Giornata all'insegna della cautela per piazza Affari con il Ftse Mib che chiude a -0,01% a 20.715 punti.

Il mercato è rimasto anche oggi in attesa di evoluzioni sul fronte delle negoziazioni commerciali tra Usa e Cina, aspettando nel frattempo il meeting della Bce, in agenda per giovedì 7 marzo.

Sul fronte macro, l'indice Pmi composito dell'Eurozona finale di febbraio si è assestato a 51,9 punti, in ripresa rispetto ai 51,9 di gennaio e sopra la lettura preliminare e il consenso a 51,4 punti. L'indice finale relativo al settore dei servizi si è invece attestato a 52,8 punti, superiore rispetto ai 51,2 del mese precedente e al di sopra del preliminare e del consenso a 52,3.

Nel dettaglio a livello italiano, la lettura del Pmi servizi si è attestata a 50,4 punti, in salita dai 49,7 punti di gennaio e sopra il consenso a 49,5 punti.

Per quanto riguarda invece gli Stati Uniti, il Pmi servizi, nella lettura finale di febbraio, si è assestato a 56 punti. Il dato è al di sopra dei 54,2 del mese precedente e in calo rispetto alla lettura preliminare a 56,2 punti.

A Milano ha primeggiato Tim (+2,96%). Secondo la stampa, la Cdp dovrebbe raggiungere quota 10% entro il 20 marzo per presentarsi in assemblea, in agenda il 29 marzo, con una quota importante. In luce anche le società di risparmio gestito con Azimut H. che ha segnato un +2,56%, seguita da Finecobank (+0,85%) e B.Generali (+0,54%).

Bene poi tra gli industriali Fca (+0,83%). Il Ceo del gruppo, Mike Manley, ha dichiarato che gli investimenti del Piano Italia "sono confermati".

Chiusura in calo per i bancari: Ubi B. -2,46%, Banco Bpm -1,49%, Unicredit -0,39%, Bper -0,33% e Intesa Sanpaolo -0,18%.

Tra le blue chip ha virato in rosso Campari (-6,56%%) dopo la pubblicazione dei conti 2018. I dati hanno evidenziato un Ebit rettificato a 378,8 mln euro, inferiore alle stime del consenso. Negative anche Amplifon (-2,83%) e Moncler (-2,56%), su cui Berenberg ha ridotto la raccomandazione da buy a hold, con prezzo obiettivo che passa da 36 a 37 euro.

Da segnalare anche Brembo (-1,44%), su cui Equita Sim ha cambiato il rating a hold da buy tagliando il target price a 12,4 euro da 13,1. Kepler Cheuvreux ha invece confermato il giudizio hold abbassando il prezzo obiettivo a 10,8 euro da 11.

Sul resto del listino da segnalare Lventure G. (+3,29%). Il Cda ha approvato il piano industriale 2019-2022, che prevede un Ebitda positivo a partire dall'esercizio in corso. Sull'Aim Italia infine ha brillato Sostravel.com (+9,82%).

lpg

 

(END) Dow Jones Newswires

March 05, 2019 11:46 ET (16:46 GMT)

Copyright (c) 2019 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Lventure (BIT:LVEN)
Storico
Da Lug 2020 a Ago 2020 Clicca qui per i Grafici di Lventure
Grafico Azioni Lventure (BIT:LVEN)
Storico
Da Ago 2019 a Ago 2020 Clicca qui per i Grafici di Lventure