Partenza prudente per le principali piazze europee, con gli investitori che si muovono cauti in vista della riunione chiave del Consiglio europeo di oggi: Milano +0,15%, Parigi +0,12%, Francoforte -0,37%, Londra -0,34%.

Nel frattempo la Banca centrale europea ha dichiarato che accetterá alcune obbligazioni classificate come spazzatura come garanzia per i suoi prestiti. Le banche potranno quindi continuare a utilizzare i titoli di Stato dell'Italia o della Spagna come garanzia per i prestiti della Bce, anche se i rating di tali paesi dovessero essere tagliati sotto l'investment grade.

Sul fronte dei dati macro, l'indice di fiducia dei consumatori tedeschi Gfk crolla al -23,4 punti a maggio, minimo storico.

A piazza Affari, in luce Atlantia (+5,11%), S. Ferragamo (+2,92%) e Juventus (+2,88%). Focus su Moncler (+2,09% a 1,19 euro), che ha chiuso il primo trimestre riportando ricavi consolidati in calo del 18% a livello tendenziale a 310,1 milioni di euro. Equita Sim conferma la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 38,2 euro sul titolo.

In rialzo il settore bancario: B.P.Sondrio +2,56%, Mediobqanca +2,39%, Bancpo Bpm +1,72%, B.Mps +1,31%, Intesa Sanpaolo +1,18%, Bper +0,65%, Ubi B. +0,36%. Lo spread Btp/Bund, in attesa della pubblicazione dei Pmi dell'Eurozona e della riunione del Consiglio europeo, è in netta contrazione a 241,479 punti base rispetto ai 252,025 pb di ieri grazie, ancora una volta, alla Bce.

Da segnalare Unicredit (+0,55%), dopo le parole del Ceo Jean Pierre Mustier ai dipendenti. "In questo momento di incertezza, UniCredit resta una banca forte e solida con un Cet1 ratio di circa il 13 per cento e vanta una solida posizione di liquiditá".

Invariata Saipem a 2,22 euro. La società ha chiuso il primo trimestre con una perdita di 269 mln (+21 mln 1* trim 19),

In calo le utility, tra cui Italgas (-1,14%), Terna (-0,52%), Enel (-0.42%), Snam (-0,21%), A2A (-0,08%).

Sotto la lente degli investitori Tim (+0,98%) e Inwit (-12,72), dopo che Tim che ha completato con successo la cessione di 41,7 milioni di azioni Inwit, pari a circa il 4,3% del capitale sociale della stessa, al prezzo di 9,6 euro per azione, con conseguenti proventi lordi pari a circa 400 milioni di euro, che saranno utilizzati per ridurre la leva finanziaria.

Tra le mid cap, bene Danieli (+2,71%), Cementir (+2,69%), Illimity (+2,5%) e Autogrill (+2,45%), mentre perde terreno De'Longhi (-0,9%) e Sogefi (-0,87%).

Sull'Aim, denaro su Tps (+8,43%), Digitouch (+8,04%) e Clean bnb (+6,8%).

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

April 23, 2020 03:33 ET (07:33 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Tps (BIT:TPS)
Storico
Da Ott 2020 a Nov 2020 Clicca qui per i Grafici di Tps
Grafico Azioni Tps (BIT:TPS)
Storico
Da Nov 2019 a Nov 2020 Clicca qui per i Grafici di Tps