Lista Discussioni

Crea Discussione

Aggiorna

Utenti Filtrati

Utenti Bannati

Notifiche

Mio Profilo

Cerca

Gabetti E La Marce... (GAB)

- 11/12/2012 17:38
duca minimo N° messaggi: 38149 - Iscritto da: 29/8/2006

Ero indeciso fra la Beni Stabili e la Gabetti ...e ho comprato ancora Gabetti ...Mi intriga la Emma ...



Lista Commenti
2887 Commenti
 ...   7   ... 
121 di 2887 - 12/6/2013 13:22
SILVIETTINA N° messaggi: 12643 - Iscritto da: 28/6/2007
questi CA-PITALI-STI hanno tutti la faccia uguale..........provate a smentirmihihihihihi
1608510335.jpg
122 di 2887 - 12/6/2013 17:59
duca minimo N° messaggi: 38149 - Iscritto da: 29/8/2006
Quotando: SILVIETTINAquesti CA-PITALI-STI hanno tutti la faccia uguale..........provate a smentirmihihihihihi1608510335.jpg




resta sempre un dubbio: meglio non averli o averli ? Eh...questi "imprenditori" / datori di lavoro ...


è il lavoro che nobilita l'uomo o viceversa ?
123 di 2887 - 12/6/2013 18:10
SILVIETTINA N° messaggi: 12643 - Iscritto da: 28/6/2007
Quotando: duca minimo
Quotando: SILVIETTINAquesti CA-PITALI-STI hanno tutti la faccia uguale..........provate a smentirmihihihihihi1608510335.jpg



resta sempre un dubbio: meglio non averli o averli ? Eh...questi "imprenditori" / datori di lavoro ...

è il lavoro che nobilita l'uomo o viceversa ?







...... CERTAMENTE meglio non averli se questi sono i risultatihihihihihi
124 di 2887 - 12/6/2013 18:21
duca minimo N° messaggi: 38149 - Iscritto da: 29/8/2006
Quotando: SILVIETTINA
Quotando: duca minimo
Quotando: SILVIETTINAquesti CA-PITALI-STI hanno tutti la faccia uguale..........provate a smentirmihihihihihi1608510335.jpg



resta sempre un dubbio: meglio non averli o averli ? Eh...questi "imprenditori" / datori di lavoro ...

è il lavoro che nobilita l'uomo o viceversa ?





...... CERTAMENTE meglio non averli se questi sono i risultatihihihihihi




Bene ...soprattutto da un punto di vista ambientale ...ma io e te siamo "sognatori" e ...ipocriti ...
125 di 2887 - 12/6/2013 18:36
SILVIETTINA N° messaggi: 12643 - Iscritto da: 28/6/2007
IPOCRITI? una ventina d'anni di "nostri" lavori forzati e se ne esce.... paga sempre il popolino caro duca e i ca-pitali-sti ingrassano ancor di più nei momenti di crisi....demagogia? NO... STORIA



12.6.2013
Napolitano: dramma disoccupazione giovanile


"Lo scenario economico e sociale è difficile, su questo gravano i pesanti effetti della persistente recessione". Così il Capo dello Stato in un messaggio al segretario generale della Cisl Bonanni

Bonanni avverte: "Il Paese sull'orlo del collasso Si taglino le tasse alle imprese che assumono"
Consumi in flessione, Sangalli: "Mai così male"
17:17 - "Riuscire a tenere insieme la difesa dei diritti e della dignità del lavoro con l'individuazione degli interventi per superare la drammatica caduta dell'occupazione specie giovanile". E' l'appello del Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, in un messaggio per l'apertura del XVII Congresso confederale della Cisl. "Lo scenario economico e sociale - spiega - è difficile e oltre questo gravano i pesanti effetti della persistente recessione".
'Le organizzazioni sindacali - scrive Napolitano nel messaggio al segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni - si trovano di fronte a una sfida di grande complessità: si tratta di riuscire a tenere insieme la prioritaria difesa dei diritti e della dignità del lavoro con l'individuazione degli interventi e degli strumenti innovativi necessari per superare, attraverso l'aumento della produttività e della competitività dell'economia italiana e anche attraverso il ricorso a forme coraggiose di solidarietà, la drammatica caduta dell'occupazione specie giovanile".


126 di 2887 - 12/6/2013 18:40
duca minimo N° messaggi: 38149 - Iscritto da: 29/8/2006
Quotando: SILVIETTINAIPOCRITI? una ventina d'anni di "nostri" lavori forzati e se ne esce.... paga sempre il popolino caro duca e i ca-pitali-sti ingrassano ancor di più nei momenti di crisi....demagogia? NO... STORIA


12.6.2013
Napolitano: dramma disoccupazione giovanile

"Lo scenario economico e sociale è difficile, su questo gravano i pesanti effetti della persistente recessione". Così il Capo dello Stato in un messaggio al segretario generale della Cisl Bonanni

Bonanni avverte: "Il Paese sull'orlo del collasso Si taglino le tasse alle imprese che assumono"
Consumi in flessione, Sangalli: "Mai così male"
17:17 - "Riuscire a tenere insieme la difesa dei diritti e della dignità del lavoro con l'individuazione degli interventi per superare la drammatica caduta dell'occupazione specie giovanile". E' l'appello del Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, in un messaggio per l'apertura del XVII Congresso confederale della Cisl. "Lo scenario economico e sociale - spiega - è difficile e oltre questo gravano i pesanti effetti della persistente recessione".
'Le organizzazioni sindacali - scrive Napolitano nel messaggio al segretario generale della Cisl, Raffaele Bonanni - si trovano di fronte a una sfida di grande complessità: si tratta di riuscire a tenere insieme la prioritaria difesa dei diritti e della dignità del lavoro con l'individuazione degli interventi e degli strumenti innovativi necessari per superare, attraverso l'aumento della produttività e della competitività dell'economia italiana e anche attraverso il ricorso a forme coraggiose di solidarietà, la drammatica caduta dell'occupazione specie giovanile".




Credimi Silviettina ...la coscienza di ognuno di noi , dall'operaio che lavora davanti all'altto forno ( e non sa così Gabetti ndr ) al Notaio più famoso d'Italia ( fai te ) , si può solo giudicare a priori , non capire a prescindere ...
127 di 2887 - 12/6/2013 18:59
SILVIETTINA N° messaggi: 12643 - Iscritto da: 28/6/2007
...io giudico e capisco quello che vedo quanti capitalisti si sono suicidati in questo periodo di crisi? nessuno.....quanti capitalisti hanno dovuto vendere la propria dimora per sopravvivere? nessuno, quanti capitalisti rinunceranno alla vacanza estivaahahahahaha? nessuno, quanti capitalisti hanno provato a vivere con una pensione minima per capire cosa significa NESSUNO e potrei continuare .......siamo allo sfascio non Fascio dove sicuramente almeno l'ideale nobilitava la famiglia e il lavoro
128 di 2887 - 12/6/2013 19:20
SILVIETTINA N° messaggi: 12643 - Iscritto da: 28/6/2007
.....iniziamo col ridurre la ricchezza di questo 10% di un 50%..... e sicuramente non si suicideranno o venderanno casahahahahahahaha






un primoFisac-Cgil: “Metà della ricchezza italiana è in mano al 10% delle famiglie”

In 4 anni, dal 2009 al 2012, un lavoratore dipendente in media ha percepito 104mila euro di salario lordo. Un amministratore delegato ha accumulato invece 17 milioni e 304mila euro


di Redazione Il Fatto Quotidiano | 18 maggio 2013


Cresce e si divarica sempre più la forbice delle disuguaglianze sociali: il 10% delle famiglie italiane detiene poco meno della metà (47%) della ricchezza totale, mentre il resto (53%) è suddiviso tra il 90% delle famiglie. Lo segnala la Fisac Cgil, sulla base di uno studio sui salari nel 2012. Una differenza che diventa macroscopica mettendo a confronto il compenso medio di un lavoratore dipendente e quello di un top manager: nel 2012 il rapporto è stato di 1 a 64 nel settore del credito, di 1 a 163 nel resto del campo economico. Nel 1970, sempre secondo lo studio del sindacato del credito della Cgil, tale rapporto era di 1 a 20.

“Qui c’è la vera ingiustizia”, commenta il segretario generale della Fisac, Agostino Megale. In pratica, in 4 anni, dal 2009 al 2012, un lavoratore dipendente in media ha percepito 104mila euro di salario lordo. Un amministratore delegato (dati riferiti ai primi 10 gruppi per capitalizzazione a Piazza Affari), nella media dei 4 anni, ha accumulato invece 17 milioni e 304mila euro, con una differenza a favore di quest’ultimi di 17.200.000 euro. Il rapporto calcola in 26mila euro lordi il salario medio di un dipendente, a fronte dei 4 milioni e 326mila euro del compenso medio per un top manager.

Per Megale, i numeri del rapporto sottendono “un distacco enorme che richiede subito una legge che imponga un tetto alle retribuzione dei top manager”. Infatti, prosegue, “in questi sei anni di crisi il potere d’acquisto dei salari e delle pensioni si è più che dimezzato mentre non hanno subito alcuna flessione i compensi dei top manager, così come nessuna incidenza ha subito quel 10% di famiglie più ricche, incrementando la forbice delle diseguaglianze”. La proposta della Fisac è quindi quella di un’imposta patrimoniale per le famiglie che possono contare su una ricchezza complessiva oltre gli 800mila euro, pari a 1 milione e 208.000 famiglie, in pratica la metà del gruppo delle più ricche (2 milioni e 400mila, che possiedono mediamente circa 1,6 milioni di euro).

Nel 2012 il salario netto mensile percepito da un lavoratore standard è stato pari a 1.333 euro che cala del 12% se si tratta di una dipendente donna e del 27% se è giovane (973 euro). Per i giovani poi la retribuzione in 10 anni non si è mai accresciuta: mille euro mensili circa in busta paga, immutata dal 2003.
129 di 2887 - 12/6/2013 19:54
SILVIETTINA N° messaggi: 12643 - Iscritto da: 28/6/2007
l'osannato salvatore ........sicuramente più bravo un bimbo retribuito con un leccaleccahahahahahahahaha









Dago spia Riccardi e svela come Monti ha bastonato l’Italia per far felice la Merkel: nessuno smentisce

8 giugno 2013 | Autore Nicoletta Forcheri | Stampa articolo Stampa articolo


07 GIU 17:23 Fonte: http://www.dagospia.com/rubrica-3/politica/dago-spia-riccardi-e-svela-come-monti-ha-bastonato-litalia-per-far-felice-la-57269.htm

Belpietro: “Su Dagospia leggiamo che uno degli uomini più vicini all’ex premier ha alzato il velo sul suo sadismo politico: stritolare gli italiani per dimostrare ai tedeschi che ‘facevamo sul serio’. Monti era un mero esecutore che cercava di imporre la soluzione finale all’Italia”…


Maurizio Belpietro per “Libero“

riccardi montiRICCARDI MONTI

Le lacrime di Elsa Fornero il giorno in cui presentò agli italiani la riforma delle pensioni sono passate alla storia. Lo povera ministra Frignero ci stangava, costringendoci ad andare in pensione alla vigilia dei settant’anni, ma ci dimostrò che soffriva le pene dell’inferno. Il pianto mostrava il volto umano dei tecnici i quali si accingevano a tirarci il collo ma per il nostro bene.

MONTI RICCARDIMONTI RICCARDI

Così almeno sosteneva gran parte della stampa nazionale, che di fronte a Mario Monti e ai suoi ministri era in adorazione e ogni volta che parlava del professore lasciava un filo di bava sulle pagine. Per quanto ci riguarda abbiamo sempre dubitato che la cura impostaci servisse a farci star meglio e anzi abbiamo in più di un’occasione sostenuto che le misure badavano solo a compiacere Frau Merkel, cioè il panzer piazzato a difesa dei forzieri tedeschi. Le terapie adottate non potevano che peggiorare le condizioni del malato, rendendolo ancor più debole di quanto già non fosse.

ANDREA RICCARDI E MARIO MONTI FOTO INFOPHOTOANDREA RICCARDI E MARIO MONTI FOTO INFOPHOTO

Col passare dei mesi la nostra diagnosi è stata confermata e infatti non c’è dato macroeconomico che testimoni un miglioramento del nostro Paese, se non la riduzione del deficit di bilancio, indicatore caro ai ragionieri di Bruxelles ma di certo non è in grado di sfamare le persone rimaste senza stipendio. Tutto ciò premesso, non si conosceva però come si fosse giunti ad alcune decisioni. Come cioè siano nate le stangate che i tecnici ci hanno impartito nell’anno in cui si sono presuntuosamente auto-investiti dell’incarico di salvare l’Italia.

Merkel e MontiMERKEL E MONTI

Ad alzare il velo ci pensa ora Andrea Riccardi, ex ministro della cooperazione e uno degli uomini più vicini a Monti nel momento in cui il presidente del Consiglio decise di intraprendere la sua «salita» in campo. Secondo quanto riportava ieri Dagospia, Riccardi, patron della comunità di San Egidio, in più di un’occasione avrebbe raccontato i retroscena di alcune sedute del consiglio dei ministri, retroscena che ieri, a tarda sera, non avevano ricevuto alcuna smentita.

In che cosa consistono questi segreti dietro le quinte? Il sito online racconta, attribuendoli a Riccardi, particolari inediti, sostenendo che il governo di Monti si sarebbe comportato «con un sadismo politico servile alla Merkel e alla Germania come nessuno mai prima aveva fatto in Italia». Testuale. Detto da noi (che infatti lo scrivemmo poco giorni dopo il varo della manovra, l’otto dicembre del 2011) sarebbe stato normale. Detto da Riccardi, cioè da colui che ha condiviso le scelte di Monti, no.

MONTI FORNEROMONTI FORNERO

Perché significa che l’ex presidente del Consiglio venerato da giornalisti e establishment, l’uomo che tutti descrivevano impegnato fino allo spasmo a salvarci, in realtà non faceva i nostri interessi, ma quelli dei tedeschi. Ma prendiamo le parole dell’ex ministro della cooperazione riportate da Dagospia.

«Più Monti assumeva provvedimenti lacrime e sangue, più esodati la Fornero creava, più saliva la protesta e la sofferenza delle classi più deboli, più a Palazzo Chigi erano soddisfatti perché proprio quella era la dimostrazione lampante di credibilità verso la signoraMerkel. Cioè, più legnate riuscivano a dare al Paese e più pensavano di essere forti in Europa».

MARIO MONTI ELSA FORNEROMARIO MONTI ELSA FORNERO

Capito? Altro che lacrime. Questi ci stangavano e si fregavano le mani dalla contentezza. Eravamo diventati una specie di dépendance di Cruccolandia. A Berlino si dettava la linea e a Roma la si eseguiva. E più male faceva agli italiani e per loro meglio era. Il commento di Riccardi secondo il sito online è racchiuso in quattro parole. «Follia allo stato puro ».

L’ex ministro rivela anche che Mario Monti era convinto di dover distribuire legnate per rieducare gli italiani. Si sentiva un professore che stanga gli alunni svogliati per indurli a studiare a comportarsi meglio. Nel nostro caso gli italiani dovevano imparare che il bengodi era finito, adeguandosi a un tenore di vita e di benessere più basso di quello cui erano abituati.

MONTI GRILLIMONTI GRILLI

Per questo è stato fatto un uso propagandistico di Equitalia, colpendo «indicatori di ricchezza come le auto e le barche, scoraggiandone l’uso anche a chi le tasse le pagava». Il tutto, aggiunge Riccardi, «mentre il benessere personale del senatore a vita Mario Monti non ne ha mai sofferto, ovviamente».

La confessione getta una nuova luce su quello che è stato il governo dei tecnici e sulle motivazioni che lo hanno indotto a imporre al Paese un’austerità a base di tasse e non di tagli. Monti era un mero esecutore. Un travet della stangata che cercava di imporre la soluzione finale all’Italia. A maggior ragione, dopo aver letto la ricostruzione del ministro Riccardi, ci sentiamo di dire che il nostro Paese deve trovare la propria strada per uscire dalla crisi. Basta con le cure imposte dall’alto. Stop ai diktat di Berlino.

Non siamo una succursale del Bundestag, ma siamo il Paese che fino al 2001 aveva una bilancia commerciale migliore di quella tedesca. Ieri, anche Silvio Berlusconi ha dato l’altolà alla politica di Angela Merkel, arrivando a dire che se necessario si dovranno scomporre imeccanismi dell’area Euro. Benvenuto nel club. Non degli euroscettici, ma degli europei che non si bevono tutte le scemenze che calano da Bruxelles.




130 di 2887 - 12/6/2013 21:37
duca minimo N° messaggi: 38149 - Iscritto da: 29/8/2006


Demagogia allo stato puro ...


D'agostino è il prodotto, all'ennesima potenza, del disfattismo italiano, dell'antipatriottismo per definizione e dell'inutilità allo stato puro di una opinione giornalistica che non ha mai messo le mani nella merda ...


Ci si mette un nulla apretendere la ragione , è averla , però, che conta ...




131 di 2887 - 12/6/2013 21:40
duca minimo N° messaggi: 38149 - Iscritto da: 29/8/2006
Quotando: SILVIETTINA...io giudico e capisco quello che vedo quanti capitalisti si sono suicidati in questo periodo di crisi? nessuno.....quanti capitalisti hanno dovuto vendere la propria dimora per sopravvivere? nessuno, quanti capitalisti rinunceranno alla vacanza estivaahahahahaha? nessuno, quanti capitalisti hanno provato a vivere con una pensione minima per capire cosa significa NESSUNO e potrei continuare .......siamo allo sfascio non Fascio dove sicuramente almeno l'ideale nobilitava la famiglia e il lavoro




E' la legge della jungla , Silviettina ...

una società moderna, definibile tale , deve impegnarsi nel dare a TUTTI la stessa opportunità ...

questo NON E' POSSIBILE ...le differenze esisteranno sempre ...

non puoi fare ad un gatto il leone ...saranno entrambi felini , ma ...
132 di 2887 - 12/6/2013 22:40
SILVIETTINA N° messaggi: 12643 - Iscritto da: 28/6/2007
Quotando: duca minimo
Quotando: SILVIETTINA...io giudico e capisco quello che vedo quanti capitalisti si sono suicidati in questo periodo di crisi? nessuno.....quanti capitalisti hanno dovuto vendere la propria dimora per sopravvivere? nessuno, quanti capitalisti rinunceranno alla vacanza estivaahahahahaha? nessuno, quanti capitalisti hanno provato a vivere con una pensione minima per capire cosa significa NESSUNO e potrei continuare .......siamo allo sfascio non Fascio dove sicuramente almeno l'ideale nobilitava la famiglia e il lavoro



E' la legge della jungla , Silviettina ...

una società moderna, definibile tale , deve impegnarsi nel dare a TUTTI la stessa opportunità ...

questo NON E' POSSIBILE ...le differenze esisteranno sempre ...

non puoi fare ad un gatto il leone ...saranno entrambi felini , ma ...






......nella giungla hai detto bene ma in una società culturalmente evoluta non dovrebbe vigere solamente la legge del più forte mica siamo animali eppure ci ritroviamo proprio in una giungla dove le leggi sono fatte su misura e a sola tutela del più forte e chi paga sempre il più debole.......VERISSIMO le differenze ci sono sempre state e sempre ci saranno infatti non mi meraviglia la cosa anzi credo che sia giusta le capacità devono essere sempre premiate ma uno "SPUDORATO" divario economico è lesivo della dignità umana particolarmente nei periodi di crisi e poi non lamentiamoci se povertà disoccupazione e miseria in un futuro nemmeno troppo lontano ci portino a guerre civili o almeno potrebbe essere questo uno degli scenari possibili se le cose non cambieranno
133 di 2887 - 12/6/2013 22:51
davide69 N° messaggi: 1905 - Iscritto da: 28/1/2013
Io ho la materia prima per cambiare il sistema!!!
134 di 2887 - 13/6/2013 06:38
duca minimo N° messaggi: 38149 - Iscritto da: 29/8/2006
Quotando: davide69Io ho la materia prima per cambiare il sistema!!!




Ecco ...appunto ...abbiamo bisogno di questa "materielità " per cambiare sistema , o è proprio la mancanza di "ANTI-MATERIALISMO" che ci ha portato qui ?

Silviettina è stupenda, nella sua superficialità e semplicità, divide il mondo in due gruppi : i troppo ricchi ( chissà di che cosa ) e i troppo poveri ( che magari lo vogliono essere ) ...


siamo noi li in mezzo l'imbarazzante realtà ...

Noi , per esempio , che siamo pur sempre CAPITALISTI se investiamo in borsa ...sapendo , per esempio , che GABETTI CEMENTIFICA e vende CEMENTO ...

Ipocrisia e assurdità , che sintetizzo con un esempio : io non fumo .
135 di 2887 - 13/6/2013 12:07
SILVIETTINA N° messaggi: 12643 - Iscritto da: 28/6/2007
e allora? ok
chiudiamo_gli_occhi.jpg
136 di 2887 - 14/6/2013 06:55
duca minimo N° messaggi: 38149 - Iscritto da: 29/8/2006


Brava, concentrati ...che i problemi del mondo non possono essere risolti ( sono una ragione di vita ) ...

137 di 2887 - 14/6/2013 13:31
SILVIETTINA N° messaggi: 12643 - Iscritto da: 28/6/2007
Quotando: duca minimoBrava, concentrati ...che i problemi del mondo non possono essere risolti ( sono una ragione di vita ) ...
[/quote


....questo tipo ti smentiscehehehehe
http://youtu.be/r8nkeqyPYB0
138 di 2887 - 14/6/2013 18:24
SILVIETTINA N° messaggi: 12643 - Iscritto da: 28/6/2007
non riesco a individuare il particolare nella foto eppure mi dicono che c'è.............bahhhh!!!!!!!!!!io non vedo niente di anomalo
marcegaglia-pinocchio1.jpg
139 di 2887 - 14/6/2013 21:18
duca minimo N° messaggi: 38149 - Iscritto da: 29/8/2006
Quotando: SILVIETTINA
Quotando: duca minimoBrava, concentrati ...che i problemi del mondo non possono essere risolti ( sono una ragione di vita ) ...
[/quote

....questo tipo ti smentiscehehehehehttp://youtu.be/r8nkeqyPYB0




Dio santo ...
140 di 2887 - 14/6/2013 21:20
duca minimo N° messaggi: 38149 - Iscritto da: 29/8/2006


Questi azionisti "contenti" del loro investimento mi intrigano ...


Io, se non sono sicuro della buona fede di mia moglie la lascio ( forse la apro anche ...) ...
2887 Commenti
 ...   7   ... 
Titoli Discussi
BIT:GAB 0.32 1.9%
Gabetti
Gabetti
Gabetti
Indici Internazionali
Australia 0.8%
Brazil 0.7%
Canada 0.3%
France -0.6%
Germany -0.3%
Greece -0.0%
Holland -0.1%
Italy -0.6%
Portugal -0.2%
US (DowJones) 0.1%
US (NASDAQ) 0.5%
United Kingdom -0.5%
Rialzo (%)
BIT:BLUE 1.45 12.4%
BIT:ATH 0.79 12.0%
BIT:RN 0.04 10.7%
BIT:EEMS 0.15 10.5%
BIT:TSLA 533 9.0%
BIT:FAR 8.15 8.9%
BIT:ELES 4.84 6.8%
BIT:IE 5.80 6.6%
BIT:BIM 0.14 4.9%
BIT:INTC 56.00 4.4%
La tua Cronologia
BIT
GAB
Gabetti
Registrati ora per visualizzare questi strumenti nella tua watchlist streaming.

Il Monitor ADVFN ti permette di visualizzare fino a 110 titoli ed è completamente gratuito.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V: D:20200122 17:10:48