Exor punta sull'aggregatore di officine MyTvs. La cassaforte della famiglia Agnelli-Elkann ha investito 3,8 miliardi di rupie (circa 43 milioni di euro) sulla startup indiana appartenente al gruppo Tvs, holding da 8,5 miliardi di dollari di fatturato.

La piattaforma online, scrive MF, riunisce i servizi post-vendita per automobili, è attiva in 270 città del subcontinente e vanta 3 milioni di clienti. Con i fondi appena raccolti MyTvs intende incrementare la propria quota di mercato nel Paese, migliorare la propria infrastruttura cloud e accelerare lo sviluppo di una super-app di mobilità che riunisca manutenzione, riparazione, assistenza stradale e assicurazione dei veicoli in unico portale. La società punta inoltre a inserirsi nella filiera delle officine, trasformandosi in una sorta di Amazon per la componentistica auto. Quanto raccolto attraverso il rafforzamento patrimoniale servirà infine per portare MyTvs in altri Paesi, sfruttando come base d'appoggio la già costituita controllata di myTvs a Hong Kong. «Siamo lieti di avere Exor come partner finanziario», ha sottolineato il numero uno della startup, R Dinesh. «La nostra piattaforma digitale fornisce agli imprenditori un'opportunità di crescita in un mercato molto frammentato e porterà trasparenza e organizzazione nel segmento dei servizi post-vendita».

fch

 

(END) Dow Jones Newswires

August 18, 2021 02:03 ET (06:03 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Exor (BIT:EXO)
Storico
Da Set 2021 a Ott 2021 Clicca qui per i Grafici di Exor
Grafico Azioni Exor (BIT:EXO)
Storico
Da Ott 2020 a Ott 2021 Clicca qui per i Grafici di Exor