Nel 2019, i ricorsi presentati all'Abf nei confronti delle banche aventi forma giuridica di società per azioni continuano a costituire la quota prevalente (52%; 56 nel 2018); è in lieve calo il peso di quelli presentati contro le società finanziarie (22,6%; 24,5 nel 2018), mentre cresce in misura rilevante l'incidenza sul totale delle istanze presentate contro Poste I. (aumentata di otto punti percentuali rispetto al 2018).

E' quanto si legge nella relazione sull'attività 2019 dell'Arbitro bancario finanziario presso Bankitalia. L'incidenza delle materie oggetto di ricorso varia in ragione della tipologia degli intermediari,

anche sulla base della specializzazione degli stessi nell'offerta di prodotti. La cessione del quinto dello stipendio è il principale oggetto dei ricorsi in particolare per le finanziarie (83% sul totale), intermediari per i quali le cqs costituiscono una quota rilevante dei finanziamenti; per le banche, caratterizzate da una maggiore diversificazione dei prodotti e dei servizi offerti, rappresenta la metà del contenzioso (oltre 6.100).

Circa i tre quarti del contenzioso contro Poste Italiane è in materia di buoni fruttiferi postali. Pur tenendo conto che i reclami agli intermediari possono riguardare fattispecie diverse da quell sottoponibili all'Abf, si osserva che le contestazioni che giungono

all'attenzione dell'Arbitro rappresentano solamente il 6% circa di quelle ricevute dagli intermediari e costituiscono il 13% di quelle respinte.

vs

 

(END) Dow Jones Newswires

July 08, 2020 11:23 ET (15:23 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Poste Italiane (BIT:PST)
Storico
Da Lug 2020 a Ago 2020 Clicca qui per i Grafici di Poste Italiane
Grafico Azioni Poste Italiane (BIT:PST)
Storico
Da Ago 2019 a Ago 2020 Clicca qui per i Grafici di Poste Italiane