Il listino milanese prosegue la seduta positivo (Ftse

Mib +1,75%), in linea con i guadagni diffusi in tutta Europa, dopo

l'apertura di Wall Street, dove il Dow Jones segna +0,03%.

A sostenere il sentiment le parole della segretaria al Tesoro Usa, Janet Yellen, che ha puntualizzato nella serata di ieri che non prevede nè raccomanda che la Federal Reserve aumenti i tassi di interesse a seguito dei piani di spesa del presidente Joe Biden.

Sul fronte dei dati macro, il Pmi servizi Usa, nella lettura finale di aprile, si è attestato a 64,7 punti, al di sopra dei 60,4 di marzo e dei 63,1 del preliminare.

L'indice Ism non manifatturiero degli Usa invece si è attestato a 62,7 punti ad aprile, in calo rispetto ai 63,7 di marzo, deludendo il consenso degli economisti a 64,0 punti.

A piazza Affari proseguono i forti guadagni per Stellantis (+5,69%), in scia ai ricavi del primo trimestre sopra le attese. Da notare inoltre che, del corso della conference call, il Cfo Richard Palmer ha segnalato che le sinergie annunciate in occasione dell'operazione di fusione tra Fca e Psa "sono raggiungibili nei tempi previsti. Stiamo facendo bene e siamo sulla strada giusta".

Segue Cnh I. (+4,82%), dopo la trimestrale superiore alle attese e il miglioramento dell'outlook.

Sale anche il comparto oil e oil service in scia al rialzo del prezzo del petrolio, spinto dall'ottimismo per la riapertura delle economie in

Europa, insieme agli Stati Uniti: Tenaris +3,18%, Eni +1,76%, Saipem +0,68%.

Tra le banche sotto i riflettori Intesa Sanpaolo (+1,28%), dopo i conti del primo trimestre. "Siamo in linea con l'obiettivo di un utile netto di

oltre 3,5 mld euro nel 2021", ha dichiarato Carlo Messina.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

May 05, 2021 10:13 ET (14:13 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.