Dowjones

"In netta controtendenza con le dichiarazioni quasi patriottiche rilasciate ieri dall'a.d. del gruppo Piaggio, l'a.d. di Alitalia, Sabelli, sembra considerare l'Italia come un Paese usa e getta. Un Paese in cui quando si devono fare gli affari con lo Stato per acquisire una compagnia aerea a condizioni di favore, c'e' chi e' sempre pronto. Quando invece c'e' da difendere il sistema Paese, questi stessi preferiscono fare discutibili operazioni privilegiando imprese estere".

Cosi' Massimo Masat, coordinatore nazionale Fiom-Cgil del gruppo Alenia Aeronautica, commenta l'acqusizione da parte di Alitalia di venti aerei Embraer, preferiti rispetto ai Superjet 100 realizzati da Sukhoi e Alenia Aeronautica. Secondo il sindacalista "le odierne dichiarazioni di Sabelli sono gravi non solo perche' Alitalia non sarebbe, come da lui detto, la prima compagnia aerea ad acquisire il Superjet (Aeroflot ne ha gia' ordinati un buon numero), ma perche' privilegia aerei prodotti da un'impresa non europea. Cio' significa anche dare il segnale che, in Italia, non si presta alcuna attenzione alle eccellenze industriali del nostro Paese (in questo caso, ad Alenia Aeronautica)".

"Rinunciare al Superjet Alenia, che anche Sabelli considera competitivo - conclude - significa inoltre mettere a rischio posti di lavoro nei siti italiani di Alenia Aeronautica. Anche per questo, noi crediamo che la scelta resa nota da Alitalia sia sbagliata". com/rov