Lista Discussioni

Crea Discussione

Aggiorna

Utenti Filtrati

Utenti Bannati

Notifiche

Mio Profilo

Cerca

Reno De Medici (RM)

- Modificato il 05/5/2011 09:23
Made73 N° messaggi: 394 - Iscritto da: 28/3/2007

BILANCIO I TRIMESTRALE 2011: Si converrà con me che con dei risultati del genere è difficile pensare che il titolo resti così sotto stimato ancora per molto.

TRATTO DALLA RELAZIONE DEL I TRIMESTRE 2011

"Il Gruppo Reno De Medici chiude positivamente il primo trimestre del 2011, con ricavi in crescita ed un utile netto di 2,2 milioni di Euro, rispetto ad una perdita di 1,9 milioni di Euro consuntivata nello stesso periodo dell’anno precedente. In sensibile crescita anche l’EBITDA, passato dai 7,1 milioni di Euro del primo trimestre 2010 ad 11,2 milioni di Euro.

La domanda europea in termini di tonnellate spedite mostra una crescita contenuta, pari al 2,5%, rispetto all’analogo periodo dell’anno precedente, seppur in un contesto di mercato che mostra una leggera flessione di ordinativi rispetto agli ultimi trimestri dell’anno precedente.

Il trimestre è stato caratterizzato anche da un generale incremento di costo dei principali fattori di

produzione, fibre cellulosiche, sia vergini che di recupero ed energie (gas ed energia elettrica). Al fine di preservare la marginalità, la Società ha annunciato un incremento di prezzo su tutti i mercati con efficacia sulle consegne a partire dal 15 aprile. L’impatto di tale aumento si evidenzierà nel corso dei trimestri successivi. L’andamento della quotazione delle fibre è legato:

Per la fibra vergine ad uno sbilancio della domanda rispetto all’offerta a seguito delle chiusura di diverse fabbriche di cellulosa negli anni della recente crisi;

Per la fibra di recupero alla continua riduzione nella generazione di maceri da parte dell’industria

grafica, e all’export verso l’Estremo Oriente.

L’andamento dei prezzi dell’energia, e del petrolio in particolare, mostra un trend rialzista motivato:

Da una forte attività speculativa connessa alla crisi nord africana ed alla la tragedia di Fukushima;

Dalla più elevata domanda di combustibili legata alla significativa attività economica nei paesi BRIC, affiancata da un più modesto incremento dell’attività produttiva nei paesi industrializzati.

La produzione del Gruppo nel periodo ha raggiunto le 243 mila tonnellate, rispetto alle 226 mila tonnellate dello stesso periodo del 2010; con riferimento ai volumi venduti, le quantità spedite ammontano a circa 241 mila tonnellate, rispetto alle 235 mila tonnellate del 2010.

I ricavi di vendita consolidati del periodo ammontano a 138 milioni di Euro, in crescita del +20% rispetto al 2010, grazie all’aumento dei ricavi unitari ed ai maggiori volumi di vendita prima ricordati.

Circa le voci di costo, oltre alle materie prime d’impasto e all’energia, si segnala il leggero aumento, in cifra assoluta, del costo del lavoro rispetto all’anno precedente; migliorano invece gli indicatori di produttività (tonnellate prodotte per addetto) ed efficienza (costo del lavoro per unità di prodotto).

In definitiva, l’EBITDA consolidato si attesta a 11,2 milioni di Euro, rispetto agli 7,1 milioni di Euro consuntivati nello stesso periodo del 2010.

Il Risultato Operativo consolidato è positivo per 4,7 milioni di Euro, rispetto ai 0,3 milioni di Euro positivo consuntivato nello stesso periodo del 2010.

Sostanzialmente invariati gli Oneri Finanziari Netti rispetto al primo trimestre del 2010. I benefici prodotti dalla diminuzione dell’indebitamento sono stati infatti assorbiti dal venir meno dei proventi su cambi dei quali aveva beneficiato il primo trimestre dell’anno precedente, per il temporaneo apprezzamento del dollaro. Si segnala anche il leggero rialzo dei tassi di interesse.

La Posizione Finanziaria Netta è scesa sotto la soglia dei 100 milioni di Euro, in ulteriore miglioramento rispetto ai 106,5 milioni di Euro del dicembre 2010, effetto dovuto sia della positiva performance economica che della gestione del circolante, in calo di circa 5 milioni di Euro.

Il mix geografico dei ricavi del Gruppo nel primo trimestre del 2011 risente delle diverse dinamiche delle sue componenti: crescita più marcata nei mercati extra‐UE, trainata soprattutto dalle vendite in Turchia e, in minor misura, nei mercati Overseas, rispetto al mercato nazionale, con conseguente aumento del peso europei dei mercati extra UE. Da notare che la crescita dei fatturati è sostanzialmente attribuibile all’aumento dei prezzi di vendita, ad eccezione della Turchia, dove si registra una crescita rilevante delle quantità vendute."


http://www.renodemedici.it/cgi-bin/bilanci/doc/RDM%20-Resoconto%20Intermedio%20di%20gestione%20al%2031%20marzo%202011.pdf





Lista Commenti
47 Commenti
 2 
21 di 47 - 17/10/2013 19:36
roger972 N° messaggi: 266 - Iscritto da: 20/1/2011
a 0.31 ne vendo un terzo e vado sul mio vecchio amore ARENA, ma su questo sconsiglio l'acquisto ;) troppo un titolo da polli. :D
MODERATO rafzal (Utente disabilitato) N° messaggi: 4007 - Iscritto da: 15/2/2013
MODERATO rafzal (Utente disabilitato) N° messaggi: 4007 - Iscritto da: 15/2/2013
MODERATO rafzal (Utente disabilitato) N° messaggi: 4007 - Iscritto da: 15/2/2013
MODERATO 13sara (Utente disabilitato) N° messaggi: 4928 - Iscritto da: 12/12/2012
MODERATO rafzal (Utente disabilitato) N° messaggi: 4007 - Iscritto da: 15/2/2013
27 di 47 - 14/2/2014 16:36
vins3000 N° messaggi: 473 - Iscritto da: 16/1/2012
Destinazione 0,48 prezzo di carico del socio di maggioranza ...
Opa in arrivo???
28 di 47 - 15/2/2014 00:31
vins3000 N° messaggi: 473 - Iscritto da: 16/1/2012
soldi in cassa !! Strano che oggi non l'abbiano annunciato sul sito

Leicester, UK, 13 feb 2014 (Comunicato stampa)-Warren Board Sales Ltd., leader cartoncino e cartone grafica rivenditore indipendente del Regno Unito, ha annunciato di aver fatto un notevole investimento in attrezzature acquistando i macchinari da Reno De Medici ( impianti e Wednesbury RDM) UK'S, allo stesso tempo, ha stipulato un accordo di fornitura commerciante sia per bobine e fogli di mercato del Gruppo leader grado liner, Serviliner. Nel corso delle prossime settimane, Warren Consiglio inizierà spostare la macchina ad un impianto di recente acquisizione in Wednesbury nel West Midlands, da cui saranno in grado di offrire una gamma maggiore di servizi tra cui Reel-to-sheet, riavvolgimento e Guillotining pure capacità di stoccaggio aggiuntiva. La nuova struttura opererà sotto il nome, Warren convertitori Limited. In aggiunta a questo acquisto, Warren Consiglio ha anche acquisito un volume significativo di cartoncino magazzino, ognuno dei quali è ora disponibile per la visualizzazione sul proprio sito Warren Board Home Page. Regime di approvvigionamento alternative sono già stati istituiti per garantire che i clienti esistenti RDM britannici continueranno ad avere accesso a Serviliner durante questo processo di trasferimento. Commentando gli annunci, Kieran Ferguson, Amministratore Delegato di Warren Consiglio ha dichiarato: "Come società indipendente con accesso a una gamma molto più ampia di prodotti che erano disponibili a RDM Regno Unito, crediamo che saremo in grado di presentare un'offerta di servizio che non è seconda a nessuno nel settore, aumentando così le opportunità sia per i clienti e fornitori. " Questo investimento è sul retro del bando in gennaio che Warren Consiglio ha aderito al Gruppo AIMS, il più grande consorzio commerciante indipendente del Regno Unito. Questo ultimo sviluppo rappresenta la fase successiva di piani di crescita di Warren. Con una storia di trading 37 anni e che operano da 100.000 premesse metri quadrati a Glenfield, Leicestershire, Warren Board Sales avvale di un team di circa 30 persone con una esperienza nel settore combinata di oltre 300 anni in tutta la sua squadra. A proposito di Warren Board Sales Ltd: Warren Board Sales Ltd., è leader cartoncino del Regno Unito indipendente e cartone grafica rivenditore, con sede a Glenfield, Leicestershire, con una vasta gamma magazzino di prodotti di qualità da alcuni dei principali produttori al mondo. -

UK's Warren Board buys machinery from Reno De Medici's Wednesbury plant, enters into merchant supply agreement for the group's Serviliner | PPI Packaging Technology
29 di 47 - 22/3/2014 12:02
sortilegio N° messaggi: 1625 - Iscritto da: 08/3/2014
attenzione a come inizia la settimana
sopra 0.348 riparte
30 di 47 - 29/1/2015 16:10
tarzan7 (premium) N° messaggi: 799 - Iscritto da: 18/5/2008
buona sera
dove siede??
tutti svenuti
per che sale?????
31 di 47 - 11/2/2015 12:14
tarzan7 (premium) N° messaggi: 799 - Iscritto da: 18/5/2008
buon giorno
signori
quanto crescerà??
io direi quasi 1€
e voi???
32 di 47 - 11/2/2015 12:18
GIOLA N° messaggi: 27475 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: tarzan7 - Post #31 - 11/Feb/2015 12:14buon giorno
signori
quanto crescerà??
io direi quasi 1€
e voi???



p.php?pid=chartscreenshot&u=yUBi%2B4feHht9Klc6DL6nEKBihR%2FprQ1w&kslash=s
33 di 47 - 11/2/2015 12:24
tarzan7 (premium) N° messaggi: 799 - Iscritto da: 18/5/2008
è un bel grafico
che vuol dire che supererà il 0,5 €
cosi si legge il grafico
34 di 47 - 11/2/2015 12:28
GIOLA N° messaggi: 27475 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: tarzan7 - Post #33 - 11/Feb/2015 12:24è un bel grafico
che vuol dire che supererà il 0,5 €
cosi si legge il grafico



Perdona Tarzan7: guardando il grafico deduci che Reno arriverà a 0,5 €?
35 di 47 - 11/2/2015 13:09
tarzan7 (premium) N° messaggi: 799 - Iscritto da: 18/5/2008
secondo me si
tutto secondo e,raccomando
tutte le righe che ci sono sembra che schizza in su
poi diciamo tutte le informazione reno sono bellissime
poi tutte le azioni che sono a questo prezzo, va sempre su
0,5 €
come dire-- 0,1-0,5 seno-- 0,5--1 €
ma, il titolo è bellissimo come grafico e come azienda e notizia
può esplodere
e probabile che supera il 0,5
spero che hai capito il mio piccolo discorso
io la penso cosi

36 di 47 - 11/2/2015 13:11
tarzan7 (premium) N° messaggi: 799 - Iscritto da: 18/5/2008
e poi diciamo
che adesso la borsa fa un po pena
37 di 47 - 12/2/2015 13:16
tarzan7 (premium) N° messaggi: 799 - Iscritto da: 18/5/2008
è un bel segno, se fa cosi????
38 di 47 - 13/2/2015 11:03
GIOLA N° messaggi: 27475 - Iscritto da: 03/9/2014
Reno de Medici, un produttore di cartoncino per imballaggi, ha comunicato ieri di aver chiuso il 2014 con un utile netto di 5,8 milioni di euro, più che raddoppiato rispetto ai 2 milioni del 2013, nonostante ricavi in calo a 426,1 milioni (da 428,4).
L'ebitda è salito a 41,6 milioni da 38,9, mentre il risultato operativo è cresciuto a 18,8 milioni di euro.

I dati sono oltre le attese grazie a inferiori costi per l'energia ed alle efficienze operative.
Il CdA ha deciso inoltre di de consolidare l'impianto spagnolo poiché ritenuto non più strategico.
Alziamo la raccomandazione a MOLTO INTERESSANTE, il target price sale a 0,45 euro da 0,40 euro. (WEBSIM)
p.php?pid=chartscreenshot&u=dAqG0iVqDTyVXS2NCmitmNH2tA8dba%2Bs&kslash=s
39 di 47 - 13/2/2015 11:50
GIOLA N° messaggi: 27475 - Iscritto da: 03/9/2014
Dopo la diffusione dei risultati preliminari del 2014 gli analisti di Intermonte hanno alzato da 0,4 euro a 0,45 euro il target price su Reno de Medici, in seguito al miglioramento delle stime sull’utile per azione per il biennio 2015/2016. Gli esperti ora prevedono un risultato finale rispettivamente di 0,031 euro e di 0,034 euro per azione. Al contrario gli analisti ritengono che anche nei prossimi due esercizi la società non distribuirà il dividendo. Intermonte ha anche migliorato il giudizio su Reno de Medici e ora consiglia l’acquisto delle azioni.


p.php?pid=chartscreenshot&u=cWP2hHKEGGmvQTbYBqcrXf7jt%2B%2B1Y8ok&kslash=s
40 di 47 - 13/2/2015 14:14
GIOLA N° messaggi: 27475 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: giola - Post #39 - 13/Feb/2015 11:50Dopo la diffusione dei risultati preliminari del 2014 gli analisti di Intermonte hanno alzato da 0,4 euro a 0,45 euro il target price su Reno de Medici, in seguito al miglioramento delle stime sull’utile per azione per il biennio 2015/2016. Gli esperti ora prevedono un risultato finale rispettivamente di 0,031 euro e di 0,034 euro per azione. Al contrario gli analisti ritengono che anche nei prossimi due esercizi la società non distribuirà il dividendo. Intermonte ha anche migliorato il giudizio su Reno de Medici e ora consiglia l’acquisto delle azioni.
p.php?pid=chartscreenshot&u=cWP2hHKEGGmvQTbYBqcrXf7jt%2B%2B1Y8ok&kslash=s



R.De Medici sospesa (+10,03% teorico). Gli analisti di una primaria casa d'affari hanno alzato la raccomandazione sul titolo da outperform a buy, con prezzo obiettivo che passa da 0,4 a 0,45 euro. I risultati operativi 2014 sono stati "superiori alle attese" degli esperti.
47 Commenti
 2 
Titoli Discussi
BIT:RM 1.44 -0.1%
Reno De Medici
Reno De Medici
Reno De Medici
Indici Internazionali
Australia 0.2%
Brazil 0.4%
Canada 0.7%
France 1.6%
Germany 1.6%
Greece 0.3%
Holland 1.3%
Italy 1.4%
Portugal 1.7%
US (DowJones) 0.6%
US (NASDAQ) 0.8%
United Kingdom 1.3%
Rialzo (%)
BIT:YSFT 2.28 11.8%
BIT:GSP 3.66 10.9%
BIT:TPS 5.20 10.6%
BIT:NTW 0.06 9.9%
BIT:BIE 0.17 8.4%
BIT:WEB 2.06 8.4%
BIT:G.COM 4.44 6.0%
BIT:ESAU 3.34 5.7%
BIT:MFT 1.88 5.6%
BIT:REEVO 14.35 5.5%
La tua Cronologia
BIT
RM
Reno De Me..
Registrati ora per visualizzare questi strumenti nella tua watchlist streaming.

Il Monitor ADVFN ti permette di visualizzare fino a 110 titoli ed è completamente gratuito.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V: D:20210921 14:01:38