Nella corsa per aggiudicarsi Borsa spa nessun concorrente molla la presa. Davanti alla possibilità di aggiudicarsi un gruppo da 500 milioni di fatturato, con un ebitda margin medio del 60%, i pretendenti affilano le armi. Dietro le quinte i movimenti non mancano.

Secondo quanto risulta a MF-Milano Finanza da fonti a conoscenza del dossier la cordata italo-francese, composta da Euronext, Cdp Equity e Intesa Sanpaolo, ha passato la prima fase, dopo aver presentato l'offerta non vincolante venerdì scorso accanto ai concorrenti svizzeri di Six (sostenuti da Credit Suisse e Ubs) e ai tedeschi di Deutsche Börse. Il team m&a della confederazione dei sei listini europei, guidata dall'ad Stéphane Boujnah, sta lavorando a una due diligenge approfondita su Borsa spa per individuare sinergie e punti di forza. La nuova deadline per la consegna, questa volta, della proposta vincolante, alla quale abbinare le tempistiche previste per l'uscita di Borsa dal London Stock Exchange, è stata fissata, secondo fonti dirette di mercato, a venerdì 16 ottobre.

Con la possibilità di poterla consegnare anche prima della scadenza dei termini. Non si esclude che la proposta della cordata italo-francese, con la supervisione del ministro Roberto Gualtieri, sia migliorata sul fronte del prezzo, ben sapendo che gli svizzeri hanno messo in campo oltre 4 miliardi per Borsa spa e la sue controllate Mts (la piattaforma europea dei titoli di Stato) ed Elite (la società che coordina 1.500 pmi non quotate). Pagare subito un prezzo molto alto per aggiudicarsi il gruppo italiano, fa notare un banchiere, toglie però anche risorse per gli investimenti futuri su Piazza Affari. Intanto il presidente di Intesa Sanpaolo, Gian Maria Gros Pietro, ha detto ieri che «Borsa Italiana è un soggetto estremamente interessante. Per noi deve essere soprattutto un buon investimento e lo è anche per gli altri, quindi c'è competizione». Marco Tronchetti Provera, ceo di Pirelli, ha invece spiegato che «l'offerta di Euronext, affiancata da partner nazionali come Cdp e Intesa, offre la grande opportunità di creare una realtà integrata che assegna all'Italia un ruolo rilevante in termini di governance e di management».

Uno dei temi da gestire ora è quello della governance all'interno di Euronext, se la cordata dovesse superare i concorrenti. L'attuale regolamento prevede che il ministero delle Finanze olandese nomini il presidente, mentre quello francese sceglie il ceo.

fch

 

(END) Dow Jones Newswires

September 16, 2020 02:16 ET (06:16 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Intesa Sanpaolo (BIT:ISP)
Storico
Da Ago 2020 a Set 2020 Clicca qui per i Grafici di Intesa Sanpaolo
Grafico Azioni Intesa Sanpaolo (BIT:ISP)
Storico
Da Set 2019 a Set 2020 Clicca qui per i Grafici di Intesa Sanpaolo