Lista Discussioni

Crea Discussione

Aggiorna

Utenti Filtrati

Utenti Bannati

Notifiche

Mio Profilo

Cerca

Terna (TRN)

- 28/11/2006 00:21
Socrate_68 N° messaggi: 2359 - Iscritto da: 13/5/2005
Grafico Intraday: TernaGrafico Storico: Terna
Grafico IntradayGrafico Storico
Ciao
Domanda da inesperto.
..Acquisizione da parte di TERNA dell'intero capitale di Edison Rete e del 99,99% delle azioni di Aem Trasmissione...
Come mai un calo improvviso? E' stata la notizia la causa? Le maggiori attivita' di TERNA non dovrebbero causare invece una risalita?
Che parere avete sul titolo?
Grazie a tutti

Lista Commenti
535 Commenti
 ...   25  
481 di 535 - 23/1/2015 15:18
GIOLA N° messaggi: 26032 - Iscritto da: 03/9/2014
Sarà di un miliardo di euro l'importo del bond a sette anni lanciato oggi da Terna, con pricing fissato a 52 punti base sopra il tasso midswap.

Lo riferisce il servizio Ifr di Thomson Reuters, aggiungendo che i book sono stati chiusi con ordini superiori ai 3,75 miliardi.

Una prima indicazione di rendimento era stata data stamane in area 65 punti base sopra midswap, poi rivista in area 55.

Il pricing è atteso nel pomeriggio.

Il collocamento è curato da Banca Imi, BofA Merrill Lynch, Bnp Paribas, JP Morgan, Societe Generale Cib e UniCredit.

Terna ha rating Baa1 per Moody's, BBB per S&P e BBB+ per Fitch.
p.php?pid=chartscreenshot&u=YMDTutAmZiQMrarg0NpouQe88E9i33eB&kslash=s
482 di 535 - 26/1/2015 09:42
GIOLA N° messaggi: 26032 - Iscritto da: 03/9/2014
Terna è debole a 3,86 euro.

Venerdì sera la società degli elettrodotti ad alta tensione ha comunicato di aver collocato a un prezzo di 99,42 il bond scadenza 7 anni febbraio 2022 da un miliardo di euro: la cedola è 0,875%, con rendimento fissato a 52 punti base sopra il tasso midswap.

L'emissione ha generato una domanda di circa 3,5 miliardi di euro.

Terna ha messo a segno un record, ha emesso l'obbligazione con il coupon più basso nella storia delle aziende italiane, il rendimento dello 0,875% si confronta con l'1,15% che paga il Btp settennale sul mercato secondario.
p.php?pid=chartscreenshot&u=E6FzG8uLv%2FKml9ndjwWQIvHeyqmSKNtN&kslash=s
483 di 535 - 26/1/2015 17:25
GIOLA N° messaggi: 26032 - Iscritto da: 03/9/2014
Terna riesce ad azzerare le perdite della mattina (minimo 3,8540 euro) e si avvia a chiudere in guadagno dello 0,7% a 3,9280 euro.

Venerdì sera la società degli elettrodotti ad alta tensione ha comunicato di aver collocato a un prezzo di 99,42 il bond scadenza 7 anni febbraio 2022 da un miliardo di euro: la cedola è 0,875%, con rendimento fissato a 52 punti base sopra il tasso midswap.

L'emissione ha generato una domanda di circa 3,5 miliardi di euro.

Terna ha messo a segno un record, ha emesso l'obbligazione con il coupon più basso nella storia delle aziende italiane, il rendimento dello 0,875% si confronta con l'1,15% che paga il Btp settennale sul mercato secondario.
484 di 535 - 27/1/2015 10:03
GIOLA N° messaggi: 26032 - Iscritto da: 03/9/2014
La schiacciante vittoria elettorale di Syriza nelle elezioni in Grecia rende meno probabile la privatizzazione della rete di trasmissione elettrica del Paese, lo ha affermato ieri Matteo Del Fante, amministratore delegato di Terna.

La privatizzazione degli elettrodotti della Grecia è già slittata più volte, attualmente l'iter della vendita è nella fase finale della due diligence.
Visto l'esito della consultazione elettorale che ha visto prevalere i partiti contrari alla privatizzazione, aumenta la possibilità che Terna rivolga la sua attenzione alla rete di trasmissione delle Ferrovie dello Stato, valore dell'asset stimato in un miliardo di euro.
Considerato l'attuale livello di indebitamento, il gruppo ha le risorse per portare a termine l'acquisizione senza reperire altre risorse.
Confermiamo la raccomandazione NEUTRALE con target price a 3,80 euro. (WEBSIM)
485 di 535 - 28/1/2015 16:00
GIOLA N° messaggi: 26032 - Iscritto da: 03/9/2014
Panagiotis Lafazanis, il nuovo primo ministro dell’Energia del governo greco ha dichiarato stamattina che verra' immediatamente fermata la privatizzazione di Ppc (Public Power Company), la maggiore utility elettrica del Paese di cui lo Stato ellenico controlla la quota di maggioranza. A questo punto Terna, che aveva piu' volte manifestato l’interesse per il 66% di Admie, la societa' che gestisce gli 11.000 km di rete elettrica nazionale, deve rinunciare a questa acquisizione all' estero. L’asta era slittata piu' volte proprio a causa dell’instabilita' politica e proprio per questo il cambio di rotta non ha sorpreso i vertici del gruppo infrastrutturale italiano. Propri ieri Matteo Del Fante, amministratore delegato del gruppo che gestisce la rete di trasmissione elettrica in Italia, si era mostrato pessimista sull’esito positivo dell’operazione, consapevole che il nuovo interlocutore politico avrebbe dato indicazioni differenti al Cda e all’assemblea di Ppc rimasti invece immutati.
486 di 535 - 11/2/2015 10:03
GIOLA N° messaggi: 26032 - Iscritto da: 03/9/2014
Secondo IlSole24Ore, la Corte costituzionale dovrebbe nei prossimi giorni depositare le motivazioni con cui nell'udienza del 13 gennaio avrebbe dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'addizionale Ires (6,5% extra sull'aliquota base) che grava sui settori Energy e Utility.

Sempre secondo IlSole24Ore, la decisione della Corte non avrebbe effetti retroattivi ed andrebbe a pesare per circa 1 miliardo di euro all'anno sulle casse dello Stato.

Se confermata, la notizia sarebbe molto positiva per il settore utility con impatti medi sull'utile per azione del 5%, ma con picchi del 10% per Snam e Terna.
p.php?pid=chartscreenshot&u=PWkL3TFhYhtiVeUsmpDp15Bud%2BVCD1vM&kslash=s
487 di 535 - 11/2/2015 10:19
GIOLA N° messaggi: 26032 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: giola - Post #486 - 11/Feb/2015 10:03Secondo IlSole24Ore, la Corte costituzionale dovrebbe nei prossimi giorni depositare le motivazioni con cui nell'udienza del 13 gennaio avrebbe dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'addizionale Ires (6,5% extra sull'aliquota base) che grava sui settori Energy e Utility.

Sempre secondo IlSole24Ore, la decisione della Corte non avrebbe effetti retroattivi ed andrebbe a pesare per circa 1 miliardo di euro all'anno sulle casse dello Stato.

Se confermata, la notizia sarebbe molto positiva per il settore utility con impatti medi sull'utile per azione del 5%, ma con picchi del 10% per Snam e Terna. p.php?pid=chartscreenshot&u=PWkL3TFhYhtiVeUsmpDp15Bud%2BVCD1vM&kslash=s



La quotazione sul listino principale del gruppo guidato da Matteo Del Fante ha subito una brusca impennata e al momento ha toccato quota 3,99 euro (+4,8%), a dispetto di un Ftse Mib in crescita dello 0,15 per cento. Merito dell' upgrade da parte degli analisti di Citigroup, che hanno migliorato il giudizio a buy dal precedente sell e alzato il target price a 4,15 euro dai 3,20 euro di partenza.
489 di 535 - 11/2/2015 10:22
10giancarlo N° messaggi: 104 - Iscritto da: 02/12/2014
Molto bene,molto bene
490 di 535 - 11/2/2015 10:25
GIOLA N° messaggi: 26032 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: rampani - Post #488 - 11/Feb/2015 10:20koltokolto



come-raccogliere-correttamente-gli-ortaggi_ffa904523c7b4ab6440e35243c688bfe.jpg
492 di 535 - 11/2/2015 12:00
GIOLA N° messaggi: 26032 - Iscritto da: 03/9/2014
Quotando: rampani - Post #491 - 11/Feb/2015 11:59
Quotando: giola - Post #490 - 11/Feb/2015 10:25
Quotando: rampani - Post #488 - 11/Feb/2015 10:20koltokolto

come-raccogliere-correttamente-gli-ortaggi_ffa904523c7b4ab6440e35243c688bfe.jpg


A fig.a piacele kolto
Poi pensale lei fale diventale long... eheheh

tumblr_n9ju00tx3p1syj4kvo3_400.gif



Fantozzi+linguato.jpg
493 di 535 - 12/2/2015 11:38
GIOLA N° messaggi: 26032 - Iscritto da: 03/9/2014
E' stata confermata, dopo le indiscrezioni del Sole24Ore, la sentenza di illegittimità costituzionale della Robin Hood Tax, l'addizionale Ires del 6,5% che gravava sui settori energy e utility. Il provvedimento non non avrà effetti retroattivi, quindi non saranno rimborsate le somme già versate (7 miliardi).

Notizia molto positiva, soprattutto per il settore utility, con impatti medi sull'utile per azione 2015-2016 del
6%, ma con picchi dell'8-10% per Snam e Terna.
Per le due società, la cancellazione della tassa aumenta in modo considerevole la visibilità sulle politiche di dividendo.
Tra le due, preferiamo Snam in quanto tratta al 7% di premio sul valore della RAB stimato per il 2015. Terna invece tratta al 20%. (WEBSIM).
494 di 535 - 13/2/2015 11:58
GIOLA N° messaggi: 26032 - Iscritto da: 03/9/2014
Sia Snam che Terna hanno confermato gli impatti positivi della cancellazione della Robin Hood Tax, ne hanno parlato ieri i rispettivi amministratori delegati. Per la società dei gasdotti, il beneficio nel 2015 dovrebbe essere pari a 90 milioni di euro, per la società degli elettrodotti invece è 50 milioni. Il cambiamento della tassazione non avrà alcun impatto sulle attuali politiche di dividendo.
p.php?pid=chartscreenshot&u=kkHkJJUnothuw%2B2Z1Qn65%2Bg3p%2F0wFEEj&kslash=s
495 di 535 - 23/2/2015 10:45
GIOLA N° messaggi: 26032 - Iscritto da: 03/9/2014
La Repubblica ha pubblicato la lista dei quattordici progetti che il governo italiano ha presentato alla Ue nell'ambito del "piano Juncker" e che sono da qualche giorno all'esame di Commissione europea e Banca europea degli investimenti. Due le operazioni che fanno riferimento a Terna: l'Interconnessione Italia-Montenegro" (1,1 miliardi di euro) e quella Italia-Francia (500 milioni). Due anche i progetti che fanno riferimento a Snam: lo sviluppo della rete gas Nord-Ovest (500 milioni di euro) e della rete Sud (400 milioni di euro).

I progetti rappresentano investimenti già approvati e dunque l'intervento della Ue potrebbe principalmente velocizzare i tempi di realizzazione rispetto a quanto preventivato.
Le nostre raccomandazioni sono:

Terna: NEUTRALE, target price 3,8 euro;
Snam : NEUTRALE, target price 4,15 euro.

(WEBSIM)
p.php?pid=chartscreenshot&u=qmtD%2BqefZsyC1QfaNaTuriCTBHuU0xZh&kslash=s
496 di 535 - 26/3/2015 11:19
GIOLA N° messaggi: 26032 - Iscritto da: 03/9/2014
TERNA -1,4% Nel 2014 meglio del previsto l'utile e il debito

Terna ha comunicato di aver chiuso il 2014 con ricavi a 1.996,4 milioni di euro (+5,3%), EBITDA a 1.491,5 milioni di euro (+0,2%). Utile netto a 544,5 milioni di euro (+6%).
L'indebitamento finanziario netto al 31 dicembre 2014 si attesta a 6.967,8 milioni di euro, rispetto ai 6.697,8 milioni di euro al 31 dicembre 2013.
I dati su utili e debito sono superiori alle aspettative: nell'ultimo trimestre del 2014 il risultato netto è stato pari a 125 milioni di euro, 22 milioni di euro sopra il consensus.

Il consiglio d'amministrazione propone un dividendo per il 2014 a 20 centesimi di euro per azione, di cui 7 centesimi già pagati quale acconto, 13 centesimi quale saldo a giugno 2015. L'anno scorso la società aveva pagato 20 centesimi.
p.php?pid=chartscreenshot&u=Raq63LU%2B2qT9tMk9mmaWqK0Dc%2BW8fM0s&kslash=s
497 di 535 - 27/3/2015 09:45
GIOLA N° messaggi: 26032 - Iscritto da: 03/9/2014
Terna ha annunciato ieri risultati operativi 2014 leggermente migliori delle attese grazie a maggiori premi per la qualità e ad alcuni proventi straordinari. Il debito è stato migliore delle attese ma la variazione del circolante verrà interamente riassorbita nel 2015.
La società distribuirà sull'esercizio 2014 un dividendo di 0,20 euro, come previsto, di cui 0,13 euro in pagamento il 22 giugno prossimo.

Il management ha presentato il nuovo piano industriale 2015-2019 che conferma investimenti in attività regolate in calo a 3,2 miliardi di euro (in linea con le attese), ma ricavi da attività non regolate in crescita (1,4 miliardi di euro cumulati negli anni di durata del piano).
Il focus sulle efficienze dovrebbe portare a 30 milioni fi maggiore Ebitda al 2019.

Sulla politica dei dividendi, l'indicazione è di un dividendo 2015 a 0,20 euro, un livello che rappresenta un minimo per gli anni successivi.

Piano industriale di continuità, senza grosse novità. L'acquisizione della rete elettrica delle Ferrovie dello Stato non è nei target del piano, ma potrebbe essere conclusa entro fine anno.

Alziamo le stime utile del 7% ma tagliamo l'equity RAB del 2%. Alziamo il target price a 4,0 neuro da 3,80 euro. Per il titolo Terna non vediamo grandi possibilità di rialzo a breve anche a causa dell'incertezza del quadro regolatorio. Riteniamo che il dividendo annuale di 20 centesimi non sia a rischio. Confermiamo la raccomandazione NEUTRALE. (WEBSIM)
498 di 535 - 19/6/2015 17:10
GIOLA N° messaggi: 26032 - Iscritto da: 03/9/2014
UTILITY - LUNEDI' GIORNATA DI STACCO DIVIDENDI

La prossima settimana partira' con la distribuzione delle cedole per alcune tra le principali societa' del settore utility. Tra le Big Cap che remunereranno i proprio azionisti figurano A2A, Enel e Terna, con quest' ultima che stacchera' il residuo del dividendo del 2014 dato che una parte e' stata pagata lo scorso novembre. Nel segmento delle Mid Cap, protagoniste saranno le ex-municipalizzate Acea, Hera e Iren che offriranno delle cedole che garantiscono un rendimento di circa il 4 per cento.

utility.png
499 di 535 - 22/6/2015 10:59
GIOLA N° messaggi: 26032 - Iscritto da: 03/9/2014
BORSA - OGGI STACCO DIVIDENDI

In data odierna le seguenti societa' hanno distribuito il dividendo ai rispettivi azionisti. Nella tabella vengono riportati il valore del dividendo e l' incidenza sul prezzo di chiusura dell' azione alle quotazioni dello scorso venerdi'.

dividendi.png
500 di 535 - 23/6/2015 11:04
Lore95 (premium) N° messaggi: 1497 - Iscritto da: 18/12/2014
Citigroup alza le valutazioni di Snam e Terna 23/06/2015di Mauro Introzzi Citigroup ha messo sotto la lente Snam e Terna, confermando per entrambe l’indicazione d’acquisto (“buy”). Sulla prima il prezzo obiettivo passa da 5 a 5,6 euro mentre sulla seconda la valutazione sale da 4,5 a 5,1 euro.
535 Commenti
 ...   25  
Titoli Discussi
BIT:TRN 6.32 1.6%
Terna
Terna
Terna
Indici Internazionali
Australia 0.0%
Brazil -1.0%
Canada -0.3%
France 0.9%
Germany 1.4%
Greece 1.1%
Holland 0.0%
Italy 1.1%
Portugal 0.0%
US (DowJones) -0.6%
US (NASDAQ) -0.9%
United Kingdom 1.0%
Rialzo (%)
BIT:BCM 0.28 12.6%
BIT:TFI 19.62 11.5%
BIT:SCK 1.26 10.1%
BIT:DHH 8.90 9.9%
BIT:FARM 0.41 9.5%
BIT:INTC 62.81 9.4%
BIT:KIP 11.30 8.7%
BIT:EVA 2.74 7.0%
BIT:FM 6.53 6.9%
BIT:INC 0.16 6.1%
La tua Cronologia
BIT
TRN
Terna
Registrati ora per visualizzare questi strumenti nella tua watchlist streaming.

Il Monitor ADVFN ti permette di visualizzare fino a 110 titoli ed è completamente gratuito.

Accedendo ai servizi offerti da ADVFN, ne si accettano le condizioni generali Termini & Condizioni

P: V: D:20200127 00:06:16