L'esercizio 2021 del Gruppo Marr si chiude con ricavi totali consolidati a 1,456 mld di euro, in forte incremento rispetto ai 1,074 mld del 2020.

Il risultato netto d'esercizio è pari a 35,1 milioni di euro (-2,4 milioni nel 2020) e risente di oneri non ricorrenti per 2,9 milioni contabilizzati nel primo semestre e relativi all'estinzione anticipata (in data 23 luglio 2021) per un controvalore netto di circa 25 milioni del prestito obbligazionario Uspp in dollari sottoscritto nel luglio 2013.

In netto progresso anche l'Ebitda e l'Ebit dell'esercizio che si attestano rispettivamente a 90,5 milioni (39,4 milioni nel 2020) e 57,6 milioni (2,8 milioni nel 2020).

Il capitale circolante netto commerciale al 31 dicembre 2021 è pari a 140,2 milioni, in riduzione rispetto ai 198,8 milioni della fine dell'esercizio 2020.

La Pfn al 31 dicembre 2021 si attesta a 141,4 milioni (192,3 milioni a fine 2020).

La generazione di cassa dell'esercizio (Free Cash Flow) al netto della variazione del debito per Ifrs 16 (-30,5 milioni) e dopo la distribuzione lo scorso ottobre di 23,3 milioni di dividendi è pari a 81,4 milioni di euro.

Dopo la recrudescenza pandemica di dicembre 2021 e di gennaio 2022, con il progressivo miglioramento delle condizioni sanitarie di febbraio i consumi alimentari fuori casa hanno nuovamente confermato la propria reattività riprendendo il percorso di riavvicinamento alle serie storiche prepandemia.

In tale contesto le vendite del Gruppo Marr nei primi due mesi del 2022, in crescita rispetto al 2021, hanno evidenziato, nel confronto con i livelli ante pandemia del 2019, una flessione nel mese di gennaio e un successivo riallineamento a febbraio.

Il mercato del foodservice è comunque impattato da dinamiche inflattive che stanno interessando in modo generalizzato gran parte delle merceologie commercializzate da Marr e a cui si aggiunge il rincaro dei costi energetici che fa sentire i suoi effetti sulle attività di conservazione e distribuzione dei prodotti. A fronte di ciò rimane forte il livello di attenzione del management per mantenere un elevato livello di servizio al cliente tenendo sotto stretto controllo la gestione dei costi operativi.

Le attese per l'alimentare fuori casa sono di una normalizzazione delle dinamiche di consumo dall'avvio della prossima stagione estiva, che Marr andrà ad affrontare con una vicinanza al Cliente ed una presenza nel Mercato che da inizio pandemia si sono ulteriormente rafforzate.

com/cce

MF-DJ NEWS

1514:50 mar 2022

 

(END) Dow Jones Newswires

March 15, 2022 09:52 ET (13:52 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Marr (BIT:MARR)
Storico
Da Nov 2023 a Dic 2023 Clicca qui per i Grafici di Marr
Grafico Azioni Marr (BIT:MARR)
Storico
Da Dic 2022 a Dic 2023 Clicca qui per i Grafici di Marr