L'azionario europeo prosegue la seduta in deciso progresso (Milano +1,28%, Parigi +1,81%, Francoforte +1,74%, Londra +1,27%) in scia alla proposta della Commissione Europea sul Recovery Fund.

"La Commissione Ue propone un Fondo di Recovery da 750 miliardi che si aggiunge agli strumenti comuni giá varati. Una svolta europea per fronteggiare una crisi senza precedenti", ha dichiarato su Twitter il commissario agli affari economici, Paolo Gentiloni.

A piazza Affari, in evidenza il comparto bancario con lo spread Btp/Bund in netta contrazione a 191 punti base circa: Bper +4,8%, Unicredit +4,48%, Mediobanca +4,05%, Intesa Sanpaolo +3,88%, Banco Bpm +2,47%, Ubi B. +1,08%.

In evidenza Pirelli (+6,59%), Fca (+4,93%), Cnh I. (+4,41%), B.Unicem (+0,72%) e Ferrari (+0,67%). Seguono S.Ferragamo (+3,35%), Generali Ass. (+2,85%) e Poste I. (+2,17%).

Bene il comparto oil e oil service: Eni +2,57%, Tenaris +2,32%, Saipem +0,42%.

In rosso, invece, Nexi (-6,53% a 14,3 euro), dopo che Mercury UK, societá posseduta dai fondi di private equity Bain, Advent e Clessidra e che è il maggiore azionista di Nexi con il 52,1% del capitale, ha ceduto ad investitori istituzionali, tramite un ABB, 55 milioni di azioni (8,8% del capitale) riducendo la propria quota al 43,4%.

Proseguono le forti vendite anche su Diasorin (-8,32%). Male le utility, tra cui Snam (-1,79%), Italgas (-1,16%), Terna (-0,69%), A2A (-0,56%) e Hera (-0,42%).

Tra le mid cap, focus su Rcs (+16,02%), dopo che, con riferimento al contenzioso relativo all'operazione che nel 2013 ha portato alla vendita e contestuale locazione del complesso immobiliare di Via Solferino/Via San Marco/Via Balzan a Milano, il Tribunale Arbitrale ha affermato la propria competenza a decidere sulle domande di Rcs (incluse quelle risarcitorie), respingendo tutte le relative eccezioni pregiudiziali e preliminari sollevate dall'acquirente; ha escluso l'invaliditá dei contratti con cui è stata conclusa l'operazione; ha rilevato che il comportamento dell'acquirente potrebbe dare luogo al risarcimento del danno in favore di Rcs. In forte rialzo anche Cairo Comm. (+8,02%).

Seguono Ovs (+12,19%), Soefi (+9,46%) e Autogrill (+7,16%). Bene anche B.Ifis (+4,74% a 8,39 euro), su cui Banca Imi ha ribadito la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 10,1 euro. In controtedenza Inwit (-2,58%), Enav (-2,28% e Interpump (-2,24%).

Sull'Aim, denaro su Relatech (+1,03%), che ha consolidato ulteriormente la partnership con Bruni Glass, leader nel mondo per il packaging di design, ottenendo lo sviluppo di una soluzione digitale innovativa per il processo di 'Procurement & Budget management'.

cm

chiara.migliaccio@mfdowjones.it

 

(END) Dow Jones Newswires

May 27, 2020 07:10 ET (11:10 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Banca Ifis (BIT:IF)
Storico
Da Lug 2020 a Ago 2020 Clicca qui per i Grafici di Banca Ifis
Grafico Azioni Banca Ifis (BIT:IF)
Storico
Da Ago 2019 a Ago 2020 Clicca qui per i Grafici di Banca Ifis