Chiusura sopra la parità per il listino milanese con il Ftse Mib che ha segnato +0,38% a 26.557 punti a fine seduta, in linea con la prudenza diffusa tra le piazze europee.

Sul sentiment del mercato infatti prevale un clima di attesa in vista di capire le prossime mosse della Fed, mentre sullo sfondo restano sempre i timori innescati dal rinnovato aumento dei contagi per la variante Delta.

Sul fronte dei dati macro la produzione industriale nell'area euro è calata a giugno dello 0,3% su base mensile mentre è salita del 9,7% a livello annuale. Il dato congiunturale ha deluso nettamente il consenso degli economisti, che si aspettavano un incremento dello 0,6% m/m.

Nel frattempo Wall Street prosegue la seduta debole (Dow Jones -0,27%) dopo la pubblicazione dei dati macro, mentre continua la stagione delle trimestrali.

Nel dettaglio i prezzi alla produzione per la domanda finale negli Usa sono cresciuti dell'1% a livello mensile a luglio, superando il consenso degli economisti (+0,6% m/m).

Le richieste settimanali di sussidi di disoccupazione negli Stati Uniti (dato destagionalizzato) invece sono calate di 12.000 unitá a quota 375.000, in linea al consenso degli economisti contattati dal Wall Street Journal.

A piazza Affari in progresso Stellantis (+2,66%) e Amplifon (+1,4%). In netto rialzo poi Campari (+1,09%) dopo che in un'intervista pubblicata da MF Kunze-Concewitz, Ceo del gruppo, ha confermato il momentum positivo per il gruppo e la continua attenzione all'attivitá di M&A.

Bene Atlantia (+1,24%) in scia alle parole di Gabriele Benedetto, Ceo di Telepass, che ha sottolineato che per Telepass nel futuro potrebbero esserci M&A, sviluppo organico e Ipo.

Focus poi sul comparto oil e oil service: Eni +0,6%, Tenaris -0,45%, Saipem -0,78%. L'Opec non ha rivisto la stima sulla domanda di petrolio del 2021, nonostante la minaccia rappresentata dalla variante Delta, ma ha alzato significativamente la previsione di crescita dell'offerta dei Paesi non appartenenti al cartello, sia per quest'anno che per il prossimo.

In particolare l'Organizzazione con sede a Vienna ha rivisto al rialzo la stima del 2021 di 270.000 barili al giorno a 1,1 milioni di barili e quella del 2022 di 840.000 barili a 2,9 milioni di barili.

Tra gli industriali ancora sotto i riflettori Webuild (+1,21%) dopo il +4,61% di ieri. La controllata americana Lane ha avviato lo scavo del tunnel di stoccaggio idrico da 4,2 chilometri dello Ship Canal Water Quality Project, progetto di sostenibilitá ambientale per prevenire e ridurre le inondazioni di acque inquinate nel Lake Washington Ship Canal di Seattle, nello stato di Washington.

Sull'Aim ha brillato Circle (+7,37%): il titolo ieri ha festeggiato con un +20,25% la notizia che il gruppo, attraverso la controllata Magellan Circle, sará tra i membri del consorzio internazionale del progetto Pioneers finalizzato a ridurre le emissioni di GHG nei porti. Il progetto ha ottenuto 25 mln euro di finanziamento nell'ambito del programma europeo Green Deal Horizon 2020, di cui 0,818 mln di competenza di Magellan Circle.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

August 12, 2021 11:47 ET (15:47 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Campari (BIT:CPR)
Storico
Da Nov 2021 a Dic 2021 Clicca qui per i Grafici di Campari
Grafico Azioni Campari (BIT:CPR)
Storico
Da Dic 2020 a Dic 2021 Clicca qui per i Grafici di Campari