E' stato un mese di ottobre particolarmente impegnativo e ricco di eventi per Masi Agricola, azienda vitivinicola della Valpolicella specializzata nella produzione di Amaroni e Vini Premium quotata su Egm. La società guidata dall'a.d. Federico Girotto ha infatti festeggiato i 250 anni dalla prima vendemmia con un evento organizzato nei nuovi spazi di 'Monteleone21', che ha visto la presenza di ospiti istituzionali, stampa, importatori del gruppo ed esponenti dell'imprenditoria italiana ed estera. Pochi giorni dopo, invece, i vertici di Masi sono volati negli Stati Uniti (20-22 ottobre) per la quarantunesima edizione della 'New York Wine Experience'.

"Siamo molto contenti di essere anche quest'anno tra i brand premium invitati a rappresentare l'eccellenza del vino italiano a un evento di portata internazionale come la 'New York Wine Experience' organizzata da Wine Spectator", spiega l'a.d. di Masi, Federico Girotto intervistato da Mf-Dow Jones. "Dopo gli ultimi anni, in cui gli eventi sono stati limitati dalla pandemia, ritornare in presenza è un segnale di ulteriore ripresa per il settore, soprattutto per il segmento premium, per cui convivialità e socialità sono fattori fondamentali. A questo si aggiunge anche il parterre di prestigio, che riunisce il più qualificato trade, che mostra ancora di più l'apprezzamento per l'azienda e il marchio a livello internazionale".

La presenza dell'azienda italiana a New York è anche l'ennesimo segnale dell'importanza che gli Stati Uniti hanno assunto per il gruppo. "Essere un brand come il nostro - spiega Girotto - implica la necessità di avere una presenza internazionale. Ed è stato chiaramente importante anche il vino con cui abbiamo partecipato, il Campolongo di Torbe 2012, cru della Cantina Privata Boscaini, tra i nostri Amaroni di punta. In particolare per gli Stati Uniti che rappresentano uno dei mercati più importanti per il Gruppo, su cui abbiamo un focus strategico anche per i prossimi anni, dopo aver ottimizzato la rete distributiva anche grazie a un accordo con Santa Margherita Usa".

Prima di volare negli Usa, il presidente Sandro Boscaini e gli altri esponenti della famiglia, insieme allo stesso Girotto, hanno accolto ospiti nazionali e internazionali e le istituzioni a 'Monteleone21', location ancora in fase di costruzione, che verrà inaugurata al pubblico il prossimo anno.

"L'evento è stato un importante momento di contatto con i nostri stakeholder, esponenti della stampa internazionale e delle Istituzioni, e un'occasione per dare un'anteprima di 'Monteleone21', complesso polifunzionale che amplierà l'attuale cantina con nuovi spazi dedicati all'attività produttiva, direzionale ed enoturistica, che sarà un elemento qualificante della 'Masi Wine Experience'. Un'opera architettonica che racchiude in sé i valori dell'azienda e del marchio, un'auto proiezione tra tradizione e futuro, sottolineata anche da lungo passaggio ipogeo che collegherà Monteleone21 alla nostra storica sede e alla cantina di Gargagnago".

Il progetto 'Monteleone21', realizzato per due terzi in ipogeo, è stato studiato per una perfetta integrazione con il paesaggio della Valpolicella, reinterpretato in chiave contemporanea nei suoi elementi più caratteristici. La struttura polifunzionale infatti apparirà come una collina erbosa, ricoperta di viti e vegetazione, e sarà caratterizzata da un rivestimento in pietra locale che rimanda alle 'marogne', i muretti a secco tipici della zona che sostengono i vigneti di collina.

"Monteleone21 sarà uno dei punti centrali della Masi Wine Experience, ma anche un punto di riferimento per lo sviluppo enoturistico di tutto il territorio. Questo è un elemento importante che vogliamo sottolineare. Non è da considerare semplicemente come la nuova Cantina Aperta di Masi, ma come un vero e proprio entry gate della Valpolicella Classica. Un'opportunità per far conoscere a visitatori provenienti da tutto il mondo i suoi valori vitivinicoli e culturali, ed anche un impegno dell'azienda verso il proprio territorio, in un'ottica di sostenibilità sociale e di indotto occupazionale".

In occasione dell'evento di celebrazione Masi ha presentato 'Vajo dei Masi', Amarone dedicato alla 250esima vendemmia della famiglia Boscaini che prende il nome dal vigneto originario nel cuore della Valpolicella Classica. Vaio dei Masi è infatti il luogo in cui nasce la selezione di uve, cru di alta collina (370-400 metri s.l.m.) sulla cresta intervalliva tra Marano e Negrar, che caratterizza questo vino, con un blend di Corvina, Rondinella, Corvinone e Molinara. Un altro elemento di unicità di 'Vajo dei Masi' è l'annata, il 1997, riconosciuta come la migliore in Valpolicella nel secolo scorso.

"Vajo di Masi - spiega ancora Girotto - è un prodotto che racchiude più elementi di unicità: è il primo Amarone prodotto solo con uve del vigneto originario, maturato per 25 anni, con un profilo gustativo e organolettico sorprendente. Dopo i primi anni di affinamento, è stato conservato in botti d'acciaio fino a qualche mese fa. Questa particolare lavorazione ci ha permesso di ottenere un nettare dalla grande complessità che abbina gli elementi tipici della longevità a delle note di freschezza che sono sorprendenti".

La presentazione di 'Vajo di Masi' si inserisce in un contesto di successo per i vini del gruppo, che si sono nuovamente distinti presso la critica nazionale e internazionale e nelle edizioni 2023 delle principali guide enologiche, in particolare con i suoi Amaroni. Il Campolongo di Torbe 2013 'Cantina Privata Boscaini' che ha ricevuto 97 punti da Wine Enthusiast, il Vaio Armaron 2015 Serego Alighieri che ha ottenuto 95 punti da Vinous e 92 punti da DoctorWine e si è riconfermato tra i migliori per James Suckling, con 94 punti. Infine, il Riserva Costasera 2016 ha ottenuto i Tre Bicchieri Gambero Rosso, i 5 grappoli Bibenda, il 'Faccino' DoctorWine; 95 punti Vinous; 93 punti Falstaff e la menzione tra i 'Top 100 Cellar Selection Wine Enthusiast'.

"Questi riconoscimenti ci rendono particolarmente orgogliosi. Si tratta di vini importanti per l'azienda, anche in termini di volumi, ed è dunque un'attestazione di qualità non solo dei nostri prodotti ma dell'azienda nel suo complesso", ha concluso Girotto.

fus

marco.fusi@mfdowjones.it

 

(END) Dow Jones Newswires

November 03, 2022 05:26 ET (09:26 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Gambero Rosso (BIT:GAMB)
Storico
Da Dic 2022 a Gen 2023 Clicca qui per i Grafici di Gambero Rosso
Grafico Azioni Gambero Rosso (BIT:GAMB)
Storico
Da Gen 2022 a Gen 2023 Clicca qui per i Grafici di Gambero Rosso