L'utile del gruppo Campari prima delle imposte rettificato al 30 settembre ammonta a 343,3 milioni (+56,1%).

Le vendite nette sono pari a 1.575,7 milioni di euro, con una variazione organica pari al +27,3% rispetto ai primi nove mesi 2020

(variazione totale pari al +22,9%). Crescita organica rispetto ai primi nove mesi 2019 pari al +24,0%. Nel terzo trimestre crescita sostenuta delle vendite nette pari a +12,8% nonostante la base di confronto sfavorevole (+27,3% rispetto al terzo trimestre del 2019).

L'Ebit rettificato, spiega una nota, è pari a 359,8 milioni, con una crescita organica del +54,2% rispetto ai primi nove mesi del 2020, incremento di +410 punti base sulle vendite nette (+31,7% crescita organica, incremento di +140 punti base rispetto al 30 settembre 2019). Nel terzo trimestre, crescita organica dell'Ebit rettificato del +16,2%, in aumento di +70 punti base sulle vendite (+29,0%, +30 punti base rispetto al terzo trimestre del 2019).

Il debito finanziario netto ammonta a 926 milioni al 30 settembre, in calo di 177,8 milioni rispetto a 1.103,8 al 31 dicembre 2020. Multiplo di debito finanziario netto su Ebitda rettificato al 30 settembre 2021 è pari a 1,8 volte, in miglioramento rispetto a 2,8 volte al 30 dicembre 2020, grazie alla generazione di cassa positiva.

Bob Kunze-Concewitz, Chief Executive Officer, di Campari, ha commentato: "Nei primi nove mesi del 2021, abbiamo registrato una performance molto sostenuta con crescite a doppia cifra nelle geografie e marchi chiave nonché in tutti i principali indicatori di vendite e profittabilità. I trend positivi registrati nei primi mesi dell'anno sono proseguiti nell'estate, la stagione chiave per il canale on-premise. Le ragioni di questa performance sono ascrivibili alla ripresa del canale on-premise grazie alla 'revenge conviviality' e a un trend sostenuto dei consumi a casa. Per quanto riguarda le prospettive per il resto dell'anno prevediamo che la dinamica positiva dei brand e il mix di vendite favorevole continuino nell'ultimo trimestre, contribuendo a compensare parzialmente l'intensificarsi della pressione sui costi dei materiali e sui costi logistici, i maggiori investimenti in brand building e il phasing dei costi di struttura. Guardando oltre l'anno in corso, sebbene permanga incertezza in relazione all'evoluzione della pandemia e ai suoi effetti indotti come le tensioni logistiche e la crescente pressione sui costi dei materiali, benché mitigata dal miglioramento delle prospettive per i costi di acquisto dell'agave, rimaniamo fiduciosi sul solido andamento del nostro business".

com/cce

MF-DJ NEWS

2611:29 ott 2021

 

(END) Dow Jones Newswires

October 26, 2021 05:30 ET (09:30 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Campari (BIT:CPR)
Storico
Da Nov 2021 a Dic 2021 Clicca qui per i Grafici di Campari
Grafico Azioni Campari (BIT:CPR)
Storico
Da Dic 2020 a Dic 2021 Clicca qui per i Grafici di Campari