"Un accordo politico è stato raggiunto sugli acquisti comuni di gas. Abbiamo già una procedura che ci permetterà di raccogliere tutte le richieste tramite la nostra piattaforma energetica per 15,5 milioni di metri cubi di gas l'anno prossimo, in tempo per riempire i nostri stoccaggi. Poi definiremo un nuovo indice per il Gnl entro fine marzo, perchè gli attuali indici non riflettono più la situazione del mercato del gas europeo. Svilupperemo dei derivati per far fronte a questo stress di liquidità e rafforzeremo la solidarietà nell'Ue per far sì che in caso di emergenza nessuno Stato membro si ritrovi da solo. Poi accelereremo le procedure di rilascio di licenze per nuove tecnologie come pompe di calore e pannelli solari e definiremo dei principi per cui questi progetti sono di pubblico interesse".

Lo ha detto la commissaria europea per l'Energia, Kadri Simson, al termine del Consiglio Energia dell'Ue, sottolineando che "nessuno ha dubitato dell'urgenza e della necessità di queste misure. Insieme alle regole per lo stoccaggio adottate in primavera e agli obiettivi di riduzione della domanda di luglio questo pacchetto offre una reazione globale alle sfide del mercato del gas. Abbiamo già sentito gli effetti di queste misure, con i prezzi del gas precipitati rispetto al picco estivo".

cos

 

(END) Dow Jones Newswires

November 24, 2022 10:48 ET (15:48 GMT)

Copyright (c) 2022 MF-Dow Jones News Srl.