Il gruppo con il maggiore numero di dipendenti è Poste Italiane con 121.423 unità, in calo del 2,6% sul 2020. E' quanto emerge dalla 57* edizione dello studio sulle Principali Società Italiane realizzato dall'Area Studi di Mediobanca.

Segue Ferrovie dello Stato (81.906, +0,6%). Sopra le 50mila unità troviamo Edizione (68.922, +19,6%), Enel (66.279, -0,7%) e Leonardo (50.413, +1,1%). Appena sotto la soglia delle 50mila unità Telecom Italia (47.930, -2,4%).

La graduatoria dei maggiori "datori di lavoro" sul solo territorio italiano vede in prima posizione sempre Poste Italiane i cui 121.423 dipendenti sono tutti nazionali; circa 72,9mila dipendenti di Ferrovie dello Stato (l'89% del totale) operano in Italia (poche migliaia fanno capo alle controllate estere) e ne fanno il secondo gruppo domestico davanti a Telecom con poco più di 38,3mila unità a fine 2021, seguita da Leonardo (31,7mila), Enel (30,3mila), Superit (25.410 dipendenti tutti nazionali) e Eni con circa 20,6mila, ultimo gruppo sopra le 20mila teste in Italia.

Considerando inoltre le aziende che ruotano nell'orbita degli Agnelli incluse nella graduatoria, il personale impiegato aggregato è pari a circa 67mila unità.

Poste Italiane si contraddistingue anche per l'alto numero di dipendenti donne occupate: 64,4mila ovvero il 53% del totale. Incidenza ancora più alta, pari al 90%, per Calzedonia Holding (36,7mila circa) e Almaviva - The Italian Innovation Company, 63,2% (28,2mila circa).

Sul fronte dei risultati netti, Eni è la regina degli utili, avendo chiuso il 2021 con 5,8 miliardi di euro, dopo la perdita di 8,6mld del 2020. Seguono Enel con 3,2mld (+22,2%) e Edizione che, con 1,6mld, recupera la perdita del 2020 pari a 320 milioni di euro. Poste Italiane chiude a quota 1.578 milioni di euro (+30,7%).

Al primo posto delle perdite si trova Telecom con 8,7mld, ovvero il 57,2% del fatturato. Il risultato sconta gli effetti della svalutazione dell'avviamento domestico per 4,1 miliardi di euro e dello stralcio, pari a 3,8mld, delle attività per imposte 3 anticipate. Seguono Saipem con 2,5mld (35,9% delle vendite) e Fca Italy con 1,5mld (7% del fatturato).

fus

marco.fusi@mfdowjones.it

 

(END) Dow Jones Newswires

November 08, 2022 09:01 ET (14:01 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Poste Italiane S.p.a (BIT:PST)
Storico
Da Gen 2023 a Feb 2023 Clicca qui per i Grafici di Poste Italiane S.p.a
Grafico Azioni Poste Italiane S.p.a (BIT:PST)
Storico
Da Feb 2022 a Feb 2023 Clicca qui per i Grafici di Poste Italiane S.p.a