Tecnimont Spa e KT - Kinetics Technology Spa, controllate di Maire T., hanno firmato due contratti Engineering, Procurement e Construction (EPC) con Heydar Aliyev Oil Refinery, controllata di SOCAR, come parte dei lavori di ammodernamento e ricostruzione della raffineria Heydar Aliyev di Baku. Socar è l'ente petrolifero della Repubblica dell'Azerbaijan.

Il valore complessivo dei contratti spiega una nota, è pari a circa 160 milioni usd. Hanno partecipato alla cerimonia di firma il presidente di Socar, Rovnag Abdullayev, l'Ambasciatore italiano in Azerbaijan, S.E.

Augusto Massari, Fabrizio Di Amato, Presidente di Maire Tecnimont e Pierroberto Folgiero, ceo del Gruppo Maire Tecnimont, insieme ad altri rappresentanti di Socar e Maire Tecnimont.

Lo scopo del lavoro del primo contratto prevede la realizzazione di un'unità di hydrotreating della benzina proveniente da cracking catalitico (FCC), mentre il secondo comprende l'implementazione di un'unità di rimozione ed ossidazione dei mercaptani presenti nella corrente di GPL (Gas di Petrolio Liquefatto) ed un'unità di trattamento ammine e di pretrattamento GPL. Queste unità sono fondamentali per migliorare la qualità del carburante in conformità con gli standard EURO-5. Entrambi i progetti saranno eseguiti nella raffineria Heydar Aliyev, dove Tecnimont e KT - Kinetics Technology stanno già eseguendo congiuntamente un contratto EPC aggiudicato nel 2018.

Il completamento dei progetti relativi ai nuovi contratti EPC è atteso rispettivamente entro 33 e 26 mesi dalla data di firma. Si tratta di un grande risultato per il core business del Gruppo Maire Tecnimont, poiché consente di consolidare ulteriormente l'impronta industriale del Gruppo nel mercato strategico azero nonché nel settore della trasformazione delle risorse naturali. Inoltre, l'aggiudicazione conferma l'orientamento del Gruppo a fare leva sulle proprie competenze distintive, sul suo know-how tecnologico e sulle sinergie tra i propri EPC contractor.

Pierroberto Folgiero, ceo del Gruppo Maire Tecnimont, ha commentato: "siamo davvero onorati di mettere ancora una volta la nostra competenza tecnologica al servizio di un cliente storico e prestigioso quale Socar. Consolidiamo così questa nostra proficua collaborazione di lunga data, volta ad accrescere il valore nella catena di trasformazione dell'energia in Azerbaijan. Questo risultato ci consente di rafforzare una relazione di mutuo beneficio e apre la strada ad ulteriore crescita nel futuro, confermando l'affidabilità della nostra strategia technology-driven".

Secondo Rovnag Abdullayev, presidente di Socar, "la raffineria Heydar Aliyev svolge un ruolo economico importante, essendo l'unico complesso di raffinazione nel Caucaso meridionale. Si tratta quindi della sola fonte di approvvigionamento della regione, sia per rifornirla di carburante, sia per alimentarne gli impianti petrolchimici. L'ammodernamento della raffineria migliorerà notevolmente la qualità del diesel e della benzina prodotte, conformandoli agli standard EURO-5. Garantirà, inoltre, materia prima più sostenibile ed economicamente efficiente per alimentare l'industria petrolchimica azera. I lavori di ammodernamento sono inevitabili dal punto di vista economico ma concorrono altresì a ridurre l'impatto ambientale e migliorare la qualità della vita nelle nostre città. Per raggiungere questi obiettivi strategici siamo lieti di collaborare con una società rinomata come il Gruppo Maire Tecnimont, che ben rappresenta l'ingegno e le competenze dell'Italia, un Paese amico dell'Azerbaijan".

com/lab

 

(END) Dow Jones Newswires

February 03, 2021 04:03 ET (09:03 GMT)

Copyright (c) 2021 MF-Dow Jones News Srl.