Lista Discussioni

Crea Discussione

Aggiorna

Utenti Filtrati

Utenti Bannati

Notifiche

Mio Profilo

Cerca

Tenaris (TEN)

- Modificato il 06/8/2017 10:02
GIOLA N° messaggi: 25478 - Iscritto da: 03/9/2014
Grafico Intraday: TenarisGrafico Storico: Tenaris
Grafico IntradayGrafico Storico
Grafico Intraday: TenarisGrafico Storico: Tenaris
Grafico IntradayGrafico Storico

 

TENARIS CON GRAFICI AFTER HOURS







Lista Commenti
313 Commenti
1     ... 
1 di 313 - 06/8/2017 09:33
GIOLA N° messaggi: 25478 - Iscritto da: 03/9/2014
Tenaris, i nuovi target price dopo la semestrale 2017

Non si sono fatte attendere le indicazioni delle banche d’affari su Tenaris dopo la diffusione dei risultati del primo semestre del 2017. Mediobanca ha limato da 18,5 euro a 18 euro il target price sulla società, in seguito alla riduzione delle stime sulla redditività per il biennio 2017/2018; tuttavia, la banca d’affari ha confermato il giudizio “Outperform” (farà meglio del mercato). Per lo stesso motivo Equita sim ha tagliato da 15,5 euro a 13,5 euro il prezzo obiettivo e ha ribadito il rating “Hold” (mantenere).

Kepler Cheuvreux ha sforbiciato da 12 euro a 11,5 euro il target price su Tenaris e ha confermato l’indicazione di ridurre l’esposizione del titolo in portafoglio.


4q77x
2 di 313 - 18/8/2017 14:58
GIOLA N° messaggi: 25478 - Iscritto da: 03/9/2014
OCCHIO ALLA POSSIBILE RIPARTENZA!

4uo-c
3 di 313 - 20/8/2017 10:49
GIOLA N° messaggi: 25478 - Iscritto da: 03/9/2014
Tenaris torna in utile ma pesa la pressione sui margini

Nonostante i vertici dell'azienda abbiano annunciato che nel primo semestre 2017 l’utile sia volato a 279,65 milioni dollari dai 4,9 milioni dello stesso periodo dell’anno scorso, il titolo è crollato. Preoccupa, infatti, l'andamento dei margini.

I vertici di Tenaris hanno infatti indicato che il recente rialzo dei costi delle materie prime impatterà sui margini. Comunque secondo Tenaris l’ebitda dovrebbe migliorare soprattutto a fine anno. Sulle prospettive dell’azienda ha puntato l’indice Credit Suisse che ha reiterato la raccomandazione di ‘Underperform’ su Tenaris. Gli esperti della banca svizzera hanno definito non particolarmente ‘Bullish’, entusiasmante l’ebitda di 399 milioni di dollari del primo semestre 2017.

Livello che mette in dubbio che siano raggiunte le previsioni per fine anno. Credit Suisse, ad esempio, ha messo in conto un ebitda dell’intero 2017 attorno a 1,3 miliardi di dollari. «Il dubbio rimane su quando avverrà la ripresa degli utili e se questa registrerà un’accelerazione tale da rendere interessante la società nei prossimi due anni. Ma noi non consideriamo realistico tale scenario, pur apprezzando l’andamento della generazione di cassa e la diversificazione geografica del gruppo», hanno commentato.

Per Credit Suisse, però, rimangono i rischi legati alle aree fuori dagli States e alla fine anche l’andamento dei prezzi negli Stati Uniti nei prossimi anni.

4v2qp
4 di 313 - 22/8/2017 13:40
GIOLA N° messaggi: 25478 - Iscritto da: 03/9/2014
SE NON RIMBALZA DA 11,2 € SON DOLORI!

4voo6
5 di 313 - 23/8/2017 10:37
gaio2 N° messaggi: 5314 - Iscritto da: 14/5/2008
Accumulato stamane. Quando rimbalzera' e lo farà.. non si entrerà facilmente
6 di 313 - 23/8/2017 11:47
dario963 N° messaggi: 240 - Iscritto da: 08/2/2015
Quotando: gaio2 - Post #5 - 23/Aug/2017 08:37Accumulato stamane. Quando rimbalzera' e lo farà.. non si entrerà facilmente

Dubito che ci sarà mai la calca per entrare su questo titolo!
7 di 313 - 23/8/2017 13:31
gaio2 N° messaggi: 5314 - Iscritto da: 14/5/2008
Quotando: dario963 - Post #6 - 23/Aug/2017 09:47
Quotando: gaio2 - Post #5 - 23/Aug/2017 08:37Accumulato stamane. Quando rimbalzera' e lo farà.. non si entrerà facilmente

Dubito che ci sarà mai la calca per entrare su questo titolo!

Lo ha fatto sempre ed ora non è diverso
8 di 313 - 25/8/2017 09:55
borsamania N° messaggi: 577 - Iscritto da: 09/6/2016
Come già evidenziato più volte il mese scorso, la violazione di 13.21 euro avrebbe fatto scattare ulteriori segnali di allarme per i corsi che in mancanza di una repentina inversione avrebbero rischiato di tornare a vedere quota 11.82 e 11.19 euro. Al momento il titolo è a quota 11.34 euro ed il successivo sostegno grafico è posizionato a quota 11.10 euro la cui rottura potrebbe spingere i corsi fino in area 10.74 euro, non lontano dal supporto fondamentale di medio termine posizionato a 10.34 euro (la cui violazione farà scattare forti vendite con un primo target in area 9.80 euro). Per assistere ad un concreto miglioramento della situazione il titolo dovrebbe riuscire ad assestarsi al di sopra di 12.50 euro, per poi puntare verso i primi target in area 13.52 euro. Il titolo in 6 mesi ha ceduto il 27%, il 10% in 12 mesi, il 32% in 3 anni ed il 30% in 5 (dal 2002 ad oggi +530%). Tenaris è uno dei peggiori titoli degli ultimi 3 mesi (7° posto).
9 di 313 - 27/8/2017 10:01
GIOLA N° messaggi: 25478 - Iscritto da: 03/9/2014
Tenaris, i nuovi target price dopo la semestrale 2017

Non si sono fatte attendere le indicazioni delle banche d’affari su Tenaris dopo la diffusione dei risultati del primo semestre del 2017. Mediobanca ha limato da 18,5 euro a 18 euro il target price sulla società, in seguito alla riduzione delle stime sulla redditività per il biennio 2017/2018; tuttavia, la banca d’affari ha confermato il giudizio “Outperform” (farà meglio del mercato).

Per lo stesso motivo Equita sim ha tagliato da 15,5 euro a 13,5 euro il prezzo obiettivo e ha ribadito il rating “Hold” (mantenere). Kepler Cheuvreux ha sforbiciato da 12 euro a 11,5 euro il target price su Tenaris e ha confermato l’indicazione di ridurre l’esposizione del titolo in portafoglio.

4xchr
10 di 313 - 28/8/2017 15:28
GIOLA N° messaggi: 25478 - Iscritto da: 03/9/2014
Euro forte e trivellazioni in calo piegano Tenaris

Le vendite sul titolo sono dettate, oltre che dal calo del Wti, dal fatto che la società è esposta al dollaro, scivolato sui nuovi minimi da gennaio 2015, e dalle statistiche settimanali che hanno indicato la seconda contrazione consecutiva dell'attività di trivellazione negli Stati Uniti

di Francesca Gerosa

L'euro forte e il calo delle trivellazioni in Nord America piegano Tenaris a Piazza Affari. L'azione segna una delle performance peggiori con una flessione dell'1,24% a 11,19 euro contro un indice Ftse Mib in calo dello 0,07% a 21.730 punti. Nell'ultimo mese ha perso circa il 17% del suo valore (-33% circa dall'inizio dell'anno). A pesare oggi sull'andamento del titolo non è solo il calo del prezzo del petrolio (Wti -1,11% a 47,34 dollari al barile).

Le vendite sono dettate dal fatto che la società è esposta al dollaro, scivolato sui nuovi minimi da gennaio 2015 a 1,1965 nelle prime battute odierne (ora il cambio euro/dollaro viaggia a 1,1936). D'altra parte dal meeting dei banchieri centrali di Jackson Hole non è emerso nulla di sconvolgente sul tema dei tassi di interesse. Il numero uno della Fed, Janet Yellen, e il numero uno della Bce, Mario Draghi, non hanno fornito alcuna indicazione operativa ai mercati. Questo, unito alla crescente perdita di credibilità del presidente Usa, Donald Trump, ha indebolito ulteriormente il biglietto verde e di riflesso Tenaris .

Altro elemento negativo sono le statistiche settimanali diffuse venerdì scorso da Baker Hughes che hanno indicato il secondo calo consecutivo dell'attività di trivellazione negli Stati Uniti. Nell'ultima settimana il numero di trivelle petrolifere attive è, infatti, sceso di 4 unità a 759, mentre il numero totale, comprendente anche il gas naturale, è calato di 6 unità a 940.

Il saldo rispetto a un anno fa resta nettamente positivo (+451), ma i dati sembrano confermare la tendenza già espressa dallo stesso gruppo a inizio agosto, in occasione dei conti del primo semestre 2017: a fronte di un rapido ritmo di incremento dell'attività in Usa e in Canada negli ultimi mesi, l'aspettativa per il secondo semestre è di un rallentamento a fronte della revisione dei piani di alcuni operatori petroliferi vista la flessione del prezzo del petrolio dall'inizio dell'estate.
4xoju
https://www.milanofinanza.it
11 di 313 - 05/9/2017 15:09
GIOLA N° messaggi: 25478 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: giola - Post #4 - 22/Ago/2017 11:40SE NON RIMBALZA DA 11,2 € SON DOLORI!

4voo6



E RIMBALZO FU...

50imd
12 di 313 - 05/9/2017 15:11
GIOLA N° messaggi: 25478 - Iscritto da: 03/9/2014
Tenaris, impatto limitato di Harvey sulle vendite in nord America

Tutti gli impianti di Houston, Freeport e Bay City del gruppo stanno gradualmente tornando all'operatività. Potrebbe esserci un impatto sulle vendite in Nord America nel terzo trimestre per i danni provocati a Eagleford, dove c'è il centro clienti, ma sarà modesto

di Francesca Gerosa

Gli impianti in Texas di Tenaris non hanno riportato danni sostanziali come conseguenza del passaggio dell'uragano Harvey. "Tutti gli impianti di Houston, Freeport e Bay City stanno gradualmente tornando all'operatività", ha fatto sapere la società in un comunicato. Anche la realizzazione della nuova fabbrica di Bay City sta riprendendo e, come annunciato precedentemente, la produzione della prima pipeline è posticipata a ottobre.

L'uragano non ha però risparmiato i dipendenti del gruppo. La società ha, infatti, sottolineato che il 36% dei 1.320 dipendenti dell'area di Houston è stato costretto a trasferirsi altrove. Tenaris ha, infine, avvertito che potrebbe esserci un impatto sulle vendite in Nord America (40% del totale del fatturato, ndr) nel terzo trimestre come conseguenza dei danni provocati a Eagleford, dove c'è il centro clienti, ma sarà "limitato".

Dunque, il rallentamento delle attività di perforazione ed estrazione nella regione di Eagle Ford in Texas, a seguito delle inondazioni, dovrebbe avere un impatto limitato sui conti di Tenaris , produttore di tubi senza saldatura per l'industria oil, nel terzo trimestre. "La notizia conferma che il rischio per Tenaris non è relativo agli impianti che producono tubi welded e con basso livello di utilizzo capacità bensì a un eventuale fermo delle attività da parte dei clienti su un trimestre già stagionalmente debole", hanno spiegato gli analisti di Equita, confermando il rating hold e il target price a 13,5 euro sull'azione.



50imd
https://www.milanofinanza.it
13 di 313 - 15/9/2017 08:51
GIOLA N° messaggi: 25478 - Iscritto da: 03/9/2014
ATTENZIONE: 1-2-3 LOW JOE ROSS LONG DA 11,5 €

55oeo
14 di 313 - 21/9/2017 15:36
GIOLA N° messaggi: 25478 - Iscritto da: 03/9/2014
Tenaris, Morgan Stanley: target a rischio per colpa di Harvey

Domani si terrà l'Analyst Day della società. Il broker vede rischi sui prossimi conti del terzo e quarto trimestre a causa del ritardo nell'avvio di un impianto dovuto all'uragano Harvey. Tenaris potrebbe anche abbassare l'aspettativa di un ebitda di poco più di 300 mln di dollari a trimestre nel 2018

di Francesca Gerosa

Morgan Stanley consiglia cautela su Tenaris in vista dell'Analyst Day di domani, visto che l'azione ha sottoperformato il settore durante il suo Analyst Day 7 volte negli ultimi 8 anni. Non solo. Gli esperti della banca d'affari vedono rischi sulla guidance, anche alla luce dell'impatto dell'uragano Harvey. Comunque, il rating sul titolo resta overweight con un target price a 38 dollari. L'azione al momento a Piazza Affari cede contro corrente rispetto al mercato l'1,73% a 11,90 euro.

"Nonostante la nostra visione strutturale positiva sui prodotti Octg (tubi destinati al settore petrolifero, ndr), siamo cauti su Tenaris in vista dell'Analyst Day in quanto l'azione ha sottoperformato l'indice oil service durante il suo Analyst Day 7 volte negli ultimi 8 anni e riteniamo che la guidance sia a rischio visti i ritardi nell'avviamento di un nuovo impianto, le pressioni sui costi e i recenti prezzi miti", spiegano gli analisti della banca d'affari.

Tenaris ha sovraperformato l'indice oil service del 7% da inizio anno grazie al suo profilo difensivo accoppiati con una forte crescita dei prezzi dei prodotti Octg, in aumento del 35% da inizio anno. Tuttavia, l'azione ha storicamente sottoperformato nei suoi Analyst Day con una performance relativa media del -1,8%.

Al contempo, Tenaris ha spesso utilizzato il suo Analyst Day per "telegrafare" i rischi più prossimi. Questi rischi in gran parte includono aspettative più soft a livello di utile, a causa di alcuni problemi di esecuzione, del mix avverso, dei venti contrari per quanto riguarda i costi e i prezzi, delle aspettative del consenso eccessivamente ottimiste.

In particolare, per domani gli analisti di Morgan Stanley vedono rischi sui prossimi conti del terzo e quarto trimestre a causa del ritardo nell'avvio di un impianto dovuto all'uragano Harvey. "Vediamo anche il rischio che Tenaris abbassi l'aspettativa di un ebitda di poco più di 300 milioni di dollari a trimestre nel 2018 a causa dei costi in aumento e degli ultimi dati deboli sui prezzi. Tuttavia, "manteniamo la nostra stima di un margine ebitda al 20% nel primo semestre del 2018 visto che il mercato dei tubi senza saldatura degli Stati Uniti rimane solido, con un minor impatto delle importazioni dalla Corea del Sud e il potenziale riavvio degli impianti di saldatura".

In ogni caso, "rimaniamo strutturalmente bullish sul mercato dei tubi Octg. Infatti la crescita prevista della produzione dovrebbe determinare una crescita robusta della domanda di prodotti Octg", precisano gli esperti della banca d'affari. Nel frattempo, "riteniamo che l'offerta sia limitata a causa dei tempi di consegna più lunghi e degli elevati investimenti per aggiungere capacità nel mercato Octg rispetto ad altri mercati".

NONSTANTE LA NOTIZIA, LA LINEA DEL PIAVE (MME50) TIENE!

57v2b
15 di 313 - 24/9/2017 08:41
GIOLA N° messaggi: 25478 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: giola - Post #13 - 15/Set/2017 06:51ATTENZIONE: 1-2-3 LOW JOE ROSS LONG DA 11,5 €

55oeo



RIMBALZO SULLA LINEA DEL PIAVE (MME50): MOLTO BENE!


58jzl
16 di 313 - 26/9/2017 07:52
sonlucky N° messaggi: 112 - Iscritto da: 17/6/2014
Mi sa che oggi si rischia di andare a ritestarla..
17 di 313 - 26/9/2017 16:01
tog2 N° messaggi: 685 - Iscritto da: 18/10/2013
Boh venduto con discreto gain non mi pare abbia la forza di rompere 12.3
18 di 313 - 26/9/2017 16:42
Ricleone1086 N° messaggi: 4455 - Iscritto da: 21/1/2014
Nn si capisce bene sinceramente. Non ha forza di salire(sembra), ma neanche tanta voglia di scendere. Quindi cosa si fa? Stamattina qualcuno è entrato pesante sul titolo. Poi dopo i vari giochino ed interessi lo hanno tenuto fermo. Prossimi mesi secondo me ci sarà un riallineamento di alcuni titoli all'indice. Quindi alcuni che hanno performato correggeranno ed altri saliranno. Sembra che gli energetici e petroliferi sono quelli più indietro (tenaris da iniziò anno ha lasciato circa 28%). Propendo quindi che stiano accumulando. Aspetto!!
19 di 313 - 26/9/2017 18:06
6oliver N° messaggi: 1164 - Iscritto da: 08/4/2017
flushedflushedflushedflushedflushedsospeso 🤦‍♂️
20 di 313 - 26/9/2017 18:09
GIOLA N° messaggi: 25478 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: giola - Post #15 - 24/Set/2017 06:41
Quotando: giola - Post #13 - 15/Set/2017 06:51ATTENZIONE: 1-2-3 LOW JOE ROSS LONG DA 11,5 €

55oeo



RIMBALZO SULLA LINEA DEL PIAVE (MME50): MOLTO BENE!

58jzl



59ezx
313 Commenti
1     ... 
Titoli Discussi
BIT:TEN 9.42 0.3%
BITA:TEN 9.41 0.5%
La tua Cronologia
BIT
TEN
Tenaris
Registrati ora per visualizzare questi strumenti nella tua watchlist streaming.

Il Monitor ADVFN ti permette di visualizzare fino a 110 titoli ed è completamente gratuito.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V: D:20191023 21:45:18