Irce ha chiuso i primi nove mesi del 2021 con un utile netto di 8,88 milioni, in crescita rispetto dagli 0,65 milioni dell'analogo periodo dello scorso anno.

Il fatturato, informa una nota, si e' attestato a 341,13 milioni in crescita del 65,6% rispetto a 205,95 milioni dei primi nove mesi 2020, grazie all'aumento dei volumi di vendite e del prezzo del rame (LME quotazione media in euro dei primi nove mesi 2021 +48,24% su stesso periodo 2020).

Nei primi nove mesi, entrambe le aree di business, conduttori per avvolgimento e cavi elettrici, confermano la ripresa della domanda di mercato che si è ulteriormente rafforzata nell'ultimo trimestre, portando i volumi di vendita ai livelli pre-covid.

L'indebitamento finanziario netto al 30 settembre 2021 ammonta a 64,97 milioni, in crescita rispetto a 39,74 milioni del 31 dicembre 2020, ma in contrazione rispetto a 72,75 del 30 giugno 2021, in correlazione con le variazioni del capitale circolante.

com/fch

 

(END) Dow Jones Newswires

November 12, 2021 11:48 ET (16:48 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.
Grafico Azioni Irce (BIT:IRC)
Storico
Da Dic 2021 a Gen 2022 Clicca qui per i Grafici di Irce
Grafico Azioni Irce (BIT:IRC)
Storico
Da Gen 2021 a Gen 2022 Clicca qui per i Grafici di Irce