Le principali piazze europee proseguono la seduta in

calo dopo l'indice Zew tedesco: Milano -1,1%, Parigi -1,75%, Francoforte

-1,53%, Londra -0,56%. A pesare sul sentiment del mercato le nuove misure

di restrizione imposte in California per far fronte all'andamento dei

contagi da coronavirus.

Sul fronte dei dati macro, l'indice Zew relativo alle attese economiche

in Germania si è attestato a 59,3 punti a luglio rispetto ai 63,4 punti di

giugno, deludendo leggermente il consenso degli economisti, che si

aspettavano un calo piú contenuto, a quota 60 punti.

La produzione industriale nell'area euro, invece, è rimbalzata a maggio

del 13,2% su base mensile, ma rimane in calo del 20,9% a livello annuale.

Il dato congiunturale è migliore del consenso degli economisti, che si

aspettavano un rimbalzo del 9,5% m/m.

A piazza Affari, bene Atlantia (+1,89%), dopo il -15,19% di ieri ancora

in scia al tema Aspi, in attesa del Consiglio dei Ministri di oggi.

In rialzo il settore bancario con lo spread Btp/Bund poco mosso a

165,435 punti base in attesa della riunione della Bce di giovedì: Bper

+2,67%, Mediobanca +1,24%, Banco Bpm -1,11%, Intesa Sanpaolo +0,58%,

Unicredit +0,39%. Resta in territorio negativo Ubi B. (-0,77%).

Sotto la lente degli analisti Nexi (-2,66% a 15,53 euro), dopo le

indiscrezioni di MF sul possibile interesse del gruppo per alcune attivitá

di Wirecard. Mediobanca Securities ha confermato il rating outperform e tp

di 17 euro per azione sul titolo.

In rosso gli industriali, tra cui Stm (-4,02%), Ferrari (-2,46%),

Prysmian (-2,35%), Cnh I. (-1,87%), Pirelli (-1,69%), Fca (-1,33%) e

B.Unicem (-0,93%).

Tra le mid in netta flessione Enav (-5,51% a 3,70 euro) su cui Equita

Sim ha ridotto dell'8% il prezzo obiettivo a 4,5 euro, confermando il

rating hold, dopo che la Commissione Europea ha pubblicato una proposta

per l'adozione di misure eccezionali per il 2020-2021 del periodo

regolatorio RP3 (2020-2024), date le conseguenze del Covid-19 al fine di

attenuare l'impatto significativo sul settore del trasporto aereo.

Da notare Unieuro (+6,33%), che prosegue i guadagni della vigilia

(+14,65%), dopo i conti trimestrali. Mediobanca Securities ha alzato il

prezzo obiettivo sul titolo da 8,8 a 10,7 euro, confermando la

raccomandazione outperform.

Sull'Aim, in rally Farmae (+4,21%), dopo il +9,25% di ieri. A

catalizzare gli acquisti è la notizia che la societá ha chiuso il primo

semestre con ricavi pari a 31,3 mln euro, in crescita del 76% a/a.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

July 14, 2020 05:15 ET (09:15 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.