"I prestiti soggetti a moratoria sono diminuiti del 50% rispetto a giugno. Prestiamo continua attenzione al profilo di rischio dello stato patrimoniale di Mps, abbiamo beneficiato dall'operazione Amco ed è emerso un miliardo di capitale in più, grazie anche all'attenzione ai prestiti garantiti e al rinvio dell'aumento Rwa a seguito delle modifiche del modello".

Lo ha affermato il ceo di Mps, Guido Bastianini, intervenendo in conference call con gli analisti.

Rispetto alle stime formulate nei mesi precedenti che evidenziavano uno shortfall di 300 mln di euro nel primo trimestre 2021 con una crescita a 1,5 mld di euro al 1° gennaio 2022, si porta all'attenzione che al 31 marzo 2021 non è emerso alcuno shortfall di capitale e si prevede che a 12 mesi dalla data di riferimento, ovvero al 31 marzo 2022, lo shortfall possa essere inferiore a 1 mld di euro, includendo l'effetto dell'aggiornamento dei modelli interni dell'EBA Guidelines. La riduzione dello shortfall atteso deriva dagli effetti delle azioni di capital management già realizzate e dall'evoluzione del capitale e dei risk weighted assets. Lo shortfall di capitale, peraltro, riguarda il Tier 1 e in misura minore il Total Capital, mentre non è atteso shortfall sul Common Equity Tier 1. Lo shortfall è stimato con le medesime assunzioni alla base del Piano Strategico, tenendo conto dei risultati del primo trimestre 2021 ed escludendo l'operazione di rafforzamento patrimoniale.

Nonostante la riduzione dello shortfall atteso, al momento le stime di rafforzamento patrimoniale per 2,5 mld di euro non sono state riviste, in attesa di conoscere gli esiti degli stress test che saranno comunicati al mercato nel prossimo mese di luglio.

cce

MF-DJ NEWS

0616:50 mag 2021

 

(END) Dow Jones Newswires

May 06, 2021 10:51 ET (14:51 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.