(Francesco Bertolino - milanofinanza.it)

Prada studia la doppia quotazione e guarda a Milano. Nel presentare al mercato i risultati del primo semestre, il presidente Paolo Zannoni ha ventilato la possibilità che dopo Hong Kong il gruppo possa sbarcare anche a Piazza Affari. "Per la nostra struttura societaria e per la nostra eredità il dual listing è sempre stato un'opzione sul tavolo e rimane ancora un'opzione", ha rimarcato Zannoni, precisando che "non è una priorità e a questo punto non è stata presa alcuna decisione a riguardo". L'ipotesi circolava da qualche tempo nelle sale operative ed è stata confermata a stretto giro dal patron di Prada, Patrizio Bertelli, che ha confessato al Financial Times che l'approdo a Milano sarebbe "in linea con le radici del gruppo", fondato nel 1913 proprio nel capoluogo lombardo.

Prada è quotata dal 2011 a Hong Kong, dove capitalizza circa 14 miliardi. La scelta della piazza finanziaria asiatica fu dettata da ragioni aziendali e finanziarie, per avere esposizione a un mercato del lusso e dei capitali in forte crescita. Bertelli ha rimarcato che il gruppo non intende lasciare Hong Kong poiché "l'Asia è un mercato estremamente importante per noi". Benché non si tratti di scelta isolata - basti pensare alla recente ipo di Zegna a Wall Street - l'assenza di Prada dalla borsa di Milano è tuttavia sempre parsa disallineata rispetto alla storia e alla presenza industriale del gruppo.

La doppia quotazione cancellerebbe questo iato. Non si tratta tuttavia di un'operazione né semplice né scontata. Non ci sono precedenti per un dual listing A Hong Kong e Milano e "oggi non siamo in grado di dire se sarebbe possibile e quanto tempo ci vorrebbe", ha avvertito Zannoni. "Quindi sì, rimane un'opzione sul tavolo ma non è stata presa alcuna decisione e la visibilità a riguardo non è chiara".

Nel primo semestre, intanto, Prada ha registrato 1,9 miliardi di ricavi, +22% rispetto al primo semestre 2021, e un utile netto di 188 milioni, in progresso rispetto ai 97 milioni dello stesso periodo dell'anno scorso. La posizione finanziaria netta è positiva per 179 milioni. "Nei primi sei mesi del 2022, Prada è cresciuto sia in termini di ricavi, sia di margini, continuando a investire in creatività, know-how industriale e innovazione di prodotto, con una prospettiva di sviluppo di lungo periodo", ha sottolineato l'ad Bertelli, reiterando la volontà della famiglia di mantenere l'attuale partecipazione dell'80% nel gruppo Prada.

brs

MF-DJ NEWS

2818:45 lug 2022

 

(END) Dow Jones Newswires

July 28, 2022 12:45 ET (16:45 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Radici Pietro Industries... (BIT:RAD)
Storico
Da Ago 2022 a Set 2022 Clicca qui per i Grafici di Radici Pietro Industries...
Grafico Azioni Radici Pietro Industries... (BIT:RAD)
Storico
Da Set 2021 a Set 2022 Clicca qui per i Grafici di Radici Pietro Industries...