1.300.000 giovani hanno partecipato agli eventi svolti in modalità digitale, da ottobre 2020 a maggio 2021. E con loro, 8.000 scuole, 640 aziende ed Università, 2.500.000 utenti raggiunti tramite social network e 5.700.000 impression sempre sui social.

Sono alcuni dei numeri che definiscono "Next Generation Platform", la principale piattaforma di incontro e dialogo in Italia fra l'universo dei giovani, il mondo della formazione e del lavoro, che è stata presentata al mercato durante l'incontro svolto martedì 8 giugno alle ore 11 cui hanno partecipato, fra gli altri, Vincenzo Zara (Delegato del Ministero dell'Università e della Ricerca), Lara Botta (VicePresidente Botta Packaging), Emiliano Maria Cappuccitti (Direttore risorse umane Coca-Cola HBC Italia), e inoltre, Marco Gay (Presidente Confindustria Digitale e Piemonte), Domenico Ioppolo (COO Campus Editori), Alessandro Mele (Presidente Rete Fondazioni Its Italia), Tiziana Pascucci (ProRettrice Politiche per l'orientamento e il tutorato della Sapienza Università di Roma), Angelo Sajeva (Presidente Class Pubblicità) e Matteo Secoli (VicePresidente Piattaforma Sistema formativo Moda).

"Siamo gli unici ad aver creato una piattaforma all'interno della quale sono trattati i temi che stanno più a cuore ai giovani di oggi e che consentono di incontrarli e conoscerli sul loro territorio, creando dei legami che si rivelano fruttuosi per il loro percorso di crescita, umano e professionale", dice Ioppolo citando, fra gli altri temi trattati, la sostenibilità e l'innovazione sociale, la cittadinanza e le professioni del futuro, le soft skills e il creative thinking. "Peraltro", aggiunge Ioppolo, "lo abbiamo realizzato facendo leva sugli oltre 30 anni di esperienza maturati da Campus nell'organizzazione del Salone dello Studente in presenza, che è stato frequentato da 6 milioni di ragazzi nelle edizioni che si sono tenute in tutta Italia".

Oltre ai Saloni dello Studente, che in questi mesi si sono svolti in modalità digitale, il sistema di Campus Orienta si è arricchito di momenti e attività di ricerca, analisi, incontro e confronto che tutti insieme compongono la "Next Generation Platform": la Job Week, Salone del Lavoro e delle Professioni dedicato ai giovani; Teen's Voice, l'Osservatorio sulla generazione Z; Campus Giovani, il programma Tv in onda su ClassCnbc; Nomadi Creativi, challenge di podcast; Aperitivi digitali, incontri serali tra giovani e professionisti dell'innovazione; A misura di scuola, masterclass nelle scuole; Open day, live e on demand; Summerclass, progetti di formazione (creatività, soft skills, sostenibilità.); Campus Ambassadors, la community di Campus su Instagram, Facebook e Linkedin.

"La Next Generation Platform è uno strumento mirato e un'occasione unica per ogni impresa interessata a entrare in contatto con il mondo dei giovani per stabilire con loro un rapporto che si basi sulla condivisione dei valori che per loro sono più importanti", ha detto Angelo Sajeva. "Un'opportunità di incontro sul territorio a loro più congeniale che rappresenta una straordinaria occasione di comunicare il valore specifico di ciascun brand creando legami duraturi nel tempo".

"In Italia ci sono 3 milioni di neet, giovani fra i 18 e i 34 anni che non lavorano, non studiano e non sono in tirocinio. Per questo", ha ricordato Vincenzo Zara del Ministero dell'Università e della Ricerca, "serve anticipare l'orientamento già al terzo anno di scuola superiore, con momenti di informazione brevi, incisivi e coinvolgenti, realizzati con un intento quasi maieutico, passando da un orientamento narrativo a uno attivo e vocazionale, che abbia lo studente al centro non solo a parole". E sulla necessità di un più stretto dialogo tra formazione e impresa ha dichiarato: "Al valore legale del titolo di studio, il mondo dell'istruzione deve aggiungere anche il valore reale".

Marco Gay ha sottolineato la necessità di stimolare i giovani a iscriversi alle lauree Stem (scienze, tecnologia, ingegneria, matematica) mentre Lara Botta ha ricordato l'importanza dei role model che invitano le ragazze a considerare i percorsi di formazione scientifici nelle loro scelte universitarie. Alessandro Mele ha ricordato l'urgenza di sviluppare gli Its, che garantiscono lavoro all'80% dei diplomati già entro un anno dal titolo, Matteo Secoli il ruolo giocato dalla creatività in ogni professione, ed Emiliano Maria Cappuccitti la necessità di investire sulle persone come chiave di successo delle aziende".

Fra le aziende protagoniste del Salone del Lavoro e dei diversi momenti che compongono la Next Generation Platform, Coca Cola, Poste Italiane, Intesa San Paolo e P&G, Luxottica, Conad, Lavazza. E inoltre, a completare il parterre, Ferragamo, Google, Microsoft, Samsung e Sony.

red

MF-DJ NEWS

0815:16 giu 2021

 

(END) Dow Jones Newswires

June 08, 2021 09:17 ET (13:17 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Class Editori (BIT:CLE)
Storico
Da Giu 2021 a Lug 2021 Clicca qui per i Grafici di Class Editori
Grafico Azioni Class Editori (BIT:CLE)
Storico
Da Lug 2020 a Lug 2021 Clicca qui per i Grafici di Class Editori