestisce la centrale nucleare giapponese danneggiata, ha ammesso che la fuga di radiazioni della centrale di Fukushima potrebbe essere addirittura superiore di quella verificatasi nel 1986 nel disastro nucleare di Chernobyl.
67 di 96 - 13/4/2011 09:05
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
Enel Green Power: Credit Suisse alza il rating a outperform dal precedente neutral

mercoledì, 13 aprile 2011 - 8:45

ocio
68 di 96 - 13/4/2011 09:44
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
Quotando: turipipaEnel Green Power: Credit Suisse alza il rating a outperform dal precedente neutral

mercoledì, 13 aprile 2011 - 8:45

ocio



13.04.2011 09:40:45 *Enel GPW: +0,84% con upgrade Credit Suisse
69 di 96 - 13/4/2011 09:55
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
Camera: oggi alle 15 question time in Aula, Romani sulle rinnovabili

Intervengono anche Sacconi, Alfano, Gelmini, Vito

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Roma, 13 apr - Oggi alle 15
question time in Aula alla Camera. Il ministro dello
Sviluppo economico, Paolo Romani, risponde tra le altre ad
interrogazioni sui tempi di adozione del decreto
interministeriale sugli incentivi per l'energia prodotta da
fonti rinnovabili e il 'quarto conto energia' mentre il
ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, risponde ad una
interrogazione sulle iniziative a favore della crescita dei
salari e della produttivita'. Al question time intervengono
anche il ministro dell'Istruzione, Mariastella Gelmini, che
risponde sui tempi di approvazione degli adempimenti
normativi per l'attuazione della legge di riforma
universitaria; il ministro della Giustizia, Angelino Alfano,
che risponde sulle iniziative normative in relazione alla
sentenza della Consulta in materia di 'legittimo
impedimento'; il ministro per i Rapporti con il Parlamento,
Elio Vito, che risponde ad una interrogazione (rivolta al
ministro degli Esteri) sugli elementi in merito al sequestro
di una nave battente bandiera italiana al largo della costa
somala e ad una interrogazione in merito a recenti
dichiarazioni di membri del Governo in tema di
partecipazione dell'Italia all'Unione europea. Infine, il
Governo risponde ad una interrogazione (rivolta al ministro
della Salute) sui chiarimenti in merito all'ambito di
attivita' della figura del biologo nutrizionista. Ne da'
notizia un comunicato della Camera.


nep-mct

(RADIOCOR) 13-04-11 09:41:11 (0087) 5 NNNN

70 di 96 - 19/4/2011 15:06
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
Nucleare, stop a centrali per evitare referendum
Reuters - 19/04/2011 14:43:24
(Accorpa nota Verdi in coda)

ROMA, 19 aprile (Reuters) - Il governo ha depositato in aula al Senato un emendamento al decreto legge Omnibus che, cancellando tutte le norme per la costruzione delle nuove centrali nucleari, mira a superare il referendum del 12 giugno prossimo.

Lo riferisce una fonte parlamentare spiegando che l'emendamento va quindi oltre la sospensione per un anno del nuovo programma nucleare, già prevista all'articolo 5 del decreto. Il decreto dovrebbe essere approvato dal Senato entro mercoledì e andare poi in seconda lettura alla Camera.

Secondo Angelo Bonelli, presidente dei Verdi, il governo ha "paura di perdere le elezioni amministrative e di venire travolto dal referendum del 12 e 13 giugno che avrebbe portato anche alla completa abrogazione della legge sul legittimo impedimento".

Il 12 giugno infatti gli italiani sono chiamati a esprimersi su quattro quesiti: oltre a nucleare e legittimo impedimento anche due referendum sul decreto legislativo che prevede di affidare in concessione ai privati la gestione delle reti idriche.
71 di 96 - 19/4/2011 15:18
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
19.04.2011 15:09

Nucleare, stop del governo alle centrali

Abrogate le norme per la realizzazione degli impianti. Tremonti: finanziare le rinnovabili con gli Eurobond


MILANO - Indietro tutta sul nucleare. Il Governo ha deciso di fermare il programma di realizzazione delle centrali e ha inserito nella moratoria già prevista nel decreto legge Omnibus all'esame del Senato l'abrogazione di tutte le norme previste per la realizzazione degli impianti nucleari nel Paese. La decisione dovrebbe portare al superamento del referendum sul ritorno all'atomo in calendario il 12-13 giugno.

TREMONTI, UN PIANO DELORS PER LE RINNOVABILI - Pochi minuti prima della diffusione della notizia del stop alla costruzione delle centrali, il ministro dell'Economia Giulio Tremonti intervenendo al Parlamento di Bruxelles è tornato a dire che quanto avvenuto a Fukushima («non si tratta solo un banale incidente tecnico») assume una dimensione assai rilevante «in cifra storica» e necessita di una «riflessione economica e non solo». Un piano per le energie alternative rinnovabili da mettere subito in campo potrebbe avere «un finanziamento con Eurobond». L'idea che Tremonti ha portato a Bruxelles è quella di un grande progetto europeo per le fonti rinnovabili e la ricerca di energie alternative . «Credo sia arrivato il momento di ragionare su una versione applicata del vecchio e glorioso piano Delors e di avviare piani di investimento in ricerche alternative, anche combinandoli con la nuova struttura geopolitica del Mediterraneo».
72 di 96 - 19/4/2011 15:30
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
Rinnovabili, piano Ue coperto da Eurobond - Tremonti

ROMA, 19 aprile (Reuters) - L'Italia lancia l'idea di un piano europeo per la ricerca in energie prodotte da fonti rinnovabili finanziato anche con gli Eurobond, l'emissione comune di titoli di Stato europei.

Lo ha detto il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, nel corso di una audizione alla commissione Affari costituzionali del Parlamento europeo.

"Credo sia il momento per un passaggio storico. Credo sia arrivato il momento di ragionare su una versione applicata del vecchio e glorioso piano Delors e di investire in piani di investimento in ricerche alternative, anche combinandoli con la nuova struttura geopolitica del Mediterraneo", ha detto Tremonti.

"Credo che sia arrivato il momento di finanziare questi piani per investimenti in nuove energie, anche con gli Eurobond", ha aggiunto il ministro dicendo che il disastro della centrale giapponese di Fukushima Daichii non è "riducibile alla banalità di un incidente tecnico" ma assume una dimensione "molto più rilevante in cifra storica".
73 di 96 - 19/4/2011 16:24
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
NUCLEARE: LEGAMBIENTE, SALTA REFERENDUM MA NON CALA L'ATTENZIONE


(ASCA) - Roma, 19 apr - ''Consapevoli che il quorum nel referendum di giugno sarebbe stato raggiunto e che la stragrande maggioranza degli italiani, di tutti gli schieramenti politici, sono contrari al nucleare, il governo ha deciso di abrogare le norme per la realizzazione di nuove centrali atomiche. Salta quindi anche il referendum ma non cala l'attenzione da parte delle associazioni che continueranno invece a vigilare affinche' il nucleare cacciato ora dalla porta non si riaffacci dalla finestra, magari tra un anno, quando le acque si saranno calmate e l'incubo di Fukushima sara' meno opprimente''.

Cosi' il presidente nazionale di Legambiente Vittorio Cogliati Dezza, ha commentato la notizia dell'emendamento al decreto Omnibus che conteneva anche la moratoria di anno per il nucleare, presentato oggi al Senato.

''Questa grande vittoria del movimento antinucleare - ha continuato Cogliati Dezza - sia la spinta decisiva per avviare un nuovo piano energetico nazionale basato sulle fonti rinnovabili, che escluda definitivamente il ritorno all'atomo, rispondendo positivamente agli obiettivi internazionali e garantendo al Paese occupazione e sviluppo di qualita'''.
74 di 96 - 19/4/2011 22:33
agiro N° messaggi: 14334 - Iscritto da: 29/8/2006
mandiamo a casa questa mandria di clown da circo , e il nano psikedeliko ke ci sta solo rompendo i coglioni a noi e alle prossime generazioni

SILVIO , VAI FUORI DAI COGLIONIIIIIIIIIIIIIIIIIIIIII!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

75 di 96 - 20/4/2011 09:04
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
Enel Green Power: Morgan Stanley alza il target a 1,95 euro dal precedente 1,8 euro

Finanzaonline.com - 20.4.11/09:01

BUON DI'
76 di 96 - Modificato il 20/4/2011 09:07
zibo57 N° messaggi: 4663 - Iscritto da: 24/3/2007
[ 19 aprile 2011 ] Energia
Chernobyl: 110 milioni di euro dall’Ue per la messa in sicurezza.Conferenza internazionale a Kiev dal 20 al 22 aprile.

BRUXELLES. A 25 anni dalla tragedia nucleare di Chernobyl, oggi il commissario europeo per lo sviluppo Andris Piebalgs, in occasione di una conferenza ad alto livello a Kiev, ha annunciato lo stanziamento di circa 110 milioni di euro «Per garantire la stabilità e la sicurezza ambientale del sito di Chernobyl». La Commissione europea dice che fino ad oggi ha destinato a Chernobyl circa 470 milioni di euro, soprattutto per progetti riguardanti la sicurezza nucleare, ma anche «Per aiutare la popolazione locale e a garantire alle famiglie colpite dal disastro l'accesso a un'assistenza sanitaria di qualità. Per riuscire a completare entro il 2015 i progetti principali riguardanti il sito sono però necessari altri 740 milioni di euro da parte della comunità internazionale».
77 di 96 - 20/4/2011 09:15
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
20.4.2011

Romani: "puntare su energia verde"

Nucleare? "futuro sono le rinnovabili"

Dopo lo stop del governo alle centrali nucleari, il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, indica una nuova via per le fonti energetiche del futuro. "E' importante impiegare le migliori tecnologie disponibili sul mercato per la produzione di energia pulita, in particolar modo per quanto riguarda il comparto delle rinnovabili e dell'energia verde", ha dichiarato.

TGCOM
78 di 96 - 20/4/2011 09:43
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
09:40

* Enel G.P.: titolo incrementa guadagni, +3,42% dopo stop a nucleare
79 di 96 - 20/4/2011 09:54
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
Stop al nucleare, per Intermonte notizia positiva anche per Enel

Finanzaonline.com - 20.4.11/09:40

Non solo Enel Green Power sfrutta in Borsa la decisione del Governo, che ieri ha presentato al Senato un emendamento al cosiddetto decreto legge "Omnibus" per abrogare le disposizioni relative alla realizzazione di nuovi impianti nucleari. Anche la casa madre Enel è bene impostata a Piazza Affari dove guadagna lo 0,80% a 4,562 euro. "Lo stop al possibile ritorno al nucleare a nostro avviso rappresenta una notizia positiva per Enel - spiegano gli analisti di Intermonte - in quanto blocca sul nascere investimenti estremamente ingenti con ritorni ad oggi ancora indecifrabili".
80 di 96 - 14/6/2011 09:23
turipipa N° messaggi: 2314 - Iscritto da: 16/3/2006
ocio da oggi in poi!!!!!!!!!!!
96 Commenti
   4 
Titoli Discussi
BIT:EGPW 1.89 0.0%
Enel Green Power
Enel Green Power
Enel Green Power
Indici Internazionali
Australia 1.2%
Brazil 0.3%
Canada -0.3%
France 0.0%
Germany -0.7%
Greece -0.9%
Holland 0.1%
Italy -0.3%
Portugal 0.1%
US (DowJones) -0.0%
US (NASDAQ) -0.1%
United Kingdom -0.7%
Rialzo (%)
BIT:ASR 0.64 16.5%
BIT:CDG 0.56 14.3%
BIT:VE 0.56 11.0%
BIT:INC 0.10 8.4%
BIT:SFER 18.92 7.4%
BIT:MONC 41.36 6.5%
BIT:AEF 1.98 6.4%
BIT:PRO 0.22 6.4%
BIT:ASSI 2.74 6.2%
BIT:ILLA 0.73 5.8%
La tua Cronologia
BIT
EGPW
Enel Green..
Registrati ora per visualizzare questi strumenti nella tua watchlist streaming.

Il Monitor ADVFN ti permette di visualizzare fino a 110 titoli ed è completamente gratuito.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V: D:20191205 19:25:16