Chiusura in marginale rialzo per Piazza Affari, con il Ftse Mib che a fine giornata registra un progresso dello 0,1%.

Sul fronte macro in Italia da segnalare che a settembre viene stimato che il fatturato dell'industria, al netto dei fattori stagionali, diminuisca dell'1,2%, in termini congiunturali, sia per il totale sia per le componenti interna ed estera. A ottobre invece i prezzi alla produzione dell'industria diminuiscono del 3,3% su base mensile e aumentano del 28,0% su base annua (da +41,7% di settembre).

Infine, l'indice di fiducia economica nei Paesi dell'Eurozona si

è attestato a 93,7 punti, in aumento rispetto ai 92,7 punti di ottobre e

leggermente superiore al consenso di 93,5 punti.

Negli Usa da segnalare invece che le vendite al dettaglio delle catene

nazionali nella quarta settimana di novembre sono salite del 10,4% a

livello annuale. Invece, l'indice S&P/Case-Shiller dei prezzi delle case

nelle 20 maggiori cittá degli Usa è calato dell'1,5% a livello mensile,

mentre è salito del 10,4% su base annuale.

L'indice sulla fiducia dei consumatori infine si è attestato a novembre a 100,2 punti, in calo rispetto ai 102,2 di ottobre. Il dato è leggermente inferiore rispetto al consenso degli economisti a 100,3 punti.

Sul paniere principale milanese in salita i petroliferi di riflesso al rimbalzo del greggio: Saipem +4,18%, Tenaris +2,92% e Eni +1,27%.

In rosso invece Saras (-1,75%) su cui Equita Sim ha ridotto il rating a hold, mentre ha chiuso in progresso Erg (+1,89%) che ha festeggiato il suo ingresso nell'indice Ftse Mib. "Accogliamo con grande soddisfazione e orgoglio l'ingresso di Erg nel Ftse Mib, 25 anni dopo l'Ipo del Gruppo del 1997 ad un prezzo di lancio pari a circa un decimo dell'attuale valore. L'inclusione in questo indice premia le nostre strategie industriali e rappresenta uno stimolo a proseguire il nostro percorso di crescita focalizzato sullo sviluppo del portafoglio rinnovabile per contribuire attivamente al processo di transizione energetica e al contempo creare valore per i nostri stakeholders", ha dichiarato Edoardo Garrone, presidente di Erg.

In salita le banche. Bene soprattutto B.Mps (+4,41%). In salita anche Banco Bpm +0,64%, Bper +0,44%, Intesa Sanpaolo +0,87%. Deboli invece Mediobanca -0,79% e Unicredit -1,07%.

In rosso, ma decisamente sopra i minimi, le azioni Juventus (-0,93%) dopo che ieri il cda ha rassegnato le dimissioni in blocco. Maurizio Scanavino è stato nominato direttore generale e il consiglio ha richiesto a Maurizio Arrivabene di mantenere la carica di ad. Il cda proseguirá la propria attivitá in regime di prorogatio fino all'assemblea convocata per il 18 gennaio. Exor inoltre questa mattina ha reso noto che indicherá Gianluca Ferrero alla carica di presidente.

Bene infine Somec (+5,19%) , societá specializzata nell'ingegnerizzazione, progettazione e realizzazione di progetti complessi chiavi in mano, nell'ingegneria civile e navale, si mette in luce in mattinata dopo che la divisione Mestieri ha acquisito alcune rilevanti commesse, tramite le societá Mestieri Srl e Total Solution Interiors Srl, per un valore complessivo pari a 13,4 milioni di euro.

fus

marco.fusi@mfdowjones.it

 

(END) Dow Jones Newswires

November 29, 2022 11:44 ET (16:44 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Saipem (BIT:SPM)
Storico
Da Dic 2022 a Gen 2023 Clicca qui per i Grafici di Saipem
Grafico Azioni Saipem (BIT:SPM)
Storico
Da Gen 2022 a Gen 2023 Clicca qui per i Grafici di Saipem