Altra seduta all'insegna dell'attesa per l'azionario

europeo, con il focus del mercato che resta sull'esito della riunione

della Federal Reserve, con i meeting della Bank of England e della Banca

centrale europea in agenda domani. Il Ftse Mib in particolare ha segnato

+0,41% a 26.666 punti.

Sul fronte dei dati macro in Italia nel mese di novembre 2021 l'indice

nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettivitá (NIC), al lordo

dei tabacchi, ha registrato un aumento dello 0,6% su base mensile e del

3,7% su base annua (da +3% del mese precedente).

Nel frattempo Wall Street prosegue la seduta sotto la parità (Dow Jones

-0,32%) in vista della decisione politica della Federal Reserve molto

attesa che dovrebbe chiarire i piani della banca centrale per la riduzione

del suo stimolo monetario.

Da segnalare che le vendite al dettaglio negli Usa sono cresciute dello

0,3% su base mensile a novembre, stracciando il consenso degli economisti

che si aspettavano invece un dato in aumento dell'1,0% m/m.

I prezzi import Usa invece sono cresciuti dello 0,7% a livello mensile a

novembre. Le scorte delle imprese negli Usa, in termini destagionalizzati,

sono aumentate dell'1,2% a livello mensile a ottobre, sopra il consenso

degli economisti al +0,7% m/m.

A piazza Affari hanno brillato Bper (+6,08%) e B.Carige (+13,65%) dopo

la decisione della stessa di Bper di presentare un'offerta non vincolante

per la banca ligure.

Da segnalare che, secondo quanto appreso da MF-Dowjones, e' in corso un

Consiglio di amministrazione di B.Carige. Si tratta di un Cda ordinario

giá calendarizzato per fare il punto sullo situazione della messa in

sicurezza e del rilancio dell'istituto ligure, ma data l'evoluzione degli

eventi la riunione sará utile anche per compiere un primo esame rispetto

all'offerta non vincolante presentata da Bper Banca al Fondo Interbancario

di Tutela Depositi per l'acquisto di una partecipazione pari all'88,3%

dell'istituto ligure (di cui l'8,3% detenuta da Cassa Centrale Banca).

Seguono B.P.Sondrio (+3,92%) e B.Mps (+1,12%) mentre hanno perso terreno

Intesa Sanpaolo (-1,03%), Unicredit (-1,79%), Mediobanca (-0,02%), Banco

Bpm (-0,19%).

Bene anche Recordati (+2,62%), Moncler (+2,57%) e Diasorin (+2,38%). Da

notare Generali Ass. (+0,27%) in scia al nuovo piano al 2024, che prevede

un forte aumento degli utili, con un tasso di crescita annuo tra il 6%-8%

dell'utile per azione, e un piano di buyback da 500 mln euro.

In rialzo le utility tra cui Terna (+1,59%), Enel (+1,07%), Italgas

(+1,25%), Hera (+0,83%) e Snam (+0,59%).

Nel resto del listino in rally B.Cucinelli (+6,59%) in scia ai commenti

positivi degli analisti dopo che la societá ha annunciato ieri un

miglioramento delle guidance 2021.

In luce anche Igd (+4,3%) che ha proseguito i guadagni della vigilia

(+3,74%) in scia alla presentazione del nuovo piano industriale, e

Risanamento (+11,3%). Da segnalare Ovs (-7,58%) dopo i conti del terzo

trimestre.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

December 15, 2021 11:46 ET (16:46 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Brunello Cucinelli (BIT:BC)
Storico
Da Apr 2022 a Mag 2022 Clicca qui per i Grafici di Brunello Cucinelli
Grafico Azioni Brunello Cucinelli (BIT:BC)
Storico
Da Mag 2021 a Mag 2022 Clicca qui per i Grafici di Brunello Cucinelli