Ennesima seduta di consolidamento per l'azionario europeo, dopo il rally della scorsa settimana. In particolare il Ftse Mib è salito dello 0,79% a 21.706 punti, sovraperformando leggermente rispetto alle principali piazze europee, sostenuto dai guadagni del settore bancario.

Il focus del mercato, infatti, e' rimasto sull'andamento della pandemia di coronavirus negli Stati Uniti e in Europa. Pfizer non è riuscita a risollevare il sentiment, nonostante l'azienda abbia annunciato di voler presentare oggi alla Food and Drug Administration statunitense la richiesta per l'autorizzazione all'uso d'emergenza del proprio candidato vaccino per il Covid-19, sviluppato in collaborazione con la tedesca BioNTech.

Nel frattempo, Wall Street prosegue la seduta debole (Dow Jones -0,27%), con gli investitori che valutano da un lato le speranze di un vaccino per il medio termine, dall'altro l'aumento dei contagi, mentre la politica è tornata a pesare sul sentiment con lo scontro tra il Tesoro Usa e la Federal Reserve riguardo alle facility implementate per sostenere la crisi.

Sul fronte dei dati macro, l'indice di fiducia dei consumatori dell'area euro, secondo la lettura preliminare, si è attestato a -17,6 punti a novembre, in calo rispetto ai -15,5 punti di ottobre. Il dato è inferiore al consenso degli economisti, che si attendevano un peggioramento leggermente piú contenuto, a -17,4 punti.

A piazza Affari, sotto i riflettori il settore bancario. In particolare Banco Bpm (+3,66%) e Bper (+4,14%), dopo le parole del Ceo di Unipol (+3,79%), Carlo Cimbri, il quale ha dichiarato che sarebbe favorevole ad una business combination tra Banco Bpm e Bper (di cui Unipol è primo azionista con un quota del 19%), nel caso in cui Banco Bpm decidesse di approfondire - nell`ambito di una revisione strategica - questa opzione.

Seguono Mediobanca (+1,27%), Unicredit (+0,82%), Intesa Sanpaolo (+0,87%), B.P.Sondrio (+0,4%).

In luce Terna (+2,53%), in scia ai giudizi positivi degli analisti dopo la presentazione del piano. Bene anche Snam (+2,16%), Enel (+0,85%), Italgas (+0,56%) e Hera (+0,46%).

In progresso Nexi (+1,76%), in scia alle segnalazioni di stampa secondo cui BNP Paribas starebbe lavorando con gli advisor per cedere Axepta, il business italiano del merchant acquiring, all`inizio del 2021.

Tra gli industriali, focus su Fca (-0,46%), dopo che la societá e Psa hanno hanno ricevuto l'approvazione dell'autoritá olandese per i mercati finanziari al prospetto informativo relativo alla quotazione e all'ammissione alla negoziazione in Europa delle azioni di Stellantis nell'ambito della fusione transfrontaliera tra Fca e Psa.

Tra le mid cap, in evidenza A.Bologna (+5,44%) e Anima H. (+5,97%). In rialzo B.Cucinelli (+5,38% a 32,9 euro), dopo i dati sui ricavi dei primi nove mesi del 2020. Kepler Cheuvreux ha alzato la raccomandazione sul titolo da reduce a hold, con prezzo obiettivo che passa da 23 a 29 euro.

In ascesa anche Webuild (+4,38%), che ha annunciato una doppia aggiudicazione in Oman tramite la controllata Fisia Italimpianti, che ha ottenuto due nuovi contratti per la progettazione, fornitura e costruzione di due impianti di dissalazione del valore complessivo di circa 330 milioni di dollari.

Sull'Aim, denaro su Net Insurance (+3,08%), che ha esteso l'accordo di sponsorizzazione e partnership con la Federazione Italiana Giuoco Calcio e l'Associazione Italiana Arbitri.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

November 20, 2020 11:50 ET (16:50 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Unipol (BIT:UNI)
Storico
Da Dic 2020 a Gen 2021 Clicca qui per i Grafici di Unipol
Grafico Azioni Unipol (BIT:UNI)
Storico
Da Gen 2020 a Gen 2021 Clicca qui per i Grafici di Unipol