Guadagni diffusi tra le piazze europee che hanno chiuso la seduta in deciso rialzo, in rimbalzo dopo le perdite della vigilia. Il Ftse Mib in particolare è salito dell'1,95% a 25.956 punti, in una giornata ricca di dati macro.

Nel dettaglio l'indice Pmi composito dell'Eurozona, nella lettura finale di settembre, si è attestato a 56,2 punti dai 59 di agosto. Il dato è leggermente al di sopra del preliminare e del consenso a quota 56,1 punti.

L'indice finale relativo al settore dei servizi è invece sceso a 56,4

punti rispetto ai 59 del mese precedente, anche in questo caso lievemente

al di sopra del preliminare e del consenso degli economisti a 56,3 punti.

Quanto all'Italia, la lettura del Pmi servizi si è attestata a 55,5 punti rispetto ai 58 di agosto, sotto le attese del consenso Wsj a 56,5 punti.

Ad agosto inoltre l'indice dei prezzi alla produzione industriale nell'area euro è salito dell'1,1% a livello mensile e del 13,4% a/a su base annuale, in linea al consenso degli economisti contattati dal Wall Street Journal.

Nel frattempo Wall Street prosegue la seduta sopra la parità con il Dow Jones che segna +1,26% dopo i cali di ieri, sostenuta dai dati macro sopra le attese.

In particolare l'indice Ism non manifatturiero degli Usa invece si è attestato a 61,9 punti a settembre, in aumento rispetto ai 61,7 di agosto, battendo il consenso degli economisti a 61,3 punti.

Il Pmi servizi Usa, nella lettura definitiva di settembre, si è attestato a 54,9 punti, in calo dai 55,1 di agosto ma al di sopra del dato preliminare a 54,4 punti.

Infine la bilancia commerciale degli Stati Uniti ha registrato ad agosto un deficit di 73,3 miliardi di dollari, in aumento rispetto al dato del mese precedente rivisto da 70,05 mld usd a 70,3 mld usd.

A piazza Affari ha brillato Unicredit (+4,34% a 11,83 euro) su cui Ubs ha alzato il prezzo obiettivo da 13,55 a 14,45 euro, confermando la raccomandazione buy. In evidenza Banco Bpm +5,62%, Intesa Sanpaolo +3,37%, Bper +3,52%, Mediobanca +1,97%, B.P.Sondrio +3,8%.

Da notare in particolare B.Mps (+2,62%): secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, giá nei prossimi giorni la trattativa tra il Tesoro (primo azionista al 64%) e Unicredit potrebbe registrare importanti passi in avanti, rendendo così concreta la possibilitá di un accordo di massima entro la fine del mese.

In rialzo anche gli industriali tra cui Stellantis (+2,59%), Stm (+2,5%), Prysmian (+2,35%), Ferrari (+1,72%).

In luce Anima H. (+4,13%) nel giorno dell'avvio del programma di acquisto di azioni proprie sulla base della delibera autorizzativa approvata dall'assemblea degli azionisti del 31 marzo. Gli acquisti saranno effettuati, per il tramite di un intermediario abilitato, per un controvalore massimo pari a 60 mln euro, entro il 31 marzo 2022.

Focus su Safilo G. (-0,84%) dopo che il Cda ha approvato i termini, le condizioni finali e il calendario dell'aumento di capitale a pagamento, per un importo massimo complessivo di 135 mln euro, deliberato dall'assemblea straordinaria degli azionisti del 30 luglio.

Sull'Aim in evidenza Ediliziacrobatica (+3,49%) che ha chiuso il mese di settembre con un incremento del 139% dei contratti sottoscritti pari a 16,266 milioni di euro, rispetto ai 6,812 milioni del 2020.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

October 05, 2021 11:48 ET (15:48 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Safilo (BIT:SFL)
Storico
Da Lug 2022 a Ago 2022 Clicca qui per i Grafici di Safilo
Grafico Azioni Safilo (BIT:SFL)
Storico
Da Ago 2021 a Ago 2022 Clicca qui per i Grafici di Safilo