Le princiapali piazze europee proseguono la seduta sotto la parità (Ftse Mib -0,7%, Cac 40 -0,45%, Dax -0,42%, Ftse 100 -1,17%), in attese della decisione sui tassi della Bce, prevista per le 13h45, a cui seguità la conferenza stampa della presidente, Christine Lagarde, alle 14h30.

A pesare sul sentiment del mercato i dati macro, che scontano l'impatto della diffusione del virus e delle misure di lockdown.

Il Pil dell'Eurozona, infatti, secondo quanto emerge dalla prima lettura preliminare, è calato del 3,8% a livello trimestrale e del 3,3% su base annuale nel 1* trimestre del 2020. Il dato è inferiore al consenso sia a livello congiunturale (-3,2% t/t), sia a livello tendenziale (-2,7% a/a).

Il tasso di disoccupazione nell'Eurozona si è attestato al 7,4% a marzo, in aumento rispetto al 7,3% di febbraio e sotto quanto previsto dal consenso degli economisti, al 7,7%.

L'inflazione nell'area euro ad aprile, infine, secondo la lettura preliminare, è cresciuta dello 0,4% a livello annuale, in rallentamento dal +0,7% a/a del mese di marzo, ma al di sopra del consenso al +0,1% a/a.

A piazza Affari, prosegue in rialzo Tenaris (+4,05% a 6,63 euro), dopo i dati del primo trimestre 2020. Equita Sim ha confermato il rating hold e tp di 7,4 euro sul titolo. Segue Saipem (+1,54%) ed Eni (+0,1%).

In evidenza le utility. In particolare Hera (+2,1%), Terna (+1,01%), Eneòl (+0,73%) e, A2a (+0,41%) e Snam (+0,1%). Da notare Italgas (+1,52% a 4,94 euro), su cui Kepler Cheuvreux ha ribadito la raccomandazione buy e il prezzo obiettivo a 6 euro dopo i conti trimestrali leggermente sopra le attese.

Contrastati gli industriali. Bene Pirelli (+4,28%) e Fca (+1,56%), mentre perdono terreno Stm (-2,2%), Prysmian (-1,8%), Ferrari (-1,67%), B.Unicem (-1,28%), Cnh I. (-0,77%) e Leonardo Spa (-0,65%).

In profondo rosso il settore bancario: Unicredit -2,77%, Mediobanca -2,61%, Intesa Sanpaolo -2,03%, Bper -1,83%, Banco Bpm -1,56%. Lo spread Btp/Bund è in allargamento a 231,603 punti base rispetto ai 225,339 pb della chiusura di ieri dopo che il Pil italiano si è contratto del 4,7% a livello trimestrale e del 4,8% su base annuale nel 1* trimestre, con gli investitori che attendono ora gli esiti della riunione della Banca centrale europea.

Male anche Diasorin (-4,69%), Recordati (-3,23%) e Generali Ass. (-1,65%). Tra le mid cap, in calo Fincantieri (-5,89%), Cerved (-3,79%), Piaggio (-3,51%) e Technogym (-3,28%).

In progresso, invece, Mutuionline (+2,82%), A.Bologna (+2,74%) e Igd (+1,83%).

Sull'Aim, in luce Wm Capital, che incrementa i guadagni e segna +55%. La societá, specializzata nel Business Format Franchising,

su richiesta delle autoritá di mercato e tenuto conto dell'attuale situazione di mercato del titolo, ha precisato che l'accordo sottoscritto con l'azienda cinese Nanjing Vazyme Medical Technology Co., Ltd, che prevede la distribuzione di kit di analisi per la diagnosi del Covid-19, non è in esclusiva.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

April 30, 2020 07:10 ET (11:10 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Wm Capital (BIT:WMC)
Storico
Da Set 2020 a Ott 2020 Clicca qui per i Grafici di Wm Capital
Grafico Azioni Wm Capital (BIT:WMC)
Storico
Da Ott 2019 a Ott 2020 Clicca qui per i Grafici di Wm Capital