Credit Agricole Italia avvia il cantiere per una operazione di dimensioni rilevanti sugli Utp in bilancio. Lo scrive Il Sole 24 ore spiegando che sarebbe allo studio la cessione di un portafoglio di qualche centinaio di milioni di euro di posizioni, ma soprattutto allo stesso tempo la definizione di un contratto con un servicer esterno per la gestione di un altro miliardo di euro di crediti problematici.

Il processo sarebbe ancora in una fase iniziale e sarebbe stata scremata la platea dei potenziali partner specializzati in questa tipologia di operazioni. In campo ci sarebbero gruppi come Illimity, la società fondata da Corrado Passera, sbarcata a Piazza Affari nel marzo dello scorso anno, ma ci sarebbe anche la quotata italiana doValue, public company tra i cui soci rilevanti ci sono Avio (Fortress-Softbank), Bain Capital e Jupiter Asset Management.

In corsa ci sarebbe anche il gruppo svedese Intrum. Quest'ultimo è molto attivo in Italia, dopo che nel 2018 ha finalizzato con Intesa Sanpaolo un accordo strategico per creare un leader nel mercato dei crediti non performing.

Nelle prossime settimane il processo potrebbe entrare nel vivo.

L'operazione di Credit Agricole Italia, per fare un confronto, potrebbe ricalcare quella già effettuata da Intesa Sanpaolo con il gruppo Prelios. In quest'ultimo caso si è trattato di un accordo strategico di dimensioni molto più grandi visto che ha riguardato 10 miliardi di "unlikely to pay", dei quali 3 miliardi di cessione e 7 miliardi in gestione. Ma la logica, nel caso di Credit Agricole Italia, potrebbe essere la stessa: da una parte la vendita di un portafoglio di Utp e, dall'altra parte, un contratto di servicing decennale.

vs

 

(END) Dow Jones Newswires

May 20, 2020 02:34 ET (06:34 GMT)

Copyright (c) 2020 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Avio (BIT:AVIO)
Storico
Da Lug 2020 a Ago 2020 Clicca qui per i Grafici di Avio
Grafico Azioni Avio (BIT:AVIO)
Storico
Da Ago 2019 a Ago 2020 Clicca qui per i Grafici di Avio