Partenza in flessione per l'azionario europeo, che prosegue le perdite della vigilia: Milano -0,63%, Parigi -0,69%, Francoforte -0,74%, Londra -0,66%.

Sul sentiment del mercato pesano anche oggi le preoccupazioni sulla distribuzione del vaccino per il Covid-19. Sullo sfondo, inoltre, resta l'incertezza legata alla situazione politica italiana.

Nel frattempo, la Federal Reserve ha mantenuto invariata la politica monetaria accomodante, affermando che l'attivitá economica si è indebolita con la recrudescenza dei casi di Covid-19, ma auspicando che il lancio dei vaccini domi la pandemia.

A piazza Affari, in calo gli industriali, su cui continuano a pesare i timori di nuovi prolungati lockdown: Stellantis -1,37%, Pirelli -1,36%, Cnh I. -1,10%, Leonardo Spa -1,20%, Prysmian -1,06%, Ferrari -0,87%, B.Unicem -0,55%.

Da notare Stm (-0,28%), che ha reso noti i conti 2020 e la guidance per il primo trimestre 2021.

Bene il settore bancario, con lo spread Btp/Bund che ha aperto poco mosso a 120 punti base: Bper +0,98%, Banco Bpm +0,87 %, Intesa Sanpaolo +0,39%, Mediobanca +0,05%.

Focus su Unicredit (+0,52%), dopo che il Cda della banca ha identificato oggi all'unanimitá Andrea Orcel come prossimo a.d., da inserire nella lista dei candidati per il rinnovo del Cda, in sostituzione dell'a.d. uscente, Jean Pierre Mustier. La lista sará presentata per l'approvazione alla prossima assemblea degli azionisti del 15 aprile. Ottenuta l'approvazione della lista da parte dell'assemblea, il Consiglio confermerá la sua nomina ad a.d.

Sull'Aim, in luce H-Farm (+4,80%), in scia alla notizia che l'azienda ha acquisito 20 nuovi clienti nazionali e internazionali negli ultimi mesi del 2020 che avranno impatti positivi sul nuovo anno.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

January 28, 2021 03:22 ET (08:22 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.