Cir ha chiuso i primi nove mesi dell'anno con un utile netto consolidato di 7,2 milioni di euro, in calo rispetto ai 32,5 milioni dei primi nove mesi del 2018.

La flessione, spiega una nota, deriva dai minori risultati delle controllate Sogefi e Gedi, per l'andamento sfavorevole dei rispettivi mercati di riferimento; escludendo l'impatto sul gruppo della svalutazione registrata da Gedi sulla partecipazione Persidera nella prospettiva della sua dismissione (-7,7 mln), l'effetto dei nuovi principi contabili (-2,6 mln) e gli oneri non ricorrenti sostenuti dalla capogruppo in particolare per l'operazione di fusione per incorporazione di Cir in Cofide, il dato si sarebbe attestato a 20,3 milioni.

I ricavi si sono attestati a 2,01 miliardi, in riduzione del 2,4% rispetto ai 2,059 mld del corrispondente periodo del 2018, con Kos in crescita del 4,3%, Sogefi in flessione del 3,2% e Gedi del 6%. L'Ebitda consolidato è di 247,4 milioni; ante applicazione del principio contabile Ifrs 16, l'Ebitda ammonta a 201,8 milioni e risulta in flessione rispetto a 234,5 milioni nei primi nove mesi dello scorso esercizio per la riduzione dei margini delle controllate Sogefi e Gedi; l'Ebit consolidato è ammontato a 81,3 milioni rispetto a 111,4 milioni nel corrispondente periodo dello scorso esercizio.

L'indebitamento finanziario netto consolidato al 30 settembre 2019, esclusi i debiti finanziari per diritti d'uso introdotti dal principio contabile Ifrs 16, ammontava a 358,1 milioni, in linea con l'importo del 30 settembre 2018 (354,4 milioni).

com/fch

 

(END) Dow Jones Newswires

October 28, 2019 09:24 ET (13:24 GMT)

Copyright (c) 2019 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Sogefi (BIT:SO)
Storico
Da Ago 2020 a Set 2020 Clicca qui per i Grafici di Sogefi
Grafico Azioni Sogefi (BIT:SO)
Storico
Da Set 2019 a Set 2020 Clicca qui per i Grafici di Sogefi