Ennesima giornata di trimestrali per il listino milanese, che ha chiuso la seduta con un +0,21% a 19.516 punti. Il Ftse Mib, dopo un avvio in calo, ha azzerato le perdite ed è passato in positivo in scia ai dati macro statunitensi.

Nel frattempo, Wall Street prosegue la seduta sotto la parità. Il Dow Jones segna -0,32%, anche se il rapporto sul mercato del lavoro Usa a luglio ha evidenziato un ulteriore calo del tasso di disoccupazione e la creazione di quasi due milioni di posti di lavoro. Sul sentiment, infatti, pesano le crescenti tensioni tra Cina e Stati Uniti, dopo che il presidente Usa Donald Trump si è mosso per imporre nuovi limiti a due app di social media cinesi.

Sul fronte dei dati macro, l'economia degli Stati Uniti ha creato 1,763 milioni posti di lavoro nei settori non agricoli a luglio, deludendo il consenso che si aspettavano invece un aumento di 2,36 milioni di unitá.

Gli economisti contattati dal Wsj prevedevano invece un aumento di 1,482 mln di unitá. I nuovi posti di lavoro creati dal settore privato sono invece risultati pari a 1,462 mln di unitá.

Inoltre, sempre a luglio, il tasso di disoccupazione negli Usa si è attestato al 10,2%, meglio di quanto previsto dal consenso degli economisti (10,3%).

Quanto all'Europa, la produzione industriale in Germania è salita dell'8,9% a livello mensile a giugno, mentre su base annuale è invece sceso dell'11,7%. La lettura congiunturale ha sorpreso il consenso degli economisti, che si aspettavano invece un rimbalzo del 6,6% m/m.

In Francia, invece, la produzione industriale è salita del 12,7% a livello mensile a giugno. Il dato ha sorpreso il consenso degli economisti del Wsj che si aspettavano un aumento del 7,9% m/m.

Infine, la produzione industriale in Spagna è salita del 14% a livello mensile a giugno. Il dato resta però in calo del 14% su base annua.

A piazza Affari, è proseguita l'ondata di trimestrali. In rialzo Unipol (+2,54%) e UnipolSai (+2,08%), in scia ai conti del primo semestre. "Tutti i numeri e tutte le tendenze" e un "semestre particolarmente solido ci portano a dire, anche per UnipolSai, che gli obiettivi di piano saranno certamente raggiunti e probabilmente anche migliorati", ha affermato Carlo Cimbri, group Ceo di Unipol.

Seguono Nexi (+2,94%), Diasorin (+2,72%) e Finecobank (+1,82%). Bene le utility, tra cui Italgas (+1,39%), A2A (+1,22%), Enel (+1,1%), Terna (+0,26%) e Snam (+0,14%).

In progresso Ubi B. (+1,74%), mentre hanno chiuso in territorio negativo Unicredit (-0,45%), Intesa Sanpaolo (-0,46%), Mediobanca (-0,59%), Bper (-1,9%), B.P.Sondrio (-1,01%) e B.Mps (-6,49%). Da segnalare Banco Bpm, che ha segnato -1,85% dopo i conti del secondo trimestre.

Tra gli industriali, in rosso Pirelli (-3,47%), che ha proseguito le perdite della vigilia (-4,76%), dopo i risultati del primo semestre 2020.

Tra le mid cap, focus su B.Ifis (-2,28%) e Illimity (-0,95%), che hanno concluso un'operazione di compravendita avente ad oggetto crediti non-performing per un valore complessivo di circa 266 milioni di euro e riferibili a circa 4.000 debitori.

In rally Fiera Mi. (+7,02%). Ieri il ministro della Salute, Roberto Speranza, durante l'informativa al Senato, ha affermato che nel prossimo Dpcm ci sará la ripartenza di "alcune attivitá, come quelle fieristiche e le navi da crociera".

Sull'Aim, denaro su Arterra (+16,51%), dopo il -15,28% della vigilia. Mercoledì il titolo è salito del 31,36%, in scia alla notizia che l'azienda ha identificato un composto naturale derivato da scarti della filiera agroalimentare capace di legare la proteina Spike, prevenendo così l'infezione virale da SARS-CoV-2.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

August 07, 2020 11:51 ET (15:51 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Fiera Milano (BIT:FM)
Storico
Da Ott 2020 a Nov 2020 Clicca qui per i Grafici di Fiera Milano
Grafico Azioni Fiera Milano (BIT:FM)
Storico
Da Nov 2019 a Nov 2020 Clicca qui per i Grafici di Fiera Milano