Le principali piazze europee trattano contrastate (Milano -0,02%, Parigi +0,36%, Francoforte -0,19%, Londra +0,60%), dopo l'apertura intorno alla paritá di Wall Street. Il Dow Jones segna -0,1% con gli investitori che restano concentrati sull'evoluzione della pandemia.

Sul fronte dei dati macro, l'indice di fiducia dei consumatori statunitensi elaborato dall'Universitá del Michigan, secondo la lettura preliminare di gennaio, si è attestato a 76,2 punti. Il dato ha deluso il consenso degli economisti che si aspettavano una lettura a 80,2 punti.

Da notare che la Commissione europea ha approvato il regime italiano del valore di 4 milioni di euro a sostegno delle micro, piccole e medie imprese (Pmi) che forniscono servizi di distribuzione del carburante sulle autostrade italiane.

A piazza Affari, in rialzo Nexi (+2,14%). In progresso gli industriali: Stellantis +0,82%, Stm +0,75%, Cnh I. +0,63%, B.Unicem +0,62%, Prysmian +0,04%.

Denaro sul comparto oil e oil service, con Saipem che sale dell'1,63%, Eni dello 0,57%, e Tenaris dello 0,85%.

Tra le mid cap, in luce Fila (+3,11%), dopo i conti 2020. Focus su Elica (-0,29%), che ha realizzato nel quarto trimestre ricavi pari a 452,6 milioni di euro, -5,7% rispetto all'esercizio precedente (-4,4% al netto dell'effetto cambio) per effetto del Covid-19 e del lockdown, in particolare nel secondo trimestre dell'anno.

Sull'Aim, denaro su Unidata (+2,21%). Il titolo ha registrato un +10,24% nella seduta della vigilia, dopo i dati in crescita sui ricavi del quarto trimestre 2020.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

February 12, 2021 10:18 ET (15:18 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.