Le grandi banche italiane in pressing su Prada spa per conquistare una posizione di rilievo in vista del possibile dual listing con la quotazione a Milano in aggiunta a quella ad Hong Kong.

Lo scrive Il Messaggero aggiungendo che, mercati permettendo, l'Ipo potrebbe tenersi a cavallo dell'estate 2023. Da giorni Andrea Bonini, nuovo cfo del gruppo proveniente da Goldman Sachs che ha preso il posto di Alessandra Cozzani, deve gestire il traffico di richieste per un'operazione all'attenzione dei soci del gruppo di pelletteria che, dall'autunno 2011 è quotato nella piazza finanziaria dell'Estremo Oriente.

Il cda della griffe non ha ancora esaminato il dossier: l'ultima riunione si è tenuta a luglio e la prossima è prevista a ottobre, ma non sarebbe stata ancora convocata dal presidente Paolo Zannoni, ex top bankers di Goldman Sachs che è al fianco di Prada assieme a Citi. E' possibile però che nel prossimo board ci sia una prima informativa sul percorso di doppia quotazione a Milano. Potrebbe essere collocato attorno al 20-25% per circa 1,2-1,3 miliardi.

Un ruolo nel consorzio di collocamento dell'operazione potrebbero ricoprirlo Intesa Sanpaolo Imi, Unicredit, Clsa-Gruppo Credit Agricole e Goldman Sachs che furono coinvolti 11 anni fa in Estremo Oriente come coordinatori. A loro potrebbero aggiungersi Mediobanca, Equita sim, Bofa Merrill Lynch e pure Citi. Potrebbe aggiungersi anche Banco Bpm perché storicamente, dai tempi della Popolare di Lodi, l'istituto è vicino al gruppo di pelletteria. In tutto, il pool sarà composto da una decina di istituti.

vs

fine

MF-DJ NEWS

2308:40 set 2022

 

(END) Dow Jones Newswires

September 23, 2022 02:41 ET (06:41 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Mediobanca Banca di Cred... (BIT:MB)
Storico
Da Nov 2022 a Dic 2022 Clicca qui per i Grafici di Mediobanca Banca di Cred...
Grafico Azioni Mediobanca Banca di Cred... (BIT:MB)
Storico
Da Dic 2021 a Dic 2022 Clicca qui per i Grafici di Mediobanca Banca di Cred...