L'azionario europeo prosegue la seduta sopra la parità (Milano +0,24%, Parigi +0,49%, Francoforte +0,64%), in attesa dell'apertura di Wall Street, i cui future indicano un avvio poco mosso, con il comparto tecnologico debole nel premercato e con i rendimenti dei Treasury che sono tornati a correre.

Sul fronte dei dati macro da segnalare che l'indice dei prezzi al consumo tedesco, nella lettura preliminare di marzo, è cresciuto dello 0,5% a livello mensile e dell'1,7% su base annuale.

Quanto agli Usa, le vendite al dettaglio delle catene nazionali nella quarta settimana di marzo sono scese del 17,4% a livello mensile.

A piazza Affari proseguono i forti guadagni per Cnh I. (+2,63%) e S.Ferragamo (+2,54%).

Segue Unipol (+2,10% a 4,75 euro), su cui Barclays ha alzato il prezzo obiettivo da 5,6 a 5,9 euro, confermando il rating overweight.

Tra gli industriali bene Prysmian (+0,32%), dopo che il gruppo ha finalizzato il contratto con Rwe Renewables, uno dei piú grandi sviluppatori di parchi eolici offshore al mondo, per la realizzazione di un sistema in cavo ad alta tensione sottomarino e terrestre "chiavi in mano" del valore di oltre 200 mln euro per il parco eolico offshore Sofia di 1.4 gigawatt (Gw).

In calo le utility, tra cui Terna (-1,47%), Hera (-1,5%), Italgas (-1,34%), Enel (-1,25%) e Snam (-082%).

Sull'Aim bene Digital Value (+1,56%), che ha chiuso il 2020 con un utile netto di 24,1 mln euro, in crescita del 26,1% rispetto al 2019 (4,991 mln in 2019).

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

March 30, 2021 09:02 ET (13:02 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.