Partenza intorno alla parità per l'indice Aim, che segna +0,02% dopo i primi scambi.

In rialzo Farmae (+18,92%) e Portale Sardegna (+11,90%), che proseguono i guadagni della vigilia (+17,72% e +13,10% rispettivamente).

In evidenza Cyberoo (+3,65%), dopo che la societá ha portato oltralpe le sue soluzioni in accordo con l'azienda francese Integra Systems, specializzata in soluzioni IT e trasformazione digitale per le imprese.

In deciso progresso poi Digitouch (+3,73%). Il titolo ieri è salito del 5,33%, dopo che la societá ha reso noto che nell'ultima parte del 2020 con impatti positivi sul 2021, il gruppo, attraverso un nuovo approccio al mercato che prevede una struttura commerciale multicanale, ha acquisito 16 nuovi clienti, tra i quali Quixa, il Gestore dei Servizi Energetici (GSE), la Provincia di Treviso, Coninet, una delle piú grandi societá multiservizi italiana e un primario operatore della telefonia.

Bene Antares V. (+0,62%), il cui Cda ha esaminato e approvato la proposta di ammissione a quotazione delle azioni ordinarie e dei warrant della societá sul Mercato Telematico Azionario organizzato e gestito da Borsa Italiana, eventualmente segmento Star.

Invariata Comer I., in scia alla notizia che l'azienda ha chiuso l'esercizio 2020 con ricavi consolidati preliminari a 396 milioni di euro, sostanzialmente in linea con il 2019, a dispetto della forte contrazione registrata nel primo semestre 2020 (-13,2%), migliorando la marginalitá a livello di Ebitda e confermando la capacitá di generare flussi di cassa.

In calo, invece, Masi Agricola (-7,38%), Matica (-6,84%) e O.Stellare (-4,83%).

cm

 

(END) Dow Jones Newswires

January 14, 2021 03:30 ET (08:30 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.