Il Ftse Mib continua a trattare sotto la parità con un ribasso dell'1,83% a 23.290 punti in un clima di avversione al rischio generalizzato sui mercati azionari.

L'inflazione Usa, anche se sopra le attese, è risultata "in rallentamento a conferma che il picco potrebbe essere alle nostre spalle, anche se il continuo aumento dei prezzi della benzina che si sta registrando nella prima parte di maggio segnala come le pressioni al rialzo sui prezzi rimangano in essere. Pertanto il dato rappresenta un ulteriore tassello per la Fed per proseguire con un rialzo aggressivo dei tassi nei prossimi mesi", affermano gli strategist di Mps Capital Services.

L'attenzione degli operatori è puntata sulle richieste settimanali di sussidi di disoccupazione Usa e sui prezzi alla produzione Usa di aprile in pubblicazione alle 14h30.

"L'impatto dovrebbe essere limitato ora che i dati sull'inflazione sono stati rilasciati. Avremo la solita pletora di relatori della Fed per scuotere la volatilitá intraday, ma mi aspetto di vedere i tentativi di rivalutare inflazione/recessione/rigore/geopolitica continuare a dominare i procedimenti. Stare in disparte con una borsa di contanti e dei tappi per le orecchie è la mia strategia preferita", afferma Jeffrey Halley, analista di mercato senior, Asia Pacifico, di Oanda.

Nel frattempo sono stati diffusi alcuni dati del Regno Unito. Il Pil nel primo trimestre si è espanso dello 0,8% t/t e dell'8,7% a/a. Il deficit commerciale si è poi attestato a 23,9 mld euro a marzo, mentre la produzione industriale è calata dello 0,2% m/m (+0,7% a/a).

A piazza Affari il peggior titolo del Ftse Mib è Diasorin con un ribasso del 6,24%. In leggero ribasso Poste (-0,39%) dopo i conti del 1* trimestre.

In luce invece Stm che avanza del 3,11% durante il suo Capital Markets Day in cui la società ha annunciato la "nuova ambizione per il 2025-2027", puntando a raggiungere ricavi oltre 20 miliardi di dollari. La nuova guidance di medio termine di Stm è "bullish", segnalano gli analisti di Citi in merito ai target 2025-2027 del gruppo, sopra le attese.

Sul Mid Cap in netto ribasso Tod's che lascia sul terreno il 6,72% dopo la pubblicazione del fatturato del 1* trimestre. Jefferies ha confermato il rating underperform sul titolo e Ubs la raccomandazione sell. Bene invece Brembo che avanza del 3,23% e Bff Bank che sale dell'1,72%.

Infine il titolo As Roma tratta in forte rialzo del 15,16% a 0,421 euro, avvicinandosi al prezzo dell'Opa lanciata ieri dai Friedkin sul flottante della societá a 0,43 euro ad azione, finalizzata al delisting della squadra capitolina.

alb

alberto.chimenti@mfdowjones.it

 

(END) Dow Jones Newswires

May 12, 2022 05:27 ET (09:27 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Tod`s (BIT:TOD)
Storico
Da Giu 2022 a Lug 2022 Clicca qui per i Grafici di Tod`s
Grafico Azioni Tod`s (BIT:TOD)
Storico
Da Lug 2021 a Lug 2022 Clicca qui per i Grafici di Tod`s