Le principali piazze europee proseguono la seduta sopra la parità dopo l'Ifo oltre le attese: Milano +0,35%, Parigi +0,25%, Francoforte +0,71%, Londra +0,58%.

Nel dettaglio, l'indice tedesco Ifo si è attestato a 96,6 punti nella lettura di marzo, in rialzo rispetto ai 92,4 di febbraio e al di sopra del consenso degli economisti a 93 punti.

In Italia invece a marzo 2021 si è registrata una flessione dell'indice del clima di fiducia dei consumatori (da 101,4 a 100,9) e un aumento dell'indice composito del clima di fiducia delle imprese (da 93,3 a 93,9).

A piazza Affari in progresso il comparto oil e oil service, in scia al rialzo dei prezzi del petrolio mentre proseguono gli sforzi per rimuovere la nave portacontainer che blocca il Canale di Suez: Tenaris +2,03%, Saipem +1,17%, Eni +1,01%.

Brilla B.Unicem (+2,35%), dopo i conti dello scorso anno. Seguono Cnh I. (+1,12%), Stm (+0,73%), Prysmian (+0,9%), Leonardo Spa (+0,76%) e Stellantis (+0,78%).

Bene Exor (+0,59% a 71,3 euro), su cui Equita Sim ha alzato del 6% a 85 euro il prezzo obiettivo, confermando la raccomandazione buy. Sale anche Poste I. (+0,39%), su cui Barclays ha avviato la copertura con overweight.

Tra le mid cap in luce Iren (+4,19%), dopo i conti del 2020. Sull'Aim in rally Askoll Eva (+7,60%), dopo che la società ha ricevuto un nuovo ordine dal cliente Cooltra di ulteriori 2.000 scooter, per un valore complessivo di 6,35 mln euro.

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

March 26, 2021 06:10 ET (10:10 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.