Procede a due velocità la partita sulla rete unica che coinvolge Tim, Fibercop e Open Fiber. L'accordo più importante è sicuramente il Memorandum of Understading che dovrebbe essere sottoscritto da Cdp (principale azionista di Open Fiber) e Tim.

Per quanto in teoria più complesso e più determinante ai fini della realizzazione della rete unica, questo accordo dovrebbe essere in dirittura d'arrivo. Secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza, anzi, la settimana prossima dovrebbe essere quella decisiva per sbloccare l'intesa. In parallelo procede invece la trattativa per la firma di un accordo di natura commerciale tra Fibercop e sempre Open Fiber, per consentire a quest'ultima di accedere alle infrastrutture di Fibercop nelle aree bianche. Su questa intesa però sembra si navighi ancora a vista, sempre per lo stesso motivo ossia la posizione di Kkr, che per voce del consigliere Alberto Signori continuerebbe a esprimere dubbi sull'operazione.

Tim e Open Fiber si sarebbero accordati per un prezzo di 190 milioni da pagare in sei anni che però sarebbe giudicato insufficiente dal fondo americano, che vorrebbe una cifra più alta pari a 310 milioni. Oggi dovrebbe riunirsi di nuovo il cda, tenuto aperto dallo scorso venerdì proprio con la speranza di trovare un punto di incontro tra le posizioni in tempo utile per dare il via libera all'accordo.

fch

 

(END) Dow Jones Newswires

May 12, 2022 02:55 ET (06:55 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Telecom Italia (BIT:TIT)
Storico
Da Giu 2022 a Lug 2022 Clicca qui per i Grafici di Telecom Italia
Grafico Azioni Telecom Italia (BIT:TIT)
Storico
Da Lug 2021 a Lug 2022 Clicca qui per i Grafici di Telecom Italia