Azimut holding nel 2021 ha realizzato un utile netto consolidato pari a 605 milioni di euro (rispetto a 382 milioni nel 2020), +59% a/a. Si tratta del miglior utile netto nella storia del gruppo.

Il totale delle masse comprensive del risparmio amministrato si attesta a fine dicembre a 83,2 miliardi di euro, +38% rispetto a fine dicembre 2020, di cui 54,1 miliardi fanno riferimento alle masse gestite. Durante gli ultimi 3 anni (2019-2021), i clienti del Gruppo hanno beneficiato di una performance media netta ponderata del +17%.

La raccolta netta del 2021, spiega una nota, è stata di 18,7 miliardi, oltre 4x il risultato del 2020, anche grazie all'acquisizione di Sanctuary Wealth. Il business estero oggi rappresenta il 40% del patrimonio complessivo. La contribuzione all'Ebitda di gruppo del business estero raggiunge nel 2021 70 milioni, in aumento rispetto ai EUR60 milioni del 2020, mentre i ricavi totali si attestano a EUR 249 milioni, + 68% rispetto al 2020.

La Pfn consolidata a fine dicembre 2021 risultava positiva per 408,5 milioni (eccedenza di cassa), in miglioramento rispetto ai 30,5 milioni a fine 2020. Il debito lordo si ridurrà dai quasi 900 milioni di fine 2020 a circa 500 milioni alla fine di marzo 2022, anche grazie al rimborso del senior bond da 350 milioni. Il deleveraging in corso comporterà un significativo miglioramento della ratio Debito lordo/ Ebitda che si ridurrà a 0.66x. Nel 2021 sono state fatte acquisizioni e investimenti per 129 milioni e sono stati erogati dividendi ordinari per 136 milioni. La Pfn a fine dicembre include anche versamenti per 75 milioni per acconti d'imposta, bollo virtuale e riserve matematiche.

Positiva l'attività di reclutamento in Italia di consulenti finanziari e private banker nel 2021: il gruppo e le sue divisioni italiane hanno registrato 141 nuovi ingressi, portando il totale delle reti del Gruppo Azimut a fine dicembre a 1.840 unità.

Il Cda ha deliberato di proporre all'assemblea dei soci, la cui convocazione è prevista per il 28 aprile, la distribuzione di un dividendo totale ordinario di 1,30 euro per azione al lordo delle ritenute di legge (pari ad un dividend yield del 6% ai prezzi attuali). Il dividendo di 1,30 euro sarà pagato interamente per cassa. La data di

pagamento del dividendo è prevista per il 25 maggio, con stacco cedola il 23 maggio e record date 24 maggio.

L'utile netto della sola capogruppo Azimut Holding è pari nel 2021 a 307,5 milioni, in aumento rispetto ai 288.5 milioni registrati nel 2020.

com/cce

MF-DJ NEWS

1014:34 mar 2022

 

(END) Dow Jones Newswires

March 10, 2022 08:35 ET (13:35 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Azimut Hldg (BIT:AZM)
Storico
Da Set 2022 a Ott 2022 Clicca qui per i Grafici di Azimut Hldg
Grafico Azioni Azimut Hldg (BIT:AZM)
Storico
Da Ott 2021 a Ott 2022 Clicca qui per i Grafici di Azimut Hldg