L'Inter definisce l'entità della nuova emissione per rifinanziare il suo debito attuale ed è al lavoro con la banca d'affari americana Goldman Sachs e con Rothschild, quest'ultima come consulente, per collocare il nuovo maxi-bond. Lo scrive Il Sole 24 ore precisando che, secondo le indiscrezioni, sarà da 425 milioni di euro e servirà non solo a rifinanziare le emissioni con scadenza 31 dicembre 2022, ma anche la linea di credito da 50 milioni che era stata utilizzata dal club nerazzurro, fornita a suo tempo dalla stessa Goldman Sachs e da Ubi Banca (ora Intesa Sanpaolo).

Resta da capire la tempistica dell'operazione: in occasione dell'arrivo del presidente Steven Zhang a Milano sono emerse indiscrezioni su un rifinanziamento entro fine gennaio dell'emissione. Ma potrebbe richiedere più tempo. L'operazione sarebbe rivolta a investitori italiani ed esteri, tra iquali anche grandi investitori internazionali come Blackrock e Pimco.

L'unico rating pubblico fornito sul bond dell'Inter è quello dell'agenzia internazionale Fitch, mentre non è noto se Moody's e Standard & Poor's (che fino al 2017 seguiva il bond) abbiano coperture sull'emissione.

vs

 

(END) Dow Jones Newswires

January 12, 2022 03:50 ET (08:50 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Intesa Sanpaolo (BIT:ISP)
Storico
Da Apr 2022 a Mag 2022 Clicca qui per i Grafici di Intesa Sanpaolo
Grafico Azioni Intesa Sanpaolo (BIT:ISP)
Storico
Da Mag 2021 a Mag 2022 Clicca qui per i Grafici di Intesa Sanpaolo