Chiusura in deciso rialzo per l'azionario milanese, con il Ftse Mib che ha segnato un +2,58% a 24.394 punti.

A trainare il balzo dell'azionario e' stato il dato sull'inflazione Usa piu' basso delle attese, che ha alimentato le speranze del mercato su una Fed presto meno aggressiva nel ritmo del restringimento monetario.

Nel dettaglio, l'inflazione negli Stati Uniti è stata pari allo 0,4% a livello mensile e al 7,7% su base annuale a ottobre, a fronte di un consenso che vedeva il dato allo 0,7% m/m. L'indice dei prezzi al

consumo core, attentamente monitorato dalla Fed, ha segnato un +0,3% a

livello congiunturale (+0,5% il consenso), con un +6,3% a/a.

Sempre restando in tema di dati macro, le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti (dato destagionalizzato) sono salite di 7.000 unitá a quota 225.000, una rilevazione leggermente peggiore delle attese (220.000 unitá la stima del consenso degli economisti contattati dal Wall Street Journal).

A piazza Affari domina sempre la stagione delle trimestrali. Dopo i conti e complice il sentiment positivo sull'azionario Nexi e' balzata del 9,56%, Azimut H. del 7,71%, Tim del 5,19%, Prysmian del 5,21%, Poste I. del 4,32%, Snam dell'1,99%. In rally poi tra le blue chip Stm (+7,87%) e Moncler (+6,1%).

Tonfo invece del 38,68% per Gvs, con gli analisti che hanno tagliato stime e prezzi obiettivo dopo i conti inferiori alle attese.

pl

 

(END) Dow Jones Newswires

November 10, 2022 11:42 ET (16:42 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Azimut Hldg (BIT:AZM)
Storico
Da Gen 2023 a Feb 2023 Clicca qui per i Grafici di Azimut Hldg
Grafico Azioni Azimut Hldg (BIT:AZM)
Storico
Da Feb 2022 a Feb 2023 Clicca qui per i Grafici di Azimut Hldg