Accelerano al ribasso le principali piazze europee, dove la volatilità continua a regnare sovrana: Milano segna -1,42%, Parigi -1,67%, Francoforte -1,53%, Londra -1,77%. Previsto in netto calo anche l'azionario Usa, che ieri ha chiuso con forti guadagni (Dow Jones +4,53%).

A piazza Affari, incrementa le perdite Amplifon (-5,95%), con gli analisti che si concentrano sull'impatto del coronavirus sulla società. Secondo Kepler Cheuvreux, "anche se gli effetti sulle vendite di gennaio e febbraio sono stati trascurabili, ci sará un impatto a marzo e piú avanti nel secondo trimestre".

In forte calo il settore bancario, che viene penalizzato in parte da un eventuale taglio dei tassi da parte della Bce, che potrebbe impattare negativamente sulla redditivita', in parte dal rischio di una recessione, che porterebbe a un aumento dei crediti in sofferenza.

In particolare, B.Mps cede il 4,5%, Ubi B. il 4,4%, Credem il 4,26%. Banco Bpm il 4,2%, B.Ifis il 3,75%, Bper il 3,15%, Intesa Sanpaolo il 2,94%, Unicredit il 2,62%, Mediobanca il 2,36%.

Male Unipol (-3,92%), S.Ferragamo (-3,99%), Saipem (-3,21%) e Tim (-2,91%). Seguono Azimut H. (2,75%), B.Generali (-2,5%), Finecobank (-1,88%), Anima H. (-6,5%) e B.Mediolanum (-2,99%).

In discesa Juventus (-2,67%). Il titolo "uscirà dal Ftse Mib dal 23 marzo", spiega Banca Imi, che sottolinea l'impatto negativo legato alla diffusione del coronavirus che porterà a giocare le partire di Serie A a porte chiuse fino al 3 aprile.

In calo anche gli industriali. In particolare, Prysmian (-3,26%). Seguono Pirelli (-1,59%), Ferrari (-1,34%), B.Unicem (-1,29%), Fca (-1,29%), Cnh I. (-0,98%) e Stm (-0,97%).

Proseguono invece in territorio positivo Italgas (+0,86%), Terna (+0,62%), Snam (+0,15%) e Hera (+0,12%).

Tra le mid cap, in luce Italmobiliare (+1,7% a 26,95 euro), su cui Equita Sim ha alzato il prezzo obiettivo da 30,4 a 31 euro, confermando la raccomandazione buy, dopo i risultati 2019. Bene anche Mondadori (+0,8%), A.Bologna (+0,78%) e Marr (+0,62%).

Contiene i cali Erg (-1,18% a 21,8 euro), che, tramite la propria controllata Erg Power Generation, ha perfezionato oggi con Cameonio Limited, holding di partecipazioni polacca con sede a Cipro, l'acquisizione del 100% del capitale di Laszki Wind Wp., societá che detiene i permessi per la realizzazione di un parco eolico da 36 MW nella parte Sudorientale della Polonia, a seguito del positivo risultato della partecipazione all'asta del 5 dicembre 2019.

In forte flessione, invece, Ovs (-6,91%), Piaggio (-4,56%), Autogrill (-4,55%), Saras (-3,88%), Tamburi (-3,84%) e Astm (-3,81%).

Sull'Aim, bene Askoll Eva (+1,9%). A sostenere l'azione è sempre la notizia che nei primi due mesi del 2020 il numero di veicoli Askoll Eva immatricolati in Italia ammonta a 548 unitá, con un incremento del 159% rispetto allo stesso periodo del 2019.

In discesa, invece, Telesia (-10,31%), Trawell (-9,74%), Cleanbnb (-9,72%), Sostravel.com (-7,89%) e Wm Capital (-7,52%).

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

March 05, 2020 07:05 ET (12:05 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Sostravelcom (BIT:SOS)
Storico
Da Set 2020 a Ott 2020 Clicca qui per i Grafici di Sostravelcom
Grafico Azioni Sostravelcom (BIT:SOS)
Storico
Da Ott 2019 a Ott 2020 Clicca qui per i Grafici di Sostravelcom