Il 2021 si dimostra un anno record per Borsa Italiana con 49 Ipo (record dal 2000).

A fine dicembre 2021, spiega infatti una nota di Borsa Italiana, si contano sui mercati di piazza Affari 407 società quotate. Nel dettaglio: 232 società sul mercato Euronext Milan (di cui 74 sul segmento STAR), 1 strumenti FIA sul mercato MIV e 174 su Euronext Growth Milan (il mercato di crescita dedicato alle piccole e medie imprese)

Nel 2021 si registrano 49 IPO: 5 su EXM (Euronext Milan) e 44 su EGM (Euronext Growth Milan). In dettaglio le Ipo 2021 sono:

- Euronext Milan: Philogen, Seco, The Italian Sea Group, Intercos, Ariston Holding

- Euronext Growth Milan: Vantea Smart, Almawave, Casasold, A.B.P. Nocivelli, Reevo, Premia Finance, Jonix, Acquazzurra, G Rent, Revo, 4Aim Sicaf Comparto 2 Crowdfunding, Aton Green Storage, Meglioquesto, Id-Entity, Spindox, Industrial Stars Of Italy 4, Ala, Giglio.Com, Compagnia dei Caraibi, Nusco, Omer, Ulisse Biomed, Destination Italia, Intermonte Partners Sim, Defence Tech Holding, Medica, Soluzione Tasse, Cofle, Racing Force, Nice Footwear, Alfonsino, Take Off, Datrix, International Care Company, Svas Biosana, S.I.F. Italia, Sababa Security, Estrima, Lindbergh , Homizy, Directa Sim, Iscc Fintech, Star7, Finanza.tech

Nel corso dell'anno si registrano 3 passaggi di mercato: Abitare In, Antares Vision e Fine Foods & Pharmaceuticals Ntm da Euronext Growth Milan al segmento STAR di Euronext Milan

Le Ipo nel 2020 sono state 22 e nel 2019 sono state 41.

La capitalizzazione complessiva delle società quotate al 23 dicembre si attesta a 757 miliardi di euro, pari al 43,1 % del PIL.

Intesa Sanpaolo è stata l'azione più scambiata per controvalore, con un totale di 53,4 miliardi di euro. Stellantis è la più scambiata in termini di contratti con poco meno di 4,6 milioni di contratti.

Nel 2021 il totale della raccolta è stato pari a 3.667,2 milioni di euro di cui 2.335,5 dovuto alle Ipo sui mercati di Borsa Italiana. In aggiunta ci sono state 16 operazioni di aumento di capitale in opzione con un controvalore superiore al miliardo di euro. Nel 2021 le Opa sono state 21 per un controvalore di 6.979,3 milioni di euro.

Il 2021 ha segnato il ritorno delle SPAC sul mercato (dopo il boom del 2017 e 2018) con 2 nuove quotazioni su Euronext Growth Milan: Revo e Industrial Stars of Italy 4.

Al 23 dicembre 2021, l'indice FTSE Italia All Share registra una crescita del 22,1% (max annuale 30.528 il 15 novembre 2021; min 23.531 il 29 gennaio 2021). L'indice FTSE MIB registra una crescita del 21,5% (max annuale 27.868 il 15 novembre 2021; min 21.573 il 29 gennaio 2021).

All'interno del mercato azionario il comparto delle Pmi, e in particolare il segmento Star, si è distinto per aver sovraperformato gli indici principali: l'indice FTSE Italia STAR registra una importante crescita su base annua del 41,2%. Durante l'anno ha superato quota 60.000, più volte, raggiungendo il valore massimo annuale e record storico (66.037 l'8 di novembre 2021). L'indice FTSE Italia Growth registra una crescita su base annua del 54,5%, raggiungendo il massimo di 11.413 il 10 dicembre 2021. L'indice FTSE Italia MID Cap cresce del 28,3%, raggiungendo il record storico di 52.005 l'8 novembre. L'indice FTSE Italia Small Cap cresce del 48,9% rispetto alla fine dello scorso anno.

Continua la crescita per ETFplus, il mercato dove vengono negoziati ETF, ETC/ETN. Al 23 dicembre 2021 gli strumenti quotati sono saliti a 1.482 (1.260 ETF e 222 ETC/ETN). L'Asset Under Management (AUM) ha raggiunto quota 123 miliardi di euro (+31% rispetto all'anno 2020), con un inflow da inizio anno di 9,3 miliardi di euro.

Alla data del 23 dicembre 2021 sul mercato ETFplus sono quotati 333 strumenti ESG, di cui 148 ammessi nell'anno. Presentano un AUM pari a 22,5 miliardi di euro (+90% rispetto al 2020) con un inflow pari a 6,7 miliardi di euro.

Infine, il 2021 è stato caratterizzato dall'ingresso di 5 nuovi emittenti: Krane Shares, GPF Global Palladium, Global-X, Fidelity e GraniteShares.

Il MOT, prosegua la nota, registra 1.386 strumenti complessivamente quotati al 23 dicembre 2021 (159 Titoli di Stato, 57 Obbligazioni e 1.170 Eurobonds e ABS). Nel corso del 2021 sono state distribuite sul mercato MOT la terza e la quarta emissione del BTP Futura, per una raccolta complessiva di oltre 8,7 miliardi di euro e 223,5 mila contratti conclusi nelle fasi di distribuzione. Sul mercato MOT sono state distribuite anche 5 obbligazioni emesse da società italiane quotate (Newlat Food, Italian Wine Brands, Wiit, Alerion Clean Power, OVS) per una raccolta complessiva pari a 840 milioni di euro.

Su ExtraMOT al 23 dicembre sono quotati 638 strumenti. Il segmento professionale del mercato, ExtraMOT PRO3 conta 130 strumenti. Sempre fino al 23 dicembre 2021, sui segmenti professionali di ExtraMOT sono stati complessivamente quotati 503 strumenti da 286 emittenti con una raccolta complessiva al 23 dicembre di oltre 56 miliardi di euro. Il 2021 è stato l'anno della conferma di ExtraMOT come mercato di riferimento per le abs domestiche; al 23 dicembre sono state quotate nel corso del 2021 24 abs per un totale di 16,6 miliardi di euro.

Il segmento dedicato ai Green e Social Bond dei mercati di Borsa Italiana nato nel 2017 ha raggiunto 237 strumenti per un outstanding complessivo superiore ai 304,2 miliardi di euro (alla data di prima negoziazione sui mercati obbligazionari di Borsa Italiana.)

Infine, MTS nel 2021 ha adempiuto con grande impegno al suo ruolo cruciale nell'assicurare stabilità e liquidità al mercato secondario del debito pubblico italiano, la cui dinamica ha subito un forte innalzamento per la crisi pandemica. Nel corso dell'anno, la liquidità dei pronti contro termine, strumento che consente in ogni situazione di trovare titoli di difficile reperimento e di finanziare le operazioni di mercato, si è sostanzialmente mantenuta sui livello dello scorso anno, intorno 180 miliardi di euro al giorno di volumi "term adjusted" eseguiti, con picchi anche superiori ai 300 miliardi di euro.

Il mercato BondVision ha consentito anche nel 2021 agli investitori istituzionali di negoziare in modo estremamente efficiente ordini su titoli obbligazionari e di far uso dei dati per monitorare in tempo reale le proprie posizioni. Anche questo particolare mercato ha visto gli investitori istituzionali particolarmente attivi sul segmento pronti contro termini e soddisfare gli obblighi introdotti dalla normativa europea SFTR.

Oltre al mercato secondario del debito pubblico italiano la piattaforma MTS gestisce i mercati secondari di altri 20 debiti pubblici direttamente o attraverso partnership. L'infrastruttura MTS fornisce inoltre strumenti per operazioni di mercato primario, tra le quali il concambio e i taps. Tutti questi mercati hanno visto aumentare le propria liquidità nel corso dell'anno.

Buono l'andamento del mercato dei depositi interbancari, avviato da MTS nel 2020 pur nelle difficoltà del lockdown. Questo mercato sta registrando ottima rispondenza da parte dei partecipanti, con quotazioni presenti e continue su tutte le scadenze e un numero crescente di contratti.

com/fus

marco.fusi@mfdowjones.it

 

(END) Dow Jones Newswires

December 30, 2021 05:49 ET (10:49 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Wiit (BIT:WIIT)
Storico
Da Apr 2022 a Mag 2022 Clicca qui per i Grafici di Wiit
Grafico Azioni Wiit (BIT:WIIT)
Storico
Da Mag 2021 a Mag 2022 Clicca qui per i Grafici di Wiit