Inizio di settimana in flessione per il listino milanese, con il Ftse Mib che segna -0,5% per l'effetto tecnico dello stacco cedole a piazza Affari.

In calo con lo stacco dividendi infatti Italgas (-4,59%), Generali Ass. (-4,13%), Unipol (-3,06%), A2A (-2,63%), Azimut H. (-1,29%), Inwit (-1,48%), Eni (-1,23%), Prysmian (-1,19%), B.Unicem (-0,82%), Diasorin (-0,73%), Tenaris (-0,57%).

In rialzo il settore bancario: Banco Bpm +0,77%, Bper +0,58%, Mediobanca +0,43%. Bene Unicredit (+0,47% a 10,28 euro), promossa da Berenberg a buy da hold con un target price rivisto a 12 euro da 8 euro.

Da segnalare B.Ifis (-1,15%) che ha condiviso con il Fondo Interbancario di Tutela dei Depositi i termini e le condizioni dell'intervento volto a garantire i depositanti di Aigis Banca, posta in liquidazione coatta amministrativa dal Ministero dell'Economia e delle Finanze.

Sull'Aim in luce Tenax I. (+4,36%) dopo che il gruppo ha acquisito nuovi ordini di acquisto per un importo complessivo di circa 1,76 milioni euro. Grazie a queste nuove commesse, la somma di fatturato e portafoglio ordini (esclusi i ricavi da ricambistica ed assistenza) a valere su tutto l'esercizio 2021 si attesta a circa 5,6 milioni.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

May 24, 2021 03:31 ET (07:31 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Azimut (BIT:AZM)
Storico
Da Ago 2021 a Set 2021 Clicca qui per i Grafici di Azimut
Grafico Azioni Azimut (BIT:AZM)
Storico
Da Set 2020 a Set 2021 Clicca qui per i Grafici di Azimut