Chiusura in profondo rosso per il listino milanese che a fine seduta segna -3,59% a 16450 punti, in linea con le perdite diffuse in tutta Europa.

Nel frattempo, Wall Street prosegue la seduta in netta flessione, con il Dow Jones che cede il 2,8%.

A pesare sul sentiment del mercato i prezzi del petrolio greggio statunitensi, che sono scesi sotto lo zero per la prima volta nella scorsa seduta, ennesima turbolenza di un mercato sconvolto dalla pandemia globale di coronavirus. Gli investitori, intanto, restano concentrati sulla riunione del Consiglio europeo di giovedì.

Sul fronte dei dati macro, focus sull'indice Zew relativo alle attese economiche in Germania, che si è attestato a +28,2,5 punti ad aprile rispetto ai -49,5 punti di marzo, sorprendendo nettamente il consenso degli economisti, che si aspettavano un rialzo piú contenuto, a quota -42,7 punti.

Il tasso di disoccupazione Ilo in Gran Bretagna si è attestato al 4% a febbraio, al di sopra del consenso degli economisti al 3,9%. Il numero di persone che hanno richiesto sussidi di disoccupazione è aumentato a marzo di 12.100 unitá, attestandosi al 3,5% della forza lavoro.

A piazza Affari, occhi puntati sul comparto oil in scia al tonfo verticale dell'oro nero: Eni -5,62%, Saipem -5,18%, Tenaris -4,99%. L'Arabia Saudita e altri Paesi membri dell'Opec starebbero prendendo in considerazione la possibilitá di ridurre la produzione di petrolio il prima possibile, piuttosto che aspettare fino al mese prossimo, quando diventerá effettivo il taglio all'ouput con gli Stati Uniti e la Russia stabilito nell'ultima riunione del cartello.

In forte flessione anche il settore bancario: Intesa Sanpaolo -4,56%, Unicredit -4,45%, Bper -4,33%, Mediobanca -3,53%, Banco Bpm -3,28%, Ubi B. -1,44%. Le vendite sui Btp italiani si sono intensificate nel finale di seduta, con il rendimento sul decennale che è ora in aumento di quasi venti punti base al 2,14% e lo spread che si è bruscamente allargato fino a 264,648 punti base.

Tra gli industriali, in netto calo Stm (-6,61%), Leonardo Spa (-5,72%), Fca (-4,47%), B.Unicem (-3,71%), Pirelli (-2,12%), Cnh I. (-2,26%), Ferrari (-2,06%) e Prysmian (-0,3%).

Male Finecobank (-6,53%), S.Ferragamo (-5,87%), Exor (-5,58%) e B.Generali (-3,9%). Contiene le perdite Nexi (-1,59% a 13,03 euro), su cui Deutsche Bank ha confermato il rating a buy, limando il target price a 17 euro da 21 euro per riflettere il temporaneo rallentamento della crescita.

In controtendenza Juventus (+1,77%), che incrementa i guadagni della vigilia. Tra le mid cap, in rally Piaggio (+9,48%), in scia alle speranze che con l'avvio della Fase 2 il settore delle due ruote potrebbe essere avvantaggiato rispetto a mezzi pubblici e a auto nelle grandi cittá.

Bene Dea Capital (+7,39% a 1,25 euro), su cui Equita Sim ha ribadito il rating hold e tp di 1,5 euro dopo la conferma del pagamento del dividendo di 0,12 euro per azione e l'autorizzazione all'acquisto di azioni proprie fino ad un massimo del 20% (dall'attuale 2%). Seguono Fincantieri (+2,27%) e Ima (+2,14%).

Registrano perdite Illimity (-4,87%), B.Ifis (-4,82%), B.Mediolanum (-4,75%) e Autogrill (-4,54%). Male Mediaset (-5,2% a 1,75 euro), su cui Kepler Cheuvreux ha ridotto la raccomandazione da hold a reduce, portando il prezzo obiettivo da 1,7 euro a 1,3 euro, dato il maggior impatto del Covid-19 sulla raccolta pubblicitaria.

Da segnalare Sogefi (-2,37%), che nel primo trimestre dell'anno ha registrato una perdita pari a 5,6 milioni rispetto a un utile di 1,6 milioni nel primo trimestre 2019.

Sull'Aim, denaro su Monnalisa (+23,53%) e Shedir Pharma (+7,99%). In rialzo Assiteca (+3,27% a 2,21 euro) su cui Integrae Sim ha ribadito il rating buy e Tp a 3,25 euro, dopo i risultati del primo semestre 2019-2020.

cm

chiara.migliaccio@mfdowjones.it

 

(END) Dow Jones Newswires

April 21, 2020 11:57 ET (15:57 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Banca Ifis (BIT:IF)
Storico
Da Lug 2020 a Ago 2020 Clicca qui per i Grafici di Banca Ifis
Grafico Azioni Banca Ifis (BIT:IF)
Storico
Da Ago 2019 a Ago 2020 Clicca qui per i Grafici di Banca Ifis