Di Federica Camurati - milanofinanza.it

È affare fatto tra Tom Ford international e Estée Lauder companies. Dopo mesi di rumors che hanno visto alternarsi tra i papabili nuovi proprietari della griffe sia il gigante francese Kering che il colosso beauty americano, è stato infine quest'ultimo ad aggiudicarsi l'azienda dell'omonimo stilista texano, su cui erano iniziate a circolare voci di vendita da quest'estate. La conferma ufficiale è arrivata poche ore fa e, secondo quanto riferito dalla stampa internazionale, l'ammontare del deal dovrebbe aggirarsi tra i 2,3 e i 2,8 miliardi di dollari (pari a 2,21-2,69 miliardi di euro al cambio di oggi).

Le indiscrezioni che un closing con Estée Lauder fosse sempre più vicino si erano fatte più insistenti in questi ultimi giorni (vedere MFF del 15 ottobre) sebbene, contattata da MFF, la società avesse preferito non rilasciare commenti. Ora però, a sorpresa, assieme alla conferma del cambio di proprietà è spuntato inaspettatamente anche il coinvolgimento di altri due nomi. Il Gruppo Zegna ha infatti annunciato di aver firmato con Estée Lauder un accordo per l'acquisizione di una licenza a lungo termine per la divisione moda di Tom Ford, mentre Marcolin ne prenderà in gestione l'eyewear.

«Questa licenza è subordinata al perfezionamento dell'acquisizione di Tom Ford da parte di Estée Lauder, che dovrebbe avvenire durante la prima metà del 2023», ha specificato l'azienda piemontese in una nota ufficiale divulgata questa sera. «Sarà l'unico proprietario del marchio Tom Ford e di tutta la sua proprietà intellettuale». Il Gruppo Zegna, proprietario dei marchi Zegna e Thom Browne, diventerà licenziatario a lungo termine di Estée Lauder per tutto il prêt-à-porter maschile e femminile di Tom Ford, nonché per gli accessori e l'underwear, la gioielleria, l'abbigliamento per bambini, i prodotti tessili e l'homeware.

«Le società Estée Lauder e Zegna si allineeranno strettamente sulla direzione creativa per continuare a costruire sul posizionamento di lusso del marchio Tom Ford», ha proseguito il gruppo. «L'ambizione è posizionare Tom Ford tra i marchi di moda di lusso più rispettati e di successo, sfruttando la piattaforma del Gruppo Zegna e capitalizzando l'unicità del brand americano». Lo stilista Tom Ford, fondatore e ceo di Tom Ford international, continuerà a essere il creativo del marchio dopo il closing e fino alla fine dell'anno 2023.

«Tom Ford è uno dei marchi ultra-lusso più iconici e distintivi al mondo e questo prossimo passo insieme si allinea perfettamente con la nostra strategia», ha dichiarato Gildo Zegna, ceo del Gruppo Zegna. «Siamo partner e azionisti del business della moda Tom Ford sin dal suo esordio, ho lavorato con Tom per molti anni e lo considero un amico stimato. Questa transazione è la prima dalla nostra quotazione alla Borsa di New York nel dicembre 2021 e conferma il nostro impegno a sfruttare la nostra piattaforma per creare valore per tutti i nostri stakeholder».

In questa transazione, che è stata approvata all'unanimità dal consiglio di amministrazione e che dovrebbe concludersi entro il secondo trimestre del 2023, il Gruppo Zegna si è affidato alla consulenza finanziaria di un team di Ubs guidato da Riccardo Mulone. Nel dettaglio, l'accordo di licenza ventennale tra Zegna e Estée Lauder consente il rinnovo automatico per ulteriori dieci anni a determinate condizioni minime di prestazione. L'operazione, che Zegna finanzierà con liquidità, dovrebbe aumentare l'eps per gli azionisti di Zegna entro il primo anno intero successivo al closing.

L'accordo di licenza a lungo termine sottoscritto con Marcolin, infine, costituisce una significativa estensione del contratto con Tom Ford attualmente in vigore. Il nuovo accordo garantirà infatti una licenza perpetua a fronte del pagamento di Marcolin di 250 milioni di dollari (240,3 milioni di euro) all'azienda Usa che, all'atto del pagamento, sarà di proprietà di Estée Lauder. Il finanziamento dell'operazione avverrà per il tramite di utilizzo di cassa disponibile, unitamente a un aumento di capitale, da parte dei soci di Marcolin, pari ad almeno 50 milioni di euro. Il nuovo accordo di licenza è subordinato al perfezionamento dell'operazione di acquisto di Tom Ford international da parte di Estée Lauder companies, ha dichiarato la società veneta in una nota ufficiale. (riproduzione riservata)

RED

 

(END) Dow Jones Newswires

November 16, 2022 08:54 ET (13:54 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Kering (EU:KER)
Storico
Da Gen 2023 a Feb 2023 Clicca qui per i Grafici di Kering
Grafico Azioni Kering (EU:KER)
Storico
Da Feb 2022 a Feb 2023 Clicca qui per i Grafici di Kering